Articolo Salute Sana alimentazione
Porro, proprietà e benefici freccevenerdì 10 novembre 2017      


Porro, proprietà e benefici di questa pianta, appartenente alla stessa famiglia di aglio e cipolla, ma dal sapore decisamente più delicato, che si presta a moltissime preparazioni culinarie e che, al tempo stesso, è in grado di apportare molteplici benefici alla salute. Conosciuto sin dall’antichità, il porro era ritenuto da romani ed egizi un ottimo rimedio contro il mal di gola e l’insonnia. Ovviamente i benefici non sono solo questi, ma grazie alle tante sostanze di cui è ricco, ferro, sodio, potassio, magnesio, zinco, rame, manganese, selenio, calcio e fosforo, vitamina A, vitamina B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, K e J, beta-carotene, luteina e zeaxantina, i positivi effetti sulla salute sono molteplici.  È anche ricco di aminoacidi quali l’acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, leucina, fenilalanina, istidina, isoleucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Ovviamente, come del resto è facile immaginare, il porro non è certamente la panacea per tutti i mali, e questo vale anche per tutte le altre piante medicinali, ma certamente è in grado di essere di grande aiuto nel migliorare lo stato di salute. Si sa che mangiare sano aiuta a prevenire molti acciacchi e malanni, e quindi il porro è una di quelle piante che non dovrebbero mai mancare in cucina perché, oltre a dare quel tocco in più a parecchi piatti, a partire dalle semplici insalate, è anche in grado di migliorare la salute in generale.

Le proprietà curative, come detto in precedenza, sono molteplici. In primo luogo essendo povero di calorie, dal momento che è composto per lo più di acqua, solo 61 kcal per 100 gr di prodotto, aiuta a perdere peso ed essendo ricco di fibre ha un buon effetto saziante e inoltre favorisce la buona funzionalità dell’intestino. Il porro è un efficace antibiotico naturale, grazie all’allicina, presente anche nell’aglio, sostanza che ha effetti benefici anche in caso di artrosi e dolori reumatici. Ha inoltre marcate proprietà diuretiche e lievemente lassative il che aiuta a prevenire la ritenzione idrica e a favorire la depurazione dell’organismo grazie anche all’alto contenuto di potassio.

Il porro ha marcate proprietà carminative, ovvero inibisce la formazione di gas intestinali prevenendo gonfiore addominale, meteorismo e aerofagia. Grazie ai suoi oli essenziali favorisce la digestione in quanto stimola la produzione di succhi gastrici. È amico del cuore in quanto aiuta ad abbassare il livelli di colesterolo LDL, il colesterolo cattivo, e al tempo stesso aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. È anche utile in gravidanza grazie al suo contenuto di acido folico che favorisce l’assorbimento del ferro. Infine è una buona fonte di antiossidanti che contrastano la produzione di radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche della comparsa di numerose malattie, tra cui anche quelle degenerative.

Il porro non ha nessuna controindicazione, fatta eccezione per una certa prudenza per chi soffre di pressione bassa e per i soggetti allergici al nichel, dal momento che questo metallo potrebbe essere presente nella pianta anche se in minime quantità. Per sfruttare appieno le proprietà del porro sarebbe consigliabile mangiarlo crudo, per cui aggiungendolo alle insalate, oltre ai vantaggi per la salute, ne beneficerebbe anche il palato.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Polpettine di fagioli
Lessare le patate, sbucciarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e metterle da parte. Lessare nel frattempo i fagioli, tritare il porro, sgocciolare ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

I super cibi amici della salute, ecco la classifica - giovedì 24 marzo 2016

I super cibi amici della salute, la classifica pubblicata su Preventing Chronic Disease da Jennifer Di Noia, esperta della William Paterson University di Wayne (Stati Uniti), che ha preso in considerazione 47 varietà di frutta e verdura prendendo ........

Additivi alimentari, quali sono quelli cui fare molta attenzione - lunedì 7 aprile 2014

Additivi alimentari, ve ne sono alcuni, anzi una buona fetta, che qualche perplessità la suscitano, perché possono essere anche molto pericolosi per la salute. Quelli ammessi dalla legislazione europea sono più di 300, e per legge devono essere ........

Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne - giovedì 3 marzo 2016

Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne per ottenere il massimo dei benefici per la salute. Da poco arrivata sulle nostre tavole, grazie anche alla cresciuta notorietà acquisita in quanti ultimi mesi, la curcuma è una spezia dalla ........

Una porzione di legumi tutti i giorni per ridurre il colesterolo - lunedì 14 aprile 2014

Una porzione di legumi tutti i giorni per ridurre il colesterolo,  a tutto vantaggio di arterie, cuore e cervello. Si, perché una porzione di legumi, che poi corrisponde  a 130 grammi, scelti tra fagioli, lenticchie, piselli e ceci, ........

Il latte, un alimento consigliato o da evitare? - mercoledì 13 agosto 2014

Il latte, il latte vaccino ovviamente, è oggi oggetto di una serie di riflessioni da parte non solo di coloro che preferiscono non consumare alimenti di derivazione animale, ma anche da una parte del mondo scientifico. Ritenuto un alimento ........



Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Porro, proprietà e benefici freccevenerdì 10 novembre 2017      

Porro, proprietà e benefici di questa pianta, appartenente alla stessa famiglia di aglio e cipolla, ma dal sapore decisamente più delicato, che si presta a moltissime preparazioni culinarie e che, al tempo stesso, è in grado di apportare molteplici benefici alla salute. Conosciuto sin dall’antichità, il porro era ritenuto da romani ed egizi un ottimo rimedio contro il mal di gola e l’insonnia. Ovviamente i benefici non sono solo questi, ma grazie alle tante sostanze di cui è ricco, ferro, sodio, potassio, magnesio, zinco, rame, manganese, selenio, calcio e fosforo, vitamina A, vitamina B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, K e J, beta-carotene, luteina e zeaxantina, i positivi effetti sulla salute sono molteplici.  È anche ricco di aminoacidi quali l’acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, leucina, fenilalanina, istidina, isoleucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Ovviamente, come del resto è facile immaginare, il porro non è certamente la panacea per tutti i mali, e questo vale anche per tutte le altre piante medicinali, ma certamente è in grado di essere di grande aiuto nel migliorare lo stato di salute. Si sa che mangiare sano aiuta a prevenire molti acciacchi e malanni, e quindi il porro è una di quelle piante che non dovrebbero mai mancare in cucina perché, oltre a dare quel tocco in più a parecchi piatti, a partire dalle semplici insalate, è anche in grado di migliorare la salute in generale.

Le proprietà curative, come detto in precedenza, sono molteplici. In primo luogo essendo povero di calorie, dal momento che è composto per lo più di acqua, solo 61 kcal per 100 gr di prodotto, aiuta a perdere peso ed essendo ricco di fibre ha un buon effetto saziante e inoltre favorisce la buona funzionalità dell’intestino. Il porro è un efficace antibiotico naturale, grazie all’allicina, presente anche nell’aglio, sostanza che ha effetti benefici anche in caso di artrosi e dolori reumatici. Ha inoltre marcate proprietà diuretiche e lievemente lassative il che aiuta a prevenire la ritenzione idrica e a favorire la depurazione dell’organismo grazie anche all’alto contenuto di potassio.

Il porro ha marcate proprietà carminative, ovvero inibisce la formazione di gas intestinali prevenendo gonfiore addominale, meteorismo e aerofagia. Grazie ai suoi oli essenziali favorisce la digestione in quanto stimola la produzione di succhi gastrici. È amico del cuore in quanto aiuta ad abbassare il livelli di colesterolo LDL, il colesterolo cattivo, e al tempo stesso aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. È anche utile in gravidanza grazie al suo contenuto di acido folico che favorisce l’assorbimento del ferro. Infine è una buona fonte di antiossidanti che contrastano la produzione di radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche della comparsa di numerose malattie, tra cui anche quelle degenerative.

Il porro non ha nessuna controindicazione, fatta eccezione per una certa prudenza per chi soffre di pressione bassa e per i soggetti allergici al nichel, dal momento che questo metallo potrebbe essere presente nella pianta anche se in minime quantità. Per sfruttare appieno le proprietà del porro sarebbe consigliabile mangiarlo crudo, per cui aggiungendolo alle insalate, oltre ai vantaggi per la salute, ne beneficerebbe anche il palato.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: