Articolo Salute Sana alimentazione
Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne freccegiovedì 3 marzo 2016      


Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne per ottenere il massimo dei benefici per la salute. Da poco arrivata sulle nostre tavole, grazie anche alla cresciuta notorietà acquisita in quanti ultimi mesi, la curcuma è una spezia dalla tante eccellenti proprietà che la fanno entrare a pieno titolo tra gli alimenti amici della salute. È in primo luogo un potente antinfiammatorio, consigliato quindi in tante occasioni, a partire dal dolore articolare, fino ad arrivare a quelle infiammazioni persistenti, a volte non avvertite dal paziente, che possono essere causa di problemi cardiovascolari o anche di altre malattie molto gravi. Ha il vantaggio inoltre di non avere gli effetti collaterali tipici dei FANS, per cui può essere tranquillamente assunta dai soggetti allergici a questa categoria di farmaci. È un potente antiossidante, nemico dei radicali liberi, che come ormai tutti sanno, sono i responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche della comparsa di non poche malattie, anche gravi.

Un suo utilizzo costante aiuta a mantenere sotto controllo il colesterolo LDL, il nemico del cuore, il colesterolo cattivo, che come è noto rappresenta un severo fattore di rischio cardiovascolare. Infine, ma non ultima, le sono state riconosciute, da numerose recenti ricerche, anche delle proprietà antitumorali, tanto è vero che viene spesso consigliata dagli oncologi come alimento da utilizzare tutti i giorni. In cucina può trovare una vasta possibilità di impiego, anche se ha un sapore un po’ particolare e molto deciso. Per un utilizzo salutistico ne bastano 3-5 grammi, ovvero un cucchiaino, da aggiungere di volta in volta alle pietanze. Vediamo alcuni esempi.

La si può aggiungere alle insalate, utilizzo che consente oltre tutto di eliminare il sale che è sempre meglio usare con estrema cautela perché amico della salute certamente non è. La si può aggiungere alla pasta, come per esempio un bel piatto di spaghetti alla curcuma, a fine cottura, dopo averla passata in padella per mantecarla in quanto è sempre meglio utilizzare questa spezia a crudo per evitare che alcune sue proprietà vadano perdute, per avere un piatto decisamente nuovo ed originale. Si può fare un bel risotto alla curcuma, sempre con le stesse modalità di utilizzo appena citate per la pasta, così da realizzare una alternativa al riso allo zafferano, visto che bene o male hanno un colore molto simile.

La si può aggiungere alle zuppe di pesce, come tocco finale ai vari minestroni, ad un bel piatto di lenticchie o di fagioli, oppure spolverarla su di una frittata appena tolta dalla padella, e ancora la si può aggiungere ad un centrifugato di verdure. Insomma gli utilizzi sono diversi, del resto basta sperimentare nuovi accostamenti per trovare quelli più adatti al proprio palato, cosa che spesso fanno i cuochi o le cuoche di turno. In tutti i casi, a prescindere dalla ricetta, la curcuma si rivelerà una vera amica della salute. Come al solito, basta provare per credere.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Muffin al cioccolato
Unire in una ciotola tutti gli ingredienti solidi, quindi la farina, lo zucchero, il cacao magro, il lievito, il bicarbonato e un pizzico di sale, dopo ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Olio evo, alcune delle proprietà che lo rendono un vero amico della salute - mercoledì 19 aprile 2017

Olio evo, l’olio extravergine di oliva, l’amico della salute, elemento insostituibile della dieta mediterranea, la dieta che tutto il mondo ci invidia. Un alimento speciale, unico nel suo genere, ricco di tante ottime proprietà, scientificamente ........

Acetosa, cos’è, proprietà, come utilizzarla e controindicazioni - venerdì 19 maggio 2017

L’Acetosa, o Acetosella, è una pianta officinale, spontanea in Italia, ricca di vitamina C e di altre proprietà, tuttavia va consumata con una certa cautela perché in caso di una eccessiva ingestione di foglie crude sono stati rilevati avvelenamenti ........

Il Cerfoglio, un’erba aromatica ricca di sapore e di numerose proprietà benefiche - giovedì 1 giugno 2017

Il Cerfoglio, un’erba aromatica annuale ricca di sapore e di numerose proprietà benefiche, a torto poco utilizzata, mentre invece meriterebbe una maggiore attenzione perché in grado di conferire alle pietanze un sapore veramente speciale. Non ........

I cibi perfetti per bruciare calorie - lunedì 11 agosto 2014

I cibi perfetti per bruciare calorie, quelli che aiutano a mantenersi in forma, perché consentono di far fuori quelle calorie di troppo che poi non fanno altro che accumularsi, sotto forma di massa grassa, un po’ ovunque, spianando la strada ........

Zucca, ricetta per un risotto sfizioso - lunedì 4 novembre 2013
Qualunque ricetta si scelga, la zucca è sempre un ingrediente molto promettente. Simbolo dell’autunno, verdura allegra e giocosa, si presta bene a realizzare manicaretti dolci o salati che conquisteranno adulti e piccini e che, soprattutto, costituiranno ........



Ricetta del giorno
Casarecce con crema di porri e zucca
Lavare accuratamente i porri, eliminare buona parte dello stelo verde e tagliare poi a fette sottili. Se si vuole avere un sapore più intenso, affettare ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne freccegiovedì 3 marzo 2016      

Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne per ottenere il massimo dei benefici per la salute. Da poco arrivata sulle nostre tavole, grazie anche alla cresciuta notorietà acquisita in quanti ultimi mesi, la curcuma è una spezia dalla tante eccellenti proprietà che la fanno entrare a pieno titolo tra gli alimenti amici della salute. È in primo luogo un potente antinfiammatorio, consigliato quindi in tante occasioni, a partire dal dolore articolare, fino ad arrivare a quelle infiammazioni persistenti, a volte non avvertite dal paziente, che possono essere causa di problemi cardiovascolari o anche di altre malattie molto gravi. Ha il vantaggio inoltre di non avere gli effetti collaterali tipici dei FANS, per cui può essere tranquillamente assunta dai soggetti allergici a questa categoria di farmaci. È un potente antiossidante, nemico dei radicali liberi, che come ormai tutti sanno, sono i responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche della comparsa di non poche malattie, anche gravi.

Un suo utilizzo costante aiuta a mantenere sotto controllo il colesterolo LDL, il nemico del cuore, il colesterolo cattivo, che come è noto rappresenta un severo fattore di rischio cardiovascolare. Infine, ma non ultima, le sono state riconosciute, da numerose recenti ricerche, anche delle proprietà antitumorali, tanto è vero che viene spesso consigliata dagli oncologi come alimento da utilizzare tutti i giorni. In cucina può trovare una vasta possibilità di impiego, anche se ha un sapore un po’ particolare e molto deciso. Per un utilizzo salutistico ne bastano 3-5 grammi, ovvero un cucchiaino, da aggiungere di volta in volta alle pietanze. Vediamo alcuni esempi.

La si può aggiungere alle insalate, utilizzo che consente oltre tutto di eliminare il sale che è sempre meglio usare con estrema cautela perché amico della salute certamente non è. La si può aggiungere alla pasta, come per esempio un bel piatto di spaghetti alla curcuma, a fine cottura, dopo averla passata in padella per mantecarla in quanto è sempre meglio utilizzare questa spezia a crudo per evitare che alcune sue proprietà vadano perdute, per avere un piatto decisamente nuovo ed originale. Si può fare un bel risotto alla curcuma, sempre con le stesse modalità di utilizzo appena citate per la pasta, così da realizzare una alternativa al riso allo zafferano, visto che bene o male hanno un colore molto simile.

La si può aggiungere alle zuppe di pesce, come tocco finale ai vari minestroni, ad un bel piatto di lenticchie o di fagioli, oppure spolverarla su di una frittata appena tolta dalla padella, e ancora la si può aggiungere ad un centrifugato di verdure. Insomma gli utilizzi sono diversi, del resto basta sperimentare nuovi accostamenti per trovare quelli più adatti al proprio palato, cosa che spesso fanno i cuochi o le cuoche di turno. In tutti i casi, a prescindere dalla ricetta, la curcuma si rivelerà una vera amica della salute. Come al solito, basta provare per credere.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: