Articolo Riscaldamento Camini
Il camino prefabbricato freccegiovedì 3 gennaio 2013      


Il camino prefabbricato si è notevolmente diffuso negli ultimi 30-35 anni,  anche perché oltre ad essere già bello e pronto per essere installato, è in grado di venire incontro alle più svariate esigenze sia di spazio che di funzionalità. Le forme dei camini prefabbricati al pari dei rivestimenti sono tra le più varie e spesso affidate ad architetti e progettisti in grado di dare libero sfogo alla loro creatività. Del resto, si tratta di un prodotto ormai più che collaudato e perfettamente all’altezza delle più svariate esigenze,  per cui trovare il modello adatto all’ambiente in cui si intende inserire un camino e cosa abbastanza semplice.

I materiali che vengono utilizzati nella realizzazione di un camino prefabbricato sono, di norma, il legno, mattoni, cotto, pietra, marmo, ceramica, ghisa, rame e ottone e a volte vengono anche utilizzati materiali antichi come cornici e architravi in particolare, che vengono recuperati da manufatti precedenti reperibili presso aziende specializzate nel recupero di oggetti antichi.

I moduli prefabbricati
Le parti che vengono per lo più realizzate in moduli prefabbricati sono la camera di combustione, la cappa e la canna fumaria, il tutto utilizzando diversi materiali quali refrattari di vario tipo, ghisa, agglomerati di cemento e argilla espansa, e acciaio che viene utilizzato in particolar modo per le nuove canne fumarie a sezione circolare che hanno di fatto sostituito le  vecchie canne per le quali si utilizzavano tubi prefabbricati in eternit, materiale ormai bandito per la sua pericolosità. Tante sono le soluzioni tese a migliorare il rendimento termico di un camino a partire dagli accorgimenti per ottenere una migliore ventilazione, un tiraggio efficiente e la possibilità di convogliare il calore in condotte in grado di riscaldare anche altri locali in cui il camino non è presente.
Tra le varie soluzioni proposte, quella di caminetti con la chiusura ermetica del focolare per mezzo di vetro ceramico atermico, materiale che una volta non era disponibile, provvisti inoltre di uno scambiatore di calore che consente di far diventare un semplice caminetto, si fa per dire ovviamente, un vero e proprio strumento di riscaldamento per più ambienti.

Il camino tradizionale
Il camino tradizionale, l’antico camino centrale che per secoli ha troneggiato  sulle pareti delle stanze di antiche magioni, di castelli ma anche delle case di campagna dei tempi andati, ha ritrovato una sua nuova giovinezza, perché grazie alle strutture prefabbricate sono stati risolti alcuni problemi tecnici relativi soprattutto alla collocazione e all’ingombro della canna fumaria. Inoltre, grazie anche alla fantasia dei progettisti, il camino che un tempo era solo un mezzo per il riscaldamento, è diventato ora anche un oggetto d’arredamento che non di rado da quel tocco di classe ad un ambiente anche esclusivo.

Il camino d’angolo
Il camino d’angolo, di uso antico anche se non particolarmente diffuso, ha oggi trovato nuove forme grazie alla fantasia dei progettisti, anche perché un camino del genere può essere facilmente collocato anche in spazi ristretti, oltre a risolvere con una certa facilità il problema legato allo spazio e al volume della cappa e della canna fumaria. Le forme e le decorazioni disponibili sul mercato sono le più varie, così da rendere semplice trovare il camino adatto all’ambiente in cui è destinato.

Il camino monoblocco
Il camino monoblocco è una delle realizzazioni più moderne ed efficienti in gradi di trasformare un semplice camino in un impianto di riscaldamento centralizzato. Realizzato in acciaio ad alta resistenza, prevede numerosi dispositivi in gradi di ottimizzarne la resa termica minimizzando al tempo stesso il consumo del combustibile. In genere è provvisto di un focolare realizzato in un particolare materiale resistente alle altissime temperature, portina di chiusura in vetro ceramico atermico, bocchette di fuoriuscita dell’aria calda orientabili e canalizzazione forzata dell’aria calda in modo che possa raggiungere anche locali posti ad una certa distanza dal focolare. Un vero e proprio impianti di riscaldamento ecologico anche perchè, come combustibile, oltre alla legna in alcuni modelli può essere utilizzato anche il pellet.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Aspic di frutta estiva
Lavare e asciugare bene la frutta, eliminare la buccia di cocomero e melone e tagliarne la polta a cubetti. Grattugiare la buccia dell’arancia, eliminare ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Il camino, il centro della casa in inverno - lunedì 30 gennaio 2012

Il camino, in inverno il vero e proprio centro della casa, dove è possibile trascorre serenamente del tempo immersi nella lettura o a gaurdare un buon film. Quindi, quando si sceglie un camino per la propria casa, è importante trovare ........

Riscaldare casa con i caminetti Piazzetta - venerdì 23 settembre 2011
Sta per iniziare l’autunno e la voglia di vivere all’interno di un ambiente caldo e senza umidità è il desiderio di tantissime persone. Oggi desideriamo parlarvi dei camini Piazzetta, un’azienda attiva nel settore da diverso tempo ........

Il camino prefabbricato - giovedì 3 gennaio 2013

Il camino prefabbricato si è notevolmente diffuso negli ultimi 30-35 anni,  anche perché oltre ad essere già bello e pronto per essere installato, è in grado di venire incontro alle più svariate esigenze sia di spazio che di funzionalità. ........

Il camino, struttura, collocazione e installazione - martedì 1 gennaio 2013

Il camino una volta era di fatto il cuore pulsante della casa, il posto intorno al quale raccogliersi durante le serate invernali a chiacchierare, a leggere, o a sonnecchiare tranquillamente. Il camino, nonostante i più pensino il contrario, ........

La canna fumaria - mercoledì 27 giugno 2012

Il compito della canna fumaria è quello di convogliare all’esterno i fumi per effetto del tiraggio. D’altra parte il buon tiraggio dl camino dipende principalmente dall’efficienza della canna fumaria stessa e dal suo dimensionamento che  ........



Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....



 articolo Riscaldamento Camini
Il camino prefabbricato freccegiovedì 3 gennaio 2013      

Il camino prefabbricato si è notevolmente diffuso negli ultimi 30-35 anni,  anche perché oltre ad essere già bello e pronto per essere installato, è in grado di venire incontro alle più svariate esigenze sia di spazio che di funzionalità. Le forme dei camini prefabbricati al pari dei rivestimenti sono tra le più varie e spesso affidate ad architetti e progettisti in grado di dare libero sfogo alla loro creatività. Del resto, si tratta di un prodotto ormai più che collaudato e perfettamente all’altezza delle più svariate esigenze,  per cui trovare il modello adatto all’ambiente in cui si intende inserire un camino e cosa abbastanza semplice.

I materiali che vengono utilizzati nella realizzazione di un camino prefabbricato sono, di norma, il legno, mattoni, cotto, pietra, marmo, ceramica, ghisa, rame e ottone e a volte vengono anche utilizzati materiali antichi come cornici e architravi in particolare, che vengono recuperati da manufatti precedenti reperibili presso aziende specializzate nel recupero di oggetti antichi.

I moduli prefabbricati
Le parti che vengono per lo più realizzate in moduli prefabbricati sono la camera di combustione, la cappa e la canna fumaria, il tutto utilizzando diversi materiali quali refrattari di vario tipo, ghisa, agglomerati di cemento e argilla espansa, e acciaio che viene utilizzato in particolar modo per le nuove canne fumarie a sezione circolare che hanno di fatto sostituito le  vecchie canne per le quali si utilizzavano tubi prefabbricati in eternit, materiale ormai bandito per la sua pericolosità. Tante sono le soluzioni tese a migliorare il rendimento termico di un camino a partire dagli accorgimenti per ottenere una migliore ventilazione, un tiraggio efficiente e la possibilità di convogliare il calore in condotte in grado di riscaldare anche altri locali in cui il camino non è presente.
Tra le varie soluzioni proposte, quella di caminetti con la chiusura ermetica del focolare per mezzo di vetro ceramico atermico, materiale che una volta non era disponibile, provvisti inoltre di uno scambiatore di calore che consente di far diventare un semplice caminetto, si fa per dire ovviamente, un vero e proprio strumento di riscaldamento per più ambienti.

Il camino tradizionale
Il camino tradizionale, l’antico camino centrale che per secoli ha troneggiato  sulle pareti delle stanze di antiche magioni, di castelli ma anche delle case di campagna dei tempi andati, ha ritrovato una sua nuova giovinezza, perché grazie alle strutture prefabbricate sono stati risolti alcuni problemi tecnici relativi soprattutto alla collocazione e all’ingombro della canna fumaria. Inoltre, grazie anche alla fantasia dei progettisti, il camino che un tempo era solo un mezzo per il riscaldamento, è diventato ora anche un oggetto d’arredamento che non di rado da quel tocco di classe ad un ambiente anche esclusivo.

Il camino d’angolo
Il camino d’angolo, di uso antico anche se non particolarmente diffuso, ha oggi trovato nuove forme grazie alla fantasia dei progettisti, anche perché un camino del genere può essere facilmente collocato anche in spazi ristretti, oltre a risolvere con una certa facilità il problema legato allo spazio e al volume della cappa e della canna fumaria. Le forme e le decorazioni disponibili sul mercato sono le più varie, così da rendere semplice trovare il camino adatto all’ambiente in cui è destinato.

Il camino monoblocco
Il camino monoblocco è una delle realizzazioni più moderne ed efficienti in gradi di trasformare un semplice camino in un impianto di riscaldamento centralizzato. Realizzato in acciaio ad alta resistenza, prevede numerosi dispositivi in gradi di ottimizzarne la resa termica minimizzando al tempo stesso il consumo del combustibile. In genere è provvisto di un focolare realizzato in un particolare materiale resistente alle altissime temperature, portina di chiusura in vetro ceramico atermico, bocchette di fuoriuscita dell’aria calda orientabili e canalizzazione forzata dell’aria calda in modo che possa raggiungere anche locali posti ad una certa distanza dal focolare. Un vero e proprio impianti di riscaldamento ecologico anche perchè, come combustibile, oltre alla legna in alcuni modelli può essere utilizzato anche il pellet.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: