Articolo Salute Salute
Prostata e alimentazione: quali alimenti fanno bene freccelunedì 29 febbraio 2016      


Prostata e alimentazione, gli alimenti benefici per la prostata, che possono prevenirne l’infiammazione. Con il trascorrere del tempo la prostata tende ad ingrossarsi. Essa ha 2 periodi di crescita nella vita di un uomo. Il Primo avviene durante la pubertà, momento in cui la prostata raddoppia di dimensione. Il secondo inizia verso i 25 anni e dura per tutta la vita. Una crescita eccessiva della prostata può essere responsabile dell’ipertrofia prostatica benigna, le cui cause non sono completamente note anche se sono diversi i fattori che intervengono in questa evoluzione di dimensioni, fattori per lo più di tipo ormonale. Anche l’alimentazione assume una importanza significativa, per cui vi sono alcuni alimenti che vanno evitati, o almeno limitati al massimo, e altri che invece possono aiutare a prevenire l’insorgenza di patologie, in particolar modo quelle infiammatorie. Vediamo quali sono gli alimenti consigliati.

  • Gli spinaci, ricchi di betacarotene e vitamina E, due sostanze che in associazione contribuiscono a ridurre il rischio di problemi alla prostata.
  • La soia e i prodotti che la contengono, che grazie all’alto contenuto di isoflavoni riducono il rischio di prostatiti e tumore alla prostata. Del resto, nei paesi asiatici dove la saia rappresenta un alimento tradizionale, sono pochi gli uomini a soffrire di questo problema.
  • I semi di zucca, anch’essi ricchi di isoflavoni e anche di fitosteroli, aiutano a prevenire problemi di ipertrofia prostatica.
  • I broccoli, grazie al loro contenuto di indoli, aiutano a ridurre il rischio prostatico. Sarebbe consigliabile mangiarli crudi in quanto, durante la cottura, i principi attivi potrebbero subire alterazioni.
  • I pomodori, ricchi di licopene, sono veri amici della prostata. La maggior concentrazione di licopene la si ottiene quando i pomodori sono cotti.
  • La cipolla, da molti considerata un vero e proprio farmaco naturale, grazie alle sue tante proprietà. Recenti ricerche avrebbero dimostrato che consumando almeno 4 cipolle a settimana è possibile ridurre il rischio di ingrossamento prostatico del 59%.
  • Il tè verde e le sue catechine, potenti antiossidanti, riduce il rischio di cancro prostatico.
  • Il tonno, così come le acciughe e il merluzzo, al pari di tutti gli altri alimenti ricchi di selenio, come ad esempio alcuni semi oleosi, aiuterebbero a ridurre il rischio di malattie prostatiche che sarebbero più probabili in caso di carenza di questo minerale.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Arrosto al latte
Passate il pezzo di carne nella farina, in modo da spolverizzarlo leggermente, poi adagiatelo in una casseruola in 40 grammi di burro caldo e fatelo rosolare ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

La tisana alle bacche di Acai per restare giovani e mantenersi in forma - venerdì 21 aprile 2017

Per restare giovani e mantenersi in forma ecco la tisana alle bacche di Acai, piccoli frutti di colore blu simili ai mirtilli provenienti dal Sud America, e come i mirtilli le bacche di Acai sono ricche di molte proprietà benefiche che le rendono ........

Cortisone, le alternative naturali più efficaci - mercoledì 24 settembre 2014

Il Cortisone, o meglio, i farmaci al cortisone sono comunemente utilizzati per curare alcune patologie, come le allergie, le infiammazioni, ma anche i dolori reumatici in quanto questi sono  la conseguenza di uno stato infiammatorio.  ........

Il latte indebolisce le ossa, lo dice un recente studio svedese - martedì 4 novembre 2014

Il latte indebolisce le ossa; è quanto sembra dimostrare un recente studio svedese che smentirebbe quindi  la convinzione radicata da anni che invece si tratta di un alimento indispensabile per la salute dell’apparato scheletrico. Lo studio ........

Il diabete, un nemico invisibile e pericoloso - lunedì 24 novembre 2014

Il diabete, un nemico invisibile e pericoloso, causa di non pochi problemi di salute, anche gravi, di cui a volte è difficile accorgersi. Si calcola infatti che il 50% dei diabetici non sono a conoscenza del loro stato, perché sottovalutano ........

Aria nella pancia? Perché e come eliminarla - giovedì 25 febbraio 2016

Aria nella pancia? Un problema per molti, per il 15-20% della popolazione mondiale, dal momento che si tratta di un disturbo funzionale, le cui cause possono essere molteplici. A parte cause riconducibili ad altre patologie, come ad esempio ........



Ricetta del giorno
Broccoli al vapore con speck e olive
Iniziare con il mettere a bollire due dita d’acqua nella pentola con l’inserto per la cottura a vapore quindi passare a dividere le cimette dei broccoli ....



 articolo Salute Salute
Prostata e alimentazione: quali alimenti fanno bene freccelunedì 29 febbraio 2016      

Prostata e alimentazione, gli alimenti benefici per la prostata, che possono prevenirne l’infiammazione. Con il trascorrere del tempo la prostata tende ad ingrossarsi. Essa ha 2 periodi di crescita nella vita di un uomo. Il Primo avviene durante la pubertà, momento in cui la prostata raddoppia di dimensione. Il secondo inizia verso i 25 anni e dura per tutta la vita. Una crescita eccessiva della prostata può essere responsabile dell’ipertrofia prostatica benigna, le cui cause non sono completamente note anche se sono diversi i fattori che intervengono in questa evoluzione di dimensioni, fattori per lo più di tipo ormonale. Anche l’alimentazione assume una importanza significativa, per cui vi sono alcuni alimenti che vanno evitati, o almeno limitati al massimo, e altri che invece possono aiutare a prevenire l’insorgenza di patologie, in particolar modo quelle infiammatorie. Vediamo quali sono gli alimenti consigliati.

  • Gli spinaci, ricchi di betacarotene e vitamina E, due sostanze che in associazione contribuiscono a ridurre il rischio di problemi alla prostata.
  • La soia e i prodotti che la contengono, che grazie all’alto contenuto di isoflavoni riducono il rischio di prostatiti e tumore alla prostata. Del resto, nei paesi asiatici dove la saia rappresenta un alimento tradizionale, sono pochi gli uomini a soffrire di questo problema.
  • I semi di zucca, anch’essi ricchi di isoflavoni e anche di fitosteroli, aiutano a prevenire problemi di ipertrofia prostatica.
  • I broccoli, grazie al loro contenuto di indoli, aiutano a ridurre il rischio prostatico. Sarebbe consigliabile mangiarli crudi in quanto, durante la cottura, i principi attivi potrebbero subire alterazioni.
  • I pomodori, ricchi di licopene, sono veri amici della prostata. La maggior concentrazione di licopene la si ottiene quando i pomodori sono cotti.
  • La cipolla, da molti considerata un vero e proprio farmaco naturale, grazie alle sue tante proprietà. Recenti ricerche avrebbero dimostrato che consumando almeno 4 cipolle a settimana è possibile ridurre il rischio di ingrossamento prostatico del 59%.
  • Il tè verde e le sue catechine, potenti antiossidanti, riduce il rischio di cancro prostatico.
  • Il tonno, così come le acciughe e il merluzzo, al pari di tutti gli altri alimenti ricchi di selenio, come ad esempio alcuni semi oleosi, aiuterebbero a ridurre il rischio di malattie prostatiche che sarebbero più probabili in caso di carenza di questo minerale.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: