Articolo Salute Sana alimentazione
Alimenti vegetali ricchi di ferro freccelunedì 10 novembre 2014      


Alimenti vegetali ricchi di ferro che possono quindi essere perfettamente alternativi alla carne, anzi certamente migliori, in quanto il ferro in essi contenuto non è pericoloso per la salute come invece è quello contenuto nella carne rossa, ma anche in altri tipi di carne. Recenti ricerche hanno lanciato l’allarme sulla pericolosità del "ferro eme", quello appunto contenuto nella carne, mentre il ferro contenuto negli alimenti vegetali  è del tutto innocuo. Va detto che la quantità di ferro contenuta negli alimenti vegetali è inferiore a quella della carne, ma di qualità migliore. Basta solo sapersi organizzare e scegliere gli alimenti giusti, considerando che il fabbisogno giornaliero di ferro è di 10mg al giorno per l’uomo e 18 mg al giorno per le donne, 30mg se in gravidanza.

Nella tabella seguente è indicato il contenuto di ferro, per 100 gr di prodotto, di un gran numero si alimenti vegetali, così che ciascuno può calcolare le quantità da assumere nell’arco della giornata.

  • Spirulina (28,5 mg): si tratta di un’alga dalle eccellenti proprietà nutrizionali, ricca anche di proteine e Sali minerali in particolare ferro, potassio, magnesio, rame e selenio, vitamine E, A e quelle del gruppo B.
  • Cacao (14,3 mg): i golosi saranno quindi contenti;
  • Semi di sesamo (10,4 mg): ricchi anche di calcio;
  • Cannellini (10,4 mg): eccellente fonte di proteine;
  • Germe di grano (10 mg): va utilizzato sempre a crudo;
  • Semi di zucca (8,8 mg): trovano una vasta possibilità di impiego come aggiunti alle insalate o anche macinati da spolverizzare su piatti di verdure, cereali o legumi;
  • Lenticchie (rosse e verdi) (7,5 mg): anch’esse fonte di proteine perfettamente alternative a quelle della carne;.
  • Anacardi (6,7 mg);
  • Ceci (6,2 mg): anche in questo caso un carico di proteine;
  • Pinoli (5,5 mg);
  • Borlotti (5 mg);
  • Cioccolato fondente (5 mg);
  • Fagioli neri (5 mg);
  • Avena (4,7 mg): un ottimo cereale, buono in tante occasioni;
  • Quinoa (4,6 mg): è privo di glutine, quindi adatto anche ai celiaci;
  • Piselli secchi (4,4 mg);
  • Pistacchi (3,9 mg); una vera bontà da non sottovalutare, e dalle tante applicazioni in cucina;
  • Mandorle (3,7 mg);
  • Noci di Macadamia (3,7 mg);
  • Orzo decorticato (3,6 mg);
  • Prugne secche (3,52 mg);
  • Miglio (3 mg).

Come si vede, la scelta è vasta, ma vi sono anche tanti altri vegetali che, in varia misura, contengono ferro, calcio, proteine, e altro ancora, insomma tutto ciò che serve per essere sempre in buona salute.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Involtini di verza con riso integrale e seitan
Per preparare il riso.
Mettete l'olio e gli aromi in una pentola completamente in acciaio, che non presenti alcuna parte né in plastica, né in ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Una porzione di legumi tutti i giorni per ridurre il colesterolo - lunedì 14 aprile 2014

Una porzione di legumi tutti i giorni per ridurre il colesterolo,  a tutto vantaggio di arterie, cuore e cervello. Si, perché una porzione di legumi, che poi corrisponde  a 130 grammi, scelti tra fagioli, lenticchie, piselli e ceci, ........

Uva, una miniera di salute - martedì 1 ottobre 2013
Conviene approfittare dell’autunno per fare il pieno d’uva, una vera e propria miniera di salute. E’tempo di vendemmia ormai, nei luoghi scampati alla tecnologizzazione i vigneti si riempiono di colori, gli stivali affondano nella terra quasi ........

Come prevenire il tumore alla prostata grazie alla sana alimentazione - lunedì 2 dicembre 2013
Sembra fantascienza ma in realtà diversi tumori vengono generati da ciò che mangiamo e dal tipo di nutrizione, errata, che spesso abbiamo. Il tumore alla prostata, che purtroppo attacca gran parte degli uomini superati i 50 anni, non è da meno, ........

Il riso integrale, decisamente meglio del riso bianco - venerdì 18 marzo 2016

Il riso integrale, decisamente meglio del riso bianco, proprio perché durante la lavorazione cui viene sottoposto il riso per ottenere quello bianco, si perdono la maggior parte delle sostanze nutritive utili all’organismo. Il suo solo vantaggio ........

I polifenoli, un aiuto contro invecchiamento e sviluppo dei tumori - martedì 26 agosto 2014

I polifenoli, un aiuto contro invecchiamento e viluppo dei tumori, sono sostanze naturali presenti  negli alimenti di origine vegetale, tra queste anche il vino, una ragione in più per rendere frutta e verdura sempre più protagoniste delle ........



Ricetta del giorno
Scorze di limone caramellate
Lavare accuratamente i limoni in modo da liberarli da eventuali tracce di pesticidi o altre sostanze chimiche. Pelare i limoni in modo che la scorza sia ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Alimenti vegetali ricchi di ferro freccelunedì 10 novembre 2014      

Alimenti vegetali ricchi di ferro che possono quindi essere perfettamente alternativi alla carne, anzi certamente migliori, in quanto il ferro in essi contenuto non è pericoloso per la salute come invece è quello contenuto nella carne rossa, ma anche in altri tipi di carne. Recenti ricerche hanno lanciato l’allarme sulla pericolosità del "ferro eme", quello appunto contenuto nella carne, mentre il ferro contenuto negli alimenti vegetali  è del tutto innocuo. Va detto che la quantità di ferro contenuta negli alimenti vegetali è inferiore a quella della carne, ma di qualità migliore. Basta solo sapersi organizzare e scegliere gli alimenti giusti, considerando che il fabbisogno giornaliero di ferro è di 10mg al giorno per l’uomo e 18 mg al giorno per le donne, 30mg se in gravidanza.

Nella tabella seguente è indicato il contenuto di ferro, per 100 gr di prodotto, di un gran numero si alimenti vegetali, così che ciascuno può calcolare le quantità da assumere nell’arco della giornata.

  • Spirulina (28,5 mg): si tratta di un’alga dalle eccellenti proprietà nutrizionali, ricca anche di proteine e Sali minerali in particolare ferro, potassio, magnesio, rame e selenio, vitamine E, A e quelle del gruppo B.
  • Cacao (14,3 mg): i golosi saranno quindi contenti;
  • Semi di sesamo (10,4 mg): ricchi anche di calcio;
  • Cannellini (10,4 mg): eccellente fonte di proteine;
  • Germe di grano (10 mg): va utilizzato sempre a crudo;
  • Semi di zucca (8,8 mg): trovano una vasta possibilità di impiego come aggiunti alle insalate o anche macinati da spolverizzare su piatti di verdure, cereali o legumi;
  • Lenticchie (rosse e verdi) (7,5 mg): anch’esse fonte di proteine perfettamente alternative a quelle della carne;.
  • Anacardi (6,7 mg);
  • Ceci (6,2 mg): anche in questo caso un carico di proteine;
  • Pinoli (5,5 mg);
  • Borlotti (5 mg);
  • Cioccolato fondente (5 mg);
  • Fagioli neri (5 mg);
  • Avena (4,7 mg): un ottimo cereale, buono in tante occasioni;
  • Quinoa (4,6 mg): è privo di glutine, quindi adatto anche ai celiaci;
  • Piselli secchi (4,4 mg);
  • Pistacchi (3,9 mg); una vera bontà da non sottovalutare, e dalle tante applicazioni in cucina;
  • Mandorle (3,7 mg);
  • Noci di Macadamia (3,7 mg);
  • Orzo decorticato (3,6 mg);
  • Prugne secche (3,52 mg);
  • Miglio (3 mg).

Come si vede, la scelta è vasta, ma vi sono anche tanti altri vegetali che, in varia misura, contengono ferro, calcio, proteine, e altro ancora, insomma tutto ciò che serve per essere sempre in buona salute.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: