Articolo Idraulica Bagno
Installare un box doccia freccemercoledì 7 novembre 2012      


Un box doccia o una cabina doccia può trovare la sua ideale collocazione in ogni bagno,  sia che sia posizionata in un angolo  o che si trovi appoggiata al muro su di un lato.  Inoltre, oggi tutti i grandi centri commerciali dedicati alla casa e al fai-da-te, offrono una gran quantità di soluzioni,  quasi completamente alla portata di tutte le tasche, offerte e modelli che è facile ritrovare pubblicizzati sui tanti espositori roll up presenti in tutti i grandi centri di bricolage o di prodotto per la casa. Vi è solo l’imbarazzo della scelta.

La porta di un box doccia può essere a battente, scorrevole o a soffietto e queste due ultime soluzioni sono le più indicate in caso di spazio limitato. Installare un box doccia non è una operazione particolarmente complicata dal momento che tutti sono forniti di istruzioni per il montaggio ben dettagliate. La cosa importante è che la parete cui il box è addossato deve esser e perfettamente a piombo e soprattutto impermeabile, meglio quindi se piastrellata.
prima di installare il box doccia è necessario, ovviamente, che il piatto doccia e l’impianto idraulico siano già montati e perfettamente funzionanti. Il modello piatto potrà essere sopraelevato, a livello del pavimento o incassato, in tutti i casi, prima del definitivo fissaggio, i giunti saranno stati posizionati sotto il piatto per la tenuta stagna dello scarico. L’altezza da terra dei rubinetti deve essere di almeno 120 cm, così come l’interasse tra le prese dell’acqua calda e della fredda deve essere di almeno 60 cm.

Fissare la cabina doccia
Per prima cosa è necessario assemblare la cabina alzandola sulla base e inserendo le porte scorrevoli sui binari, facendo attenzione a montarle nel verso giusto. Ovviamente questo vale anche per le porte a soffietto o per quelle a battente.
Posare sul piatto doccia la cabina appena montata, verificando con la fida livella che sia perfettamente a piombo.  Segnare poi, dal lato interno della cabina, sul muro la posizione in cui andranno praticati i fori per il fissaggio, servendosi di un pennarello a punta fine, la matita non serve perché sulle piastrelle il segno potrebbe non essere visibile,  inserito nei fori dei montanti.

Togliere la cabina doccia in modo da avere campo libero per l’esecuzione dei fori necessari al montaggio, fori da eseguire con il trapano munito di punta per muratura e, infine, inserire i tasselli nei fori appena realizzati facendo attenzione che affondino un po’ sotto la superficie delle piastrelle.
Applicare sul lato d’appoggio di ciascun montante una striscia di silicone, posizionare nuovamente il box doccia sul vano doccia e montare il tutto stringendo per bene le viti di assemblaggio. Sicuramente, dopo questa operazione un po’ di silicone avrà formato una sorta di cordone ai lati dei montanti addossati alla parete, silicone che andrà lisciato con un dito insaponato.  Regolare infine le porte come da istruzioni allegate al box.

Fissare la cabina con le viti in dotazione, coprire la testa delle viti con le apposite calotte e fissare le porte avvitandole strettamente.  Applicare ora una striscia di silicone lungo tutto il bordo del piatto della doccia e anche intorno alla base della cabina e sempre con il dito insaponato di prima, spianare il silicone. Ora non resta che completare l’opera.

Fissare il miscelatore e la colonna
La prima operazione da fare è quella di chiudere l’acqua per evitare di allagare il bagno, dopo di che smontare i tappi o i vecchi rubinetti presenti  sulle prese d’acqua calda e fredda. Avvolgere uno strato di nastro di teflon sulle filettature delle uscite dell’acqua e montare il miscelatore, avvitando i bulloni di fissaggio con una chiave inglese, avendo cura di proteggere il metallo del miscelatore con uno straccio per evitare graffi.

Fissare il portadoccetta sulla colonna, montare la colonna e posizionarla sulla parete in modo da poter segnare sulla parete, con il solito pennarello,  la posizione dei buchi di fissaggio della colonna stessa.  Forare con il trapano come fatto in precedenza per i montanti della cabina e inserire in ciascun foro un tassello ricordandosi di applicarvi sopra un po’ di silicone sigillante.
Fissare alla parete il supporto servendosi delle viti in dotazione e rimontare la colonna, fissando il supporto inferiore ai fori appena praticati, posizionarla in modo che sia perfettamente a piombo e segnare anche la posizione dei fori da praticare per il supporto superiore.   Procedere come in precedenza, sia per i fori che per i tasselli, e fissare infine il tutto.

Ultima operazione, avvitare il tubo flessibile della doccetta al rubinetto del miscelatore e posizionare la doccetta sul porta doccetta stesso. Ora, prima di utilizzare il box doccia è necessario attendere qualche ora in modo da dare tempo al silicone di  seccare completamente. E, naturalmente, ricordarsi di riaprire l’acqua.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Bavarese alla frutta
Fate ammorbidire in acqua fredda per circa 20 minuti i fogli di gelatina, metteteli senza strizzarli in un tegame nel quale aggiungete un bicchiere di ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Installare un box doccia - mercoledì 7 novembre 2012

Un box doccia o una cabina doccia può trovare la sua ideale collocazione in ogni bagno,  sia che sia posizionata in un angolo  o che si trovi appoggiata al muro su di un lato.  Inoltre, oggi tutti i grandi centri commerciali ........



Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....



 articolo Idraulica Bagno
Installare un box doccia freccemercoledì 7 novembre 2012      

Un box doccia o una cabina doccia può trovare la sua ideale collocazione in ogni bagno,  sia che sia posizionata in un angolo  o che si trovi appoggiata al muro su di un lato.  Inoltre, oggi tutti i grandi centri commerciali dedicati alla casa e al fai-da-te, offrono una gran quantità di soluzioni,  quasi completamente alla portata di tutte le tasche, offerte e modelli che è facile ritrovare pubblicizzati sui tanti espositori roll up presenti in tutti i grandi centri di bricolage o di prodotto per la casa. Vi è solo l’imbarazzo della scelta.

La porta di un box doccia può essere a battente, scorrevole o a soffietto e queste due ultime soluzioni sono le più indicate in caso di spazio limitato. Installare un box doccia non è una operazione particolarmente complicata dal momento che tutti sono forniti di istruzioni per il montaggio ben dettagliate. La cosa importante è che la parete cui il box è addossato deve esser e perfettamente a piombo e soprattutto impermeabile, meglio quindi se piastrellata.
prima di installare il box doccia è necessario, ovviamente, che il piatto doccia e l’impianto idraulico siano già montati e perfettamente funzionanti. Il modello piatto potrà essere sopraelevato, a livello del pavimento o incassato, in tutti i casi, prima del definitivo fissaggio, i giunti saranno stati posizionati sotto il piatto per la tenuta stagna dello scarico. L’altezza da terra dei rubinetti deve essere di almeno 120 cm, così come l’interasse tra le prese dell’acqua calda e della fredda deve essere di almeno 60 cm.

Fissare la cabina doccia
Per prima cosa è necessario assemblare la cabina alzandola sulla base e inserendo le porte scorrevoli sui binari, facendo attenzione a montarle nel verso giusto. Ovviamente questo vale anche per le porte a soffietto o per quelle a battente.
Posare sul piatto doccia la cabina appena montata, verificando con la fida livella che sia perfettamente a piombo.  Segnare poi, dal lato interno della cabina, sul muro la posizione in cui andranno praticati i fori per il fissaggio, servendosi di un pennarello a punta fine, la matita non serve perché sulle piastrelle il segno potrebbe non essere visibile,  inserito nei fori dei montanti.

Togliere la cabina doccia in modo da avere campo libero per l’esecuzione dei fori necessari al montaggio, fori da eseguire con il trapano munito di punta per muratura e, infine, inserire i tasselli nei fori appena realizzati facendo attenzione che affondino un po’ sotto la superficie delle piastrelle.
Applicare sul lato d’appoggio di ciascun montante una striscia di silicone, posizionare nuovamente il box doccia sul vano doccia e montare il tutto stringendo per bene le viti di assemblaggio. Sicuramente, dopo questa operazione un po’ di silicone avrà formato una sorta di cordone ai lati dei montanti addossati alla parete, silicone che andrà lisciato con un dito insaponato.  Regolare infine le porte come da istruzioni allegate al box.

Fissare la cabina con le viti in dotazione, coprire la testa delle viti con le apposite calotte e fissare le porte avvitandole strettamente.  Applicare ora una striscia di silicone lungo tutto il bordo del piatto della doccia e anche intorno alla base della cabina e sempre con il dito insaponato di prima, spianare il silicone. Ora non resta che completare l’opera.

Fissare il miscelatore e la colonna
La prima operazione da fare è quella di chiudere l’acqua per evitare di allagare il bagno, dopo di che smontare i tappi o i vecchi rubinetti presenti  sulle prese d’acqua calda e fredda. Avvolgere uno strato di nastro di teflon sulle filettature delle uscite dell’acqua e montare il miscelatore, avvitando i bulloni di fissaggio con una chiave inglese, avendo cura di proteggere il metallo del miscelatore con uno straccio per evitare graffi.

Fissare il portadoccetta sulla colonna, montare la colonna e posizionarla sulla parete in modo da poter segnare sulla parete, con il solito pennarello,  la posizione dei buchi di fissaggio della colonna stessa.  Forare con il trapano come fatto in precedenza per i montanti della cabina e inserire in ciascun foro un tassello ricordandosi di applicarvi sopra un po’ di silicone sigillante.
Fissare alla parete il supporto servendosi delle viti in dotazione e rimontare la colonna, fissando il supporto inferiore ai fori appena praticati, posizionarla in modo che sia perfettamente a piombo e segnare anche la posizione dei fori da praticare per il supporto superiore.   Procedere come in precedenza, sia per i fori che per i tasselli, e fissare infine il tutto.

Ultima operazione, avvitare il tubo flessibile della doccetta al rubinetto del miscelatore e posizionare la doccetta sul porta doccetta stesso. Ora, prima di utilizzare il box doccia è necessario attendere qualche ora in modo da dare tempo al silicone di  seccare completamente. E, naturalmente, ricordarsi di riaprire l’acqua.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: