Articolo Idraulica Riparazioni
Riparazioni di emergenza in caso di perdita improvvisa freccegiovedì 8 novembre 2012      


Può accadere di dover effettuare qualche riparazione di emergenza per una perdita improvvisa, in attesa dell’idraulico, o se si è in grado da soli di fare le riparazioni definitive, in attesa di procurarsi l’occorrente.  Questo perché, anche un fai-da-te abituato ad aggiustarsi le cose da solo, non è detto che debba tenere in casa sempre tutto l’occorrente, non tanto per quanto riguarda l’attrezzatura, ma per quel che concerne i materiali. E’ necessario, in tutti i casi, tamponare la perdita per evitare di allagarsi o, quanto meno, di danneggiare le cose che si hanno in casa, perché non sempre il guasto, in questo caso la perdita, ha la buona educazione di presentarsi nei giorni feriali, quando cioè è facile procurarsi il materiale accorrente alla riparazione. Il problema potrebbe presentarsi di notte o in un giorno n cui i negozi sono chiusi, per cui è bene sapere come intervenire per evitare complicazioni.

Ci sono più modi per eseguire una riparazione di emergenza, tutti più o meno efficaci, la cui scelta alla fine verrà condizionata da ciò che si ha a disposizione per  l’intervento. Se la perdita è minima, anche il solo nastro adesivo speciale per perdite potrebbe essere sufficiente a tamponare il guaio fino al momento della riparazione definitiva. Importante è disporre più strati, alternando la direzione dell’avvolgimento del nastro.

In alternativa, è possibile ricorrere allo stucco specifico per perdite. Questo è composto da due strisce diverse per colore, da impastare assieme in parti uguali prima dell’uso. Infine, si potrebbe ricorrere ad un manicotto a morsetto, la cui gomma morbida che ne costituisce il rivestimento interno, una volta correttamente serrato, bloccherà la perdita. Ma vediamo, caso per caso, come effettuare l’intervento di emergenza.

Intervento con il nastro speciale
Per prima cosa è necessario asciugare bene il tubo danneggiato, poi avvolgere saldamente il nastro attorno alla perdita, coprendo almeno 2 cm per lato oltre il punto in cui è presente la perdita da riparare.  Avvolgere un secondo pezzo di nastro speciale girandolo nel verso opposto di quello posizionato precedentemente, avendo sempre cura di andare di qualche centimetro oltre il punto  di perdita. Infine, passare un terzo strato di nastro, questa volta nella direzione di avvolgimento del primo strato, in modo da realizzare, alla fine, un intreccio tale da poter contenere la perdita per il tempo necessario.

Intervento con lo stucco speciale
Staccare dalle strisce di stucco, due porzioni della stessa quantità e impastarle accuratamente, fin quando  l’impasto non avrà raggiunto un colore uniforme. Le due strisce hanno infatti colore diverso. Pulire bene il tubo e asciugarlo quanto più è possibile e poi ricoprire il punto della perdita, sempre andando ben oltre di un paio di centimetri per lato, e lasciare asciugare per 24 ore. Naturalmente in questo lasso di tempo il tubo deve essere senz’acqua. Una volta che lo stucco sarà perfettamente asciutto e secco, lisciarlo con la carta abrasiva.

Intervento con il manicotto
Questa è la soluzione migliore, quella che assicura una maggiore tenuta per un lasso di tempo più lungo, ma tutto sta ad avere a disposizione il manicotto che oltre tutto deve essere della sezione giusta. Mettere il manicotto aperto attorno alla perdita e richiudere. Serrare strettamente le viti di fissaggio presenti sul manicotto, in modo che la gomma di guarnizione interna al manicotto stesso possa bloccare efficacemente la perdita.

E’ evidente che è bene avere in casa almeno un paio di questi mezzi di intervento per le riparazioni di emergenza, in modo da poter tamponare efficacemente il problema in attesa della sistemazione definitiva.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Riparazioni di emergenza in caso di perdita improvvisa - giovedì 8 novembre 2012

Può accadere di dover effettuare qualche riparazione di emergenza per una perdita improvvisa, in attesa dell’idraulico, o se si è in grado da soli di fare le riparazioni definitive, in attesa di procurarsi l’occorrente.  Questo perché, ........

Riparare uno sciacquone - lunedì 12 novembre 2012

Lo sciacquone è uno degli apparecchi idraulici maggiormente utilizzati in casa, il maggior consumatore di acqua e proprio per questa ragione è anche quello maggiormente soggetto ad usura e, quindi, a guasti. Il suo funzionamento è semplicissimo; ........

Come montare un rubinetto con miscelatore da soli - venerdì 13 settembre 2013
Se abbiamo intenzione di sostituire il rubinetto della nostra cucina, o del bagno, non occorre necessariamente rivolgersi all’idraulico, che tra chiamata e manodopera ci farebbe spendere un capitale, ma è sufficiente ingegnarsi ........



Ricetta del giorno
Insalata greca
Lavare accuratamente e poi tagliare il cetriolo e i pomodori maturi a pezzi grossi, che è poi il segreto di una buona insalata greca. Tagliare le due ....



 articolo Idraulica Riparazioni
Riparazioni di emergenza in caso di perdita improvvisa freccegiovedì 8 novembre 2012      

Può accadere di dover effettuare qualche riparazione di emergenza per una perdita improvvisa, in attesa dell’idraulico, o se si è in grado da soli di fare le riparazioni definitive, in attesa di procurarsi l’occorrente.  Questo perché, anche un fai-da-te abituato ad aggiustarsi le cose da solo, non è detto che debba tenere in casa sempre tutto l’occorrente, non tanto per quanto riguarda l’attrezzatura, ma per quel che concerne i materiali. E’ necessario, in tutti i casi, tamponare la perdita per evitare di allagarsi o, quanto meno, di danneggiare le cose che si hanno in casa, perché non sempre il guasto, in questo caso la perdita, ha la buona educazione di presentarsi nei giorni feriali, quando cioè è facile procurarsi il materiale accorrente alla riparazione. Il problema potrebbe presentarsi di notte o in un giorno n cui i negozi sono chiusi, per cui è bene sapere come intervenire per evitare complicazioni.

Ci sono più modi per eseguire una riparazione di emergenza, tutti più o meno efficaci, la cui scelta alla fine verrà condizionata da ciò che si ha a disposizione per  l’intervento. Se la perdita è minima, anche il solo nastro adesivo speciale per perdite potrebbe essere sufficiente a tamponare il guaio fino al momento della riparazione definitiva. Importante è disporre più strati, alternando la direzione dell’avvolgimento del nastro.

In alternativa, è possibile ricorrere allo stucco specifico per perdite. Questo è composto da due strisce diverse per colore, da impastare assieme in parti uguali prima dell’uso. Infine, si potrebbe ricorrere ad un manicotto a morsetto, la cui gomma morbida che ne costituisce il rivestimento interno, una volta correttamente serrato, bloccherà la perdita. Ma vediamo, caso per caso, come effettuare l’intervento di emergenza.

Intervento con il nastro speciale
Per prima cosa è necessario asciugare bene il tubo danneggiato, poi avvolgere saldamente il nastro attorno alla perdita, coprendo almeno 2 cm per lato oltre il punto in cui è presente la perdita da riparare.  Avvolgere un secondo pezzo di nastro speciale girandolo nel verso opposto di quello posizionato precedentemente, avendo sempre cura di andare di qualche centimetro oltre il punto  di perdita. Infine, passare un terzo strato di nastro, questa volta nella direzione di avvolgimento del primo strato, in modo da realizzare, alla fine, un intreccio tale da poter contenere la perdita per il tempo necessario.

Intervento con lo stucco speciale
Staccare dalle strisce di stucco, due porzioni della stessa quantità e impastarle accuratamente, fin quando  l’impasto non avrà raggiunto un colore uniforme. Le due strisce hanno infatti colore diverso. Pulire bene il tubo e asciugarlo quanto più è possibile e poi ricoprire il punto della perdita, sempre andando ben oltre di un paio di centimetri per lato, e lasciare asciugare per 24 ore. Naturalmente in questo lasso di tempo il tubo deve essere senz’acqua. Una volta che lo stucco sarà perfettamente asciutto e secco, lisciarlo con la carta abrasiva.

Intervento con il manicotto
Questa è la soluzione migliore, quella che assicura una maggiore tenuta per un lasso di tempo più lungo, ma tutto sta ad avere a disposizione il manicotto che oltre tutto deve essere della sezione giusta. Mettere il manicotto aperto attorno alla perdita e richiudere. Serrare strettamente le viti di fissaggio presenti sul manicotto, in modo che la gomma di guarnizione interna al manicotto stesso possa bloccare efficacemente la perdita.

E’ evidente che è bene avere in casa almeno un paio di questi mezzi di intervento per le riparazioni di emergenza, in modo da poter tamponare efficacemente il problema in attesa della sistemazione definitiva.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: