Articolo Muratura Costruzione
Il vetro mattone da utilizzare per costruire una parete divisoria freccegiovedì 27 dicembre 2012      


Il vetro mattone può essere utilizzato per la realizzazione di una parete divisoria che consente oltre tutto il passaggio della luce. Si tratta di un materiale da costruzione innovativo che, grazie al suo spessore  alla camera d’aria presente al suo interno, presenta doti di robustezza e di isolamento termico e acustico eccellenti. Si tratta di un materiale utilizzato con sempre maggior frequenza, in particolar modo quando si ha bisogno di una parete che faccia filtrare la luce senza tuttavia lasciar veder ciò che vi è dall’altra parte, cosa ottenuta grazie ad una sfocatura dell’immagine.

In sostanza, la mattonella in vetro mattone è composta di due elementi uniti tra loro da un particolare strato isolante, che danno luogo ad un interno cavo, sotto vuoto, che garantisce l’isolamento termico ed acustico. Le facce delle mattonelle in vetro mattone sono leggermente ondulate in modo da lasciar filtrare la luce senza e al tempo stesso rendere indistinte le immagini. Lo stesso effetto lo si ottiene anche con le mattonelle lisce o reticolate.  Il materiale di cui è composta la mattonella si ottiene non dal vetro, bensì dal calcio cui viene aggiunto qualche altro materiale, e il tutto viene fuso a 1500° C, per poi essere versato e pressato in appositi stampi.

La mattonella che ne deriva è di consistenza vetrosa, ma estremamente dura e resistente, tanto da consentire un utilizzo pressoché illimitato, valido esteticamente e estremamente pratico. Queste mattonelle non possono essere utilizzate per la realizzazione di pareti portanti in quanto non hanno una sufficiente resistenza alla compressione, mentre sono ideali per la realizzazione di  tratti di parete o anche di tramezze interne la dove si richiede il passaggio della luce.

Sono disponibili in commercio in vari colori e anche decorati, in quattro formati diversi di cui 2 standard (19x19 cm e 24x24 cm) e due  speciali (9x19 cm e 30 x30 cm) tutte di spessore pari a 8 cm. Queste vanno poi montate su di una struttura in legno o metallica che fissata a terra, alle pareti e al soffitto, o comunque al limite superiore della parete da realizzare, utilizzando dei tasselli da 50 mm per il fissaggio alle pareti e da 38 mm per il soffitto, o la parte superiore. Ma vediamo ora come procedere

Realizzazione della parete
Per prima cosa è necessario fissare la struttura  portante, utilizzando i tasselli indicati in precedenza, avendo cura di fissare  a intervalli regolari, lungo i montanti laterali,  una striscia di un apposito giunto di dilatazione e lasciando alla base uno spazio per mettere un distanziatore. La malta da utilizzare per il montaggio delle varie mattonelle deve avere una consistenza cremosa. Stendere quindi una striscia di malta sul montante di base dello spessore di circa 10 mm.
Posizionare il distanziatore a L sotto il giunto, nell’angolo contro la parete e un distanziatore a T per supportare l’altra parte della mattonella che andrà sistemata sempre tra due distanziatori. Appoggiare la prima mattonella in vetro mattone tra il giunto  a ridosso del muro e i 2 distanziatori, assicurandosi che sia perfettamente stabile e in linea con muro e pavimento.

Posizionare il successivo distanziatore a T e rivestire completamente con la malta la faccia laterale della mattonella e posizionare la successiva che andrà a collocarsi tra i due distanziatori. Questi, che dovranno essere sempre presenti, servono a garantire sempre la stessa distanza tra le varie mattonelle. Continuare così fino a terminare la prima fila della parete in vetro mattone, avendo cura di verificare sempre il regolare allineamento, servendosi di una livella a bolla. Coprire la prima fila di mattonelle con una striscia di malta, posizionare i vari distanziatori, un questo caso a croce, e continuare con la posa della seconda fila.

I distanziatori  da utilizzare sono di vario tipo: a L tra parete e mattonella; a T tra pavimento o soffitto e mattonella; a croce tra i vari corsi delle mattonelle. I vari corsi di mattonelle in vetro mattone vanno rinforzate affogando nella malta delle aste di metallo, aste che possono essere sigole o in coppia e in questo caso vanno legate tra loro, aste che vanno poste anche in verticale, tra ciascuna colonna.  Proseguire quindi con la posa dei vari corsi di mattonelle fino a completamento del lavoro.

Lasciare asciugare per almeno 24 ore e poi procedere alla pulizia della parete appena realizzata servendosi di una spugna bagnata, strofinando bene all’occorrenza in modo da eliminare tutti i residui di malta. Per i residui più resistenti, sarà necessario servirsi di prodotti di pulizia specifici per vetro.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Riso e fagioli neri
Lessare per 15 minuti il riso per risotti, scolarlo e metterlo da parte. Sbucciare le cipolle rosse. Affettarle molto sottili e stufarle per 10 minuti ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Restaurare un appartamento - giovedì 5 dicembre 2013
Restaurare un appartamento è un momento che carica di impegni notevoli chi lo fa ma può essere un divertimento, specie se è il vostro. Prima di passare alla fase del restauro dell’immobile, scegliete i giusti materiali e pianificate al meglio ........

Stendere l’intonaco. Suggerimenti e accortezze - giovedì 7 febbraio 2013

L’intonaco ha la funzione di realizzare una finitura regolare e di buona qualità sia dal punto di vista estetico che per proteggere la struttura della parete sulla quale viene applicato. Esso deve essere di fatto un vero e proprio polmone idrometrico ........

Come dipingere una parete in pietra - giovedì 11 settembre 2014
Non c’è niente che regala più calore alla casa che una parete interamente in pietra o in mattoni, questo perché i colori che vengono utilizzati sono solitamente caldi come il giallo ocra o il rosso pieno per i mattoni e tonalità di grigio per ........

Case in legno: Tradizione, risparmio e ecologia - domenica 29 dicembre 2013
Legno massiccio o lamellare, tronchi rotondi o tronchi quadri, il prezzo non cambia di molto e l'offerta è sensazionale in quanto i prezzi sono molto bassi rispetto a una casa in muratura e lo spettacolo che si può avere ........

Come costruire case di legno antisismiche - lunedì 4 novembre 2013
I progetti antisismici sono ormai all'ordine del giorno in quanto ogni facoltà di ingegneria insegna ai propri studenti a sfruttare tali caratteristiche per costruire ogni palazzina in modo che in caso di tremore della terra non ........



Ricetta del giorno
Torta sabbiata
Imburrare abbondantemente il foglio di alluminio, spolverizzarlo con un po’ di farina e foderare la tortiera. Mettere il restante burro, che deve essere ....



 articolo Muratura Costruzione
Il vetro mattone da utilizzare per costruire una parete divisoria freccegiovedì 27 dicembre 2012      

Il vetro mattone può essere utilizzato per la realizzazione di una parete divisoria che consente oltre tutto il passaggio della luce. Si tratta di un materiale da costruzione innovativo che, grazie al suo spessore  alla camera d’aria presente al suo interno, presenta doti di robustezza e di isolamento termico e acustico eccellenti. Si tratta di un materiale utilizzato con sempre maggior frequenza, in particolar modo quando si ha bisogno di una parete che faccia filtrare la luce senza tuttavia lasciar veder ciò che vi è dall’altra parte, cosa ottenuta grazie ad una sfocatura dell’immagine.

In sostanza, la mattonella in vetro mattone è composta di due elementi uniti tra loro da un particolare strato isolante, che danno luogo ad un interno cavo, sotto vuoto, che garantisce l’isolamento termico ed acustico. Le facce delle mattonelle in vetro mattone sono leggermente ondulate in modo da lasciar filtrare la luce senza e al tempo stesso rendere indistinte le immagini. Lo stesso effetto lo si ottiene anche con le mattonelle lisce o reticolate.  Il materiale di cui è composta la mattonella si ottiene non dal vetro, bensì dal calcio cui viene aggiunto qualche altro materiale, e il tutto viene fuso a 1500° C, per poi essere versato e pressato in appositi stampi.

La mattonella che ne deriva è di consistenza vetrosa, ma estremamente dura e resistente, tanto da consentire un utilizzo pressoché illimitato, valido esteticamente e estremamente pratico. Queste mattonelle non possono essere utilizzate per la realizzazione di pareti portanti in quanto non hanno una sufficiente resistenza alla compressione, mentre sono ideali per la realizzazione di  tratti di parete o anche di tramezze interne la dove si richiede il passaggio della luce.

Sono disponibili in commercio in vari colori e anche decorati, in quattro formati diversi di cui 2 standard (19x19 cm e 24x24 cm) e due  speciali (9x19 cm e 30 x30 cm) tutte di spessore pari a 8 cm. Queste vanno poi montate su di una struttura in legno o metallica che fissata a terra, alle pareti e al soffitto, o comunque al limite superiore della parete da realizzare, utilizzando dei tasselli da 50 mm per il fissaggio alle pareti e da 38 mm per il soffitto, o la parte superiore. Ma vediamo ora come procedere

Realizzazione della parete
Per prima cosa è necessario fissare la struttura  portante, utilizzando i tasselli indicati in precedenza, avendo cura di fissare  a intervalli regolari, lungo i montanti laterali,  una striscia di un apposito giunto di dilatazione e lasciando alla base uno spazio per mettere un distanziatore. La malta da utilizzare per il montaggio delle varie mattonelle deve avere una consistenza cremosa. Stendere quindi una striscia di malta sul montante di base dello spessore di circa 10 mm.
Posizionare il distanziatore a L sotto il giunto, nell’angolo contro la parete e un distanziatore a T per supportare l’altra parte della mattonella che andrà sistemata sempre tra due distanziatori. Appoggiare la prima mattonella in vetro mattone tra il giunto  a ridosso del muro e i 2 distanziatori, assicurandosi che sia perfettamente stabile e in linea con muro e pavimento.

Posizionare il successivo distanziatore a T e rivestire completamente con la malta la faccia laterale della mattonella e posizionare la successiva che andrà a collocarsi tra i due distanziatori. Questi, che dovranno essere sempre presenti, servono a garantire sempre la stessa distanza tra le varie mattonelle. Continuare così fino a terminare la prima fila della parete in vetro mattone, avendo cura di verificare sempre il regolare allineamento, servendosi di una livella a bolla. Coprire la prima fila di mattonelle con una striscia di malta, posizionare i vari distanziatori, un questo caso a croce, e continuare con la posa della seconda fila.

I distanziatori  da utilizzare sono di vario tipo: a L tra parete e mattonella; a T tra pavimento o soffitto e mattonella; a croce tra i vari corsi delle mattonelle. I vari corsi di mattonelle in vetro mattone vanno rinforzate affogando nella malta delle aste di metallo, aste che possono essere sigole o in coppia e in questo caso vanno legate tra loro, aste che vanno poste anche in verticale, tra ciascuna colonna.  Proseguire quindi con la posa dei vari corsi di mattonelle fino a completamento del lavoro.

Lasciare asciugare per almeno 24 ore e poi procedere alla pulizia della parete appena realizzata servendosi di una spugna bagnata, strofinando bene all’occorrenza in modo da eliminare tutti i residui di malta. Per i residui più resistenti, sarà necessario servirsi di prodotti di pulizia specifici per vetro.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: