Articolo Materiali Colle e sigillanti
Incollare: il segreto delle colle freccegiovedì 27 dicembre 2012      


Incollare è una operazione che si esegue, o che  si tenta di eseguire, con delle colle che il più delle volte non sono le più adatte ai materiali utilizzati.  Ne esistono una infinità, ciascuna studiata per risolvere uno specifico problema di fissaggio e restauro, ma ve ne sono altre che possono andar bene  anche per situazioni differenti. Col gli adesivi o i sigillanti si realizzano degli incollaggi in modo molto semplice, pulito, rapido e senza particolari problemi, incollaggi che spesso sono definitivi, cosa che una volta era quasi impossibile. Ma vediamo  quali sono i vari tipi di colla adatti ai vari scopi.

Colle viniliche
Le colle viniliche sono degli adesivi realizzati in emulsione a base d’acqua, particolarmente adatti per incollare legno, pannelli di fibra, agglomerati vari, laminati plastici e praticamente tutti i materiali cartacei. I vantaggi principali di questi collanti sono l’assoluta mancanza di tossicità, il che li dovrebbe far preferire ad altri, ovviamente nelle applicazioni in cui sono indicati, inoltre i loro basso costo e la semplicità di utilizzo. Se si sbaglia e si utilizza più colla del necessario o semplicemente se questa per un motivo o per l’altro dovesse colare, può essere asportata molto facilmente in quanto è un prodotto solubile in acqua, ovviamente fin quando è fresca. Ne esistono alcune dall’impiego universale, altre a presa rapida e altre ancora ad alta resistenza per tutti i tipi di impiego.

Adesivi a contatto
Gli adesivi a contatto  sono in particolar modo impiegati per l’applicazione di rivestimenti in laminato plastico, in sughero, cuoio, gomma, truciolare e compensato. Sono dotati di una eccellente forza di adesione, tuttavia è necessario che le superfici da incollare siano perfettamente sgrassate e asciutte, pena una adesione non soddisfacente. L’adesivo va steso con una spatola a denti fini su entrambi i componenti da unire, facendo attenzione che la posa sia fatta in maniera uniforme, fatto essiccare in un luogo areato per 15-20 minuti, dopo di che è possibile sovrapporre le due superfici. Per assicurare e consolidare l’unione dei due componenti, è necessario battere con un mazzuolo, dopo avervi interposto una tavoletta in modo da distribuire bene i colpi e al tempo stesso evitare di danneggiare la superfice.

Sigillanti
I sigillanti sono più idonei a riempire fessure per evitare infiltrazioni varie piuttosto che ad  incollare due componenti. Ne esistono di acrilici o siliconici, e di poliuretanici e entrambi consentono un impiego immediato, riuscendo ad impermeabilizzare e uniformare le superfici trattate.

Adesivi termofusibili
Gli adesivi termofusibili, meglio conosciuti come colla a caldo, sono  particolarmente apprezzati per il fatto di indurire rapidamente e per garantire una presa molto rapida. Servendosi della apposita termopistola elettrica, la colla in stick si fonde e fuoriesce dall’ugello della pistola stessa garantendo una presa pressoché istantanea e duratura nel tempo. Gli stick sono disponibili in vari colori, per distinguerli dal tipo di applicazione cui sono destinati. Bisogna fare attenzione a non toccare la colla e a non farla colare sulle meni o su altre parti del corpo durante l’utilizzo della pistola a caldo  perché, fondendo ad una temperatura superiore ai 100° C, potrebbe causare delle ustioni. Per lo stesso motivo non bisogna rimuovere l’eccesso di colla con le dita e, in più, è necessario far raffreddare la pistola prima di riporla a lavoro terminato.

Colle animali
Le colle animali, dotate di una buona capacità adesiva e di un’ottima elasticità, sono particolarmente indicate per il restauro di mobili. Sono a base di caseina, la classica colla da falegname,  ed è disponibile in tavolette realizzate con ossa, pelli e tendini, tavolette che vanno immerse in acqua tiepida per un paio di giorni fin quando non assumono una consistenza gelatinosa. Prima di utilizzarla è poi necessario riscaldarla a bagnomaria, senza farla bollire, e rimescolando per un paio di ore. Questa colla animale a base di caseina  ha una forte tenuta, tuttavia è soggetta a putrefazione, oltre al fatto che potrebbe anche inzuppare il legno oggetto del trattamento.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Incollare: il segreto delle colle - giovedì 27 dicembre 2012

Incollare è una operazione che si esegue, o che  si tenta di eseguire, con delle colle che il più delle volte non sono le più adatte ai materiali utilizzati.  Ne esistono una infinità, ciascuna studiata per risolvere uno specifico ........



Ricetta del giorno
Mezze maniche con zucchine e salmone
Fare bollire una pentola con circa 3,5 litri di acqua salata con sale grosso. Calare le mezze maniche, mescolare e portare a cottura.
Intanto si ....



 articolo Materiali Colle e sigillanti
Incollare: il segreto delle colle freccegiovedì 27 dicembre 2012      

Incollare è una operazione che si esegue, o che  si tenta di eseguire, con delle colle che il più delle volte non sono le più adatte ai materiali utilizzati.  Ne esistono una infinità, ciascuna studiata per risolvere uno specifico problema di fissaggio e restauro, ma ve ne sono altre che possono andar bene  anche per situazioni differenti. Col gli adesivi o i sigillanti si realizzano degli incollaggi in modo molto semplice, pulito, rapido e senza particolari problemi, incollaggi che spesso sono definitivi, cosa che una volta era quasi impossibile. Ma vediamo  quali sono i vari tipi di colla adatti ai vari scopi.

Colle viniliche
Le colle viniliche sono degli adesivi realizzati in emulsione a base d’acqua, particolarmente adatti per incollare legno, pannelli di fibra, agglomerati vari, laminati plastici e praticamente tutti i materiali cartacei. I vantaggi principali di questi collanti sono l’assoluta mancanza di tossicità, il che li dovrebbe far preferire ad altri, ovviamente nelle applicazioni in cui sono indicati, inoltre i loro basso costo e la semplicità di utilizzo. Se si sbaglia e si utilizza più colla del necessario o semplicemente se questa per un motivo o per l’altro dovesse colare, può essere asportata molto facilmente in quanto è un prodotto solubile in acqua, ovviamente fin quando è fresca. Ne esistono alcune dall’impiego universale, altre a presa rapida e altre ancora ad alta resistenza per tutti i tipi di impiego.

Adesivi a contatto
Gli adesivi a contatto  sono in particolar modo impiegati per l’applicazione di rivestimenti in laminato plastico, in sughero, cuoio, gomma, truciolare e compensato. Sono dotati di una eccellente forza di adesione, tuttavia è necessario che le superfici da incollare siano perfettamente sgrassate e asciutte, pena una adesione non soddisfacente. L’adesivo va steso con una spatola a denti fini su entrambi i componenti da unire, facendo attenzione che la posa sia fatta in maniera uniforme, fatto essiccare in un luogo areato per 15-20 minuti, dopo di che è possibile sovrapporre le due superfici. Per assicurare e consolidare l’unione dei due componenti, è necessario battere con un mazzuolo, dopo avervi interposto una tavoletta in modo da distribuire bene i colpi e al tempo stesso evitare di danneggiare la superfice.

Sigillanti
I sigillanti sono più idonei a riempire fessure per evitare infiltrazioni varie piuttosto che ad  incollare due componenti. Ne esistono di acrilici o siliconici, e di poliuretanici e entrambi consentono un impiego immediato, riuscendo ad impermeabilizzare e uniformare le superfici trattate.

Adesivi termofusibili
Gli adesivi termofusibili, meglio conosciuti come colla a caldo, sono  particolarmente apprezzati per il fatto di indurire rapidamente e per garantire una presa molto rapida. Servendosi della apposita termopistola elettrica, la colla in stick si fonde e fuoriesce dall’ugello della pistola stessa garantendo una presa pressoché istantanea e duratura nel tempo. Gli stick sono disponibili in vari colori, per distinguerli dal tipo di applicazione cui sono destinati. Bisogna fare attenzione a non toccare la colla e a non farla colare sulle meni o su altre parti del corpo durante l’utilizzo della pistola a caldo  perché, fondendo ad una temperatura superiore ai 100° C, potrebbe causare delle ustioni. Per lo stesso motivo non bisogna rimuovere l’eccesso di colla con le dita e, in più, è necessario far raffreddare la pistola prima di riporla a lavoro terminato.

Colle animali
Le colle animali, dotate di una buona capacità adesiva e di un’ottima elasticità, sono particolarmente indicate per il restauro di mobili. Sono a base di caseina, la classica colla da falegname,  ed è disponibile in tavolette realizzate con ossa, pelli e tendini, tavolette che vanno immerse in acqua tiepida per un paio di giorni fin quando non assumono una consistenza gelatinosa. Prima di utilizzarla è poi necessario riscaldarla a bagnomaria, senza farla bollire, e rimescolando per un paio di ore. Questa colla animale a base di caseina  ha una forte tenuta, tuttavia è soggetta a putrefazione, oltre al fatto che potrebbe anche inzuppare il legno oggetto del trattamento.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: