Articolo Benessere Salute
Curarsi con l'alloro freccelunedì 22 dicembre 2014      


L’alloro è una pianta largamente usata in cucina. Pochi sanno che dalle sue bacche e foglie si ottengono ottimi decotti che attenuano i dolori di stomaco, febbre e sintomi di raffreddamento. Quindi è possibile curarsi con l’alloro! L’alloro era considerata dagli antichi fonte di benessere e di salute per tutto il corpo. E’ una pianta ricca di oli essenziali, le cui foglie e bacche, utilizzate come infuso, curano diversi disturbi. In quest’articolo vi illustrerò come preparare un infuso per combattere il mal di stomaco ed uno per alleviare la febbre e i sintomi di un raffreddore.

Il decotto per il mal di stomaco può essere anche un rimedio alle abbuffate natalizie. Tuttavia lo potrete ingerire se non siete affetti da patologie gravi. Curarsi con l’alloro rientra tra i tipici rimedi della nonna, che sono privi di effetti collaterali. Tuttavia, i rimedi che vi indicherò, soprattutto per il mal di stomaco, cureranno quei dolori passeggeri causati da ansia o legati alla cattiva digestione. Se il dolore non passa, vi consiglio di rivolgervi al vostro medico, che dopo avervi fatto eseguire un accurato controllo, potrà capire le cause e vi indicherà i farmaci giusti. Per curarsi con l’alloro, dovrete preparare un decotto. Per prepararlo dovrete acquistare delle foglie di alloro, acqua, zucchero, buccia di limone.

Le foglie di alloro le potrete reperire nelle erboristerie. Per l’infuso è consigliabile usare foglie fresche o essiccate. Dopo averle acquistate lavatele e asciugatele per bene. Se lo dovrete essiccare, disponetelo su un telo e collocatelo in un luogo buio e asciutto. Mi raccomando girate le foglie. Ora procedete alla preparazione dell’infuso. Prendete un pentolino e riempitelo con 120 ml di acqua. Fate bollire l’acqua e poi prendete tre tazze e versateci l’acqua. Ora buttate in ogni tazza una foglia ed aggiungete una scorza di limone. Bevetelo caldo ed aggiungeteci a vostro piacimento un po’ di zucchero.

Questa pianta cura anche i sintomi da raffreddamento e febbre. Per curarsi con l’alloro preparate un semplice decotto. Acquistate le foglie di alloro, l’anice, del miele o dello zucchero e propoli. L’anice scioglierà il catarro e libererà le vie respiratorie. I propoli sono un disinfettante naturale che combatterà il mal di gola. Riempite un pentolino d’acqua e portatela ad ebollizione, poi buttate tre foglie di alloro. Lasciate l’acqua con le foglie di alloro a riposare per 10-15 minuti. A fuoco spento aggiungete 2 cucchiaini di anice. Lasciate decantare. A distanza di poco tempo noterete che il liquido è diventato color ottone.

Se osserverete ciò, munitevi di un colino e procedete a filtrarlo. Prima di bere il vostro infuso, aggiungete 4 gocce di propoli per tazza. Vi consiglio di berlo tiepido e 3-5 tazze al giorno. Curarsi con l’alloro gioverà al vostro apparato digerente ed anche all’apparato respiratorio. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

I fiori di Bach - Incontro con l'omeopatia e gli stati d'animo - lunedì 27 gennaio 2014
Edward Bach incontrò per la prima volta l’omeopatia leggendo l’opera Organon, di Samuel Hahnemann, fondatore dell’omeopatia. Per lui fu una rivelazione sbalorditiva: un secolo prima, Hahnemann, aveva scoperto la relazione tra le malattie croniche ........

I fiori di Bach - Elm - martedì 3 giugno 2014
<b>Olmo inglese</b> (Ulmus procera) Albero molto diffuso in Inghilterra, ma le sue origini, probabili, ma non certe, sono attribuite alla Spagna. In Italia, è molto raro trovarlo, sebbene, a volte, lo si possa vedere in qualche giardino ........

Emicrania con aura: come curare un terribile mal di testa - venerdì 9 agosto 2013
L’emicrania consiste in un dolore lancinante a livello della testa, e la sofferenza è spesso così forte che impedisce di mandare avanti le proprie attività quotidiane. Spesso, prima ancora che scoppi il vero e proprio mal di testa, vi sono avvisaglie ........

Aneto, usi e proprietà - lunedì 9 aprile 2018

L’Aneto è una pianta aromatica utilizzata in cucina per insaporire un gran numero di pietanze, tuttavia in Italia, contrariamente a quanto avviene in altri paesi, non è utilizzata spesso, a torto probabilmente, perché il suo sapore a metà strada ........

Cottura giusta, Dipende da cosa mangiamo - giovedì 26 settembre 2013
Molto spesso in cucina ci limitiamo a cuocere, anzichè scegliere la cottura più giusta per ciò che prepariamo. Durante la cottura le caratteristiche dei cibi vengono modificate non solo a livello di consistenza e sapore, ma anche per quanto riguarda ........



Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....



 articolo Benessere Salute
Curarsi con l'alloro freccelunedì 22 dicembre 2014      

L’alloro è una pianta largamente usata in cucina. Pochi sanno che dalle sue bacche e foglie si ottengono ottimi decotti che attenuano i dolori di stomaco, febbre e sintomi di raffreddamento. Quindi è possibile curarsi con l’alloro! L’alloro era considerata dagli antichi fonte di benessere e di salute per tutto il corpo. E’ una pianta ricca di oli essenziali, le cui foglie e bacche, utilizzate come infuso, curano diversi disturbi. In quest’articolo vi illustrerò come preparare un infuso per combattere il mal di stomaco ed uno per alleviare la febbre e i sintomi di un raffreddore.

Il decotto per il mal di stomaco può essere anche un rimedio alle abbuffate natalizie. Tuttavia lo potrete ingerire se non siete affetti da patologie gravi. Curarsi con l’alloro rientra tra i tipici rimedi della nonna, che sono privi di effetti collaterali. Tuttavia, i rimedi che vi indicherò, soprattutto per il mal di stomaco, cureranno quei dolori passeggeri causati da ansia o legati alla cattiva digestione. Se il dolore non passa, vi consiglio di rivolgervi al vostro medico, che dopo avervi fatto eseguire un accurato controllo, potrà capire le cause e vi indicherà i farmaci giusti. Per curarsi con l’alloro, dovrete preparare un decotto. Per prepararlo dovrete acquistare delle foglie di alloro, acqua, zucchero, buccia di limone.

Le foglie di alloro le potrete reperire nelle erboristerie. Per l’infuso è consigliabile usare foglie fresche o essiccate. Dopo averle acquistate lavatele e asciugatele per bene. Se lo dovrete essiccare, disponetelo su un telo e collocatelo in un luogo buio e asciutto. Mi raccomando girate le foglie. Ora procedete alla preparazione dell’infuso. Prendete un pentolino e riempitelo con 120 ml di acqua. Fate bollire l’acqua e poi prendete tre tazze e versateci l’acqua. Ora buttate in ogni tazza una foglia ed aggiungete una scorza di limone. Bevetelo caldo ed aggiungeteci a vostro piacimento un po’ di zucchero.

Questa pianta cura anche i sintomi da raffreddamento e febbre. Per curarsi con l’alloro preparate un semplice decotto. Acquistate le foglie di alloro, l’anice, del miele o dello zucchero e propoli. L’anice scioglierà il catarro e libererà le vie respiratorie. I propoli sono un disinfettante naturale che combatterà il mal di gola. Riempite un pentolino d’acqua e portatela ad ebollizione, poi buttate tre foglie di alloro. Lasciate l’acqua con le foglie di alloro a riposare per 10-15 minuti. A fuoco spento aggiungete 2 cucchiaini di anice. Lasciate decantare. A distanza di poco tempo noterete che il liquido è diventato color ottone.

Se osserverete ciò, munitevi di un colino e procedete a filtrarlo. Prima di bere il vostro infuso, aggiungete 4 gocce di propoli per tazza. Vi consiglio di berlo tiepido e 3-5 tazze al giorno. Curarsi con l’alloro gioverà al vostro apparato digerente ed anche all’apparato respiratorio. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: