Articolo Benessere Salute
Polvere di maca: tutte le propietà freccesabato 13 dicembre 2014      


La maca è una graziosa pianticella che cresce sulle Ande in Perù ad un altezza di 3500 metri. È nota fin dall'antichità per le sue qualità in campo medico, tanto che gli indigeni locali ne facevano grande uso. Gli infusi vengono preparati quasi tutti dalla radice, che ricorda molto il ginseng. In questa guida prenderemo quindi in esame la polvere di maca prodotta dalle radici, in modo da poterne elencare le proprietà.

Vale la pena di ricordare che da un punto di vista nutrizionale, questa pianta è ricchissima di proprietà, essendo ricca di sali minerali, amminoacidi, vitamine, fibre e carboidrati. Inoltre è anche un forte stimolante mentale, molto adatto a chi studia e privo di qualsiasi effetti (al contrario della caffeina). Funziona anche come stimolante sessuale, essendo una piante afrodisiaca. L'effetto sulla sessualità coinvolge sia l'uomo che la donna, e questo la rende particolarmente indicata per le coppie desiderose di avere figli, perché 'sveglia', e non di poco, gli spermatozoi.

In commercio possiamo trovare la maca o come polvere o come pastiglie, essendo la pianta non troppo utilizzata nei nostri orti o giardini. Quasi tutte le erboristerie la hanno a disposizione, per gli usi che abbiamo sopra indicato. La polvere, come spiegato, è ottenuta dalle radici, che devono essere lasciate essiccare al sole e poi macinate. Durante questa lavorazione non viene assolutamente aggiunto nulla, poiché la maca offre il suo massimo rendimento quando è pura. La polvere può essere ingerita diluita nell'acqua, nel succo di frutta o anche nel latte a colazione, i modo che possa in breve tempo essere assimilata dall'organismo che ne potrà beneficiare. Si può tranquillamente mangiare nelle zuppe o mescolare nel ragù, poiché si tratta di un alimento completamente naturale e di cui l'organismo trae beneficio. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Spaghetti aglio, olio, curcuma e pistacchi
Sgusciare i pistacchi, metterli sul tagliere e sminuzzarli con il coltello.
Intanto mettere a bollire l’acqua per la cottura della pasta. Una volta ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Aneto, usi e proprietà - lunedì 9 aprile 2018

L’Aneto è una pianta aromatica utilizzata in cucina per insaporire un gran numero di pietanze, tuttavia in Italia, contrariamente a quanto avviene in altri paesi, non è utilizzata spesso, a torto probabilmente, perché il suo sapore a metà strada ........

Le erbe: Correggiola e Quercia - venerdì 20 dicembre 2013
In questo articolo sulle erbe, vengono trattate la Correggiola (Centinodia) e la Quercia (Farnia). Correggiola: famiglia: Poligonaceae genere: Polygonum specie: Aviculare nome scientifico: Polygonum aviculare Dove vive: la correggiola cresce ........

Le erbe: Parietaria e Artemisia - martedì 17 dicembre 2013
La Parietaria e l’Artemisia, sono le erbe che tratteremo in questo articolo. Parietaria: famiglia: Urticaceae genere: Parietaria specie: Officinalis nome scientifico: Parietaria officinalis E’ conosciuta anche come erba vetriola. Dove vive: ........

Malattie infantili: conoscenze, riconoscimenti ed approfondimenti - domenica 6 ottobre 2013
È importante sapere quando si ha a che fare con i bambini il tipo di malattie cui si va incontro con il trascorrere dei primi mesi/anni di vita e per questo occorre un approfondimento per saperle riconoscere: le principali malattie infantili sono ........

Come evitare di ingrassare quando si assume la pillola contraccettiva - giovedì 8 agosto 2013
Oggetto di molti studi è il legame che può esserci tra l’uso di contraccettivi orali e un aumento più o meno consistente di peso. Le conclusioni di tali analisi portano la pillola sul banco degli imputati, ‘colpevole’ di provocare l’aumento di ........



Ricetta del giorno
Vermicelli alla siracusana
Lavare il peperone, eliminare i semi interni, passarlo sulla griglia per abbrustolirlo, dopo di che eliminare la buccia.
Lavare la melanzana, asciugarla ....



 articolo Benessere Salute
Polvere di maca: tutte le propietà freccesabato 13 dicembre 2014      

La maca è una graziosa pianticella che cresce sulle Ande in Perù ad un altezza di 3500 metri. È nota fin dall'antichità per le sue qualità in campo medico, tanto che gli indigeni locali ne facevano grande uso. Gli infusi vengono preparati quasi tutti dalla radice, che ricorda molto il ginseng. In questa guida prenderemo quindi in esame la polvere di maca prodotta dalle radici, in modo da poterne elencare le proprietà.

Vale la pena di ricordare che da un punto di vista nutrizionale, questa pianta è ricchissima di proprietà, essendo ricca di sali minerali, amminoacidi, vitamine, fibre e carboidrati. Inoltre è anche un forte stimolante mentale, molto adatto a chi studia e privo di qualsiasi effetti (al contrario della caffeina). Funziona anche come stimolante sessuale, essendo una piante afrodisiaca. L'effetto sulla sessualità coinvolge sia l'uomo che la donna, e questo la rende particolarmente indicata per le coppie desiderose di avere figli, perché 'sveglia', e non di poco, gli spermatozoi.

In commercio possiamo trovare la maca o come polvere o come pastiglie, essendo la pianta non troppo utilizzata nei nostri orti o giardini. Quasi tutte le erboristerie la hanno a disposizione, per gli usi che abbiamo sopra indicato. La polvere, come spiegato, è ottenuta dalle radici, che devono essere lasciate essiccare al sole e poi macinate. Durante questa lavorazione non viene assolutamente aggiunto nulla, poiché la maca offre il suo massimo rendimento quando è pura. La polvere può essere ingerita diluita nell'acqua, nel succo di frutta o anche nel latte a colazione, i modo che possa in breve tempo essere assimilata dall'organismo che ne potrà beneficiare. Si può tranquillamente mangiare nelle zuppe o mescolare nel ragù, poiché si tratta di un alimento completamente naturale e di cui l'organismo trae beneficio. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: