Articolo Salute Salute
Le bibite gassate e zuccherate fanno invecchiare al pari del fumo freccemercoledì 5 novembre 2014      


Le bibite gassate e zuccherate fanno invecchiare al pari del fumo,  come  dimostra un recente studio condotto dai ricercatori dell’University of California di San Francisco, pubblicato sull’American Journal of Public Health. Che le bibite gassate e zuccherate fossero dannose per la salute è ormai noto da tempo, perché rappresentano un vero attentato  alla forma fisica e ai livelli degli zuccheri nel sangue. Ma nonostante la ricerca scientifica lo abbia ormai dimostrato da diversi anni, se ne continuano a consumare in quantità eccessiva, quasi come se il problema non sussistesse.

Ora, grazie alla ricerca citata in precedenza, si è aggiunto anche un altro motivo più che valido per evitare di consumare tali bevande. Infatti sembra che possano accelerare il processo di invecchiamento cellulare, in sostanza avere lo stesso effetto dei radicali liberi che semmai si cerca di contrastare con una alimentazione adeguata, senza poi rendersi conto che si vanificano gli sforzi fatti bevendo anche solo una lattina al giorno di queste bevande. Eppure di alternative dissetanti ne esistono in abbondanza, a partire semmai da un bel bicchiere di acqua e limone, oppure da tante bibite centrifugate che è possibile con poca spesa fare in casa, bibite che rappresentano un pieno di salute.

Tornando alla ricerca in oggetto, i loro autori hanno analizzato campioni del DNA di circa 5000 soggetti volontari tra i 20 e i 65 anni e hanno potuto constatare che  coloro che erano soliti bere un paio di lattine al giorno di bevande gassate e zuccherate presentavano delle variazioni del DNA che corrispondevano ad un invecchiamento di circa 5 anni, invecchiamento che si riduceva a 2 per coloro che invece erano soliti consumare una sola lattina di tali bevande nel corso della giornata. In sostanza, un invecchiamento precoce equiparabile a quanto avviene nei fumatori.

A mostrare la mutazione erano i telomeri, la parte finale dei cromosomi che svolgono una funzione di protezione. Tali telomeri si presentavano più corti del normale e una condizione del genere più esporre il DNA stesso a mutazioni ben più gravi, privo come è di parte della sua protezione naturale. Del resto, è noto ormai da tempo che l’invecchiamento cellulare, o anche solo una qualsiasi mutazione del DNA, può esporre il soggetto alla comparsa di un tumore, cosa che del resto capita anche  in presenza di troppi radicali liberi.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Broccoli marinati
Immergere i broccoli in acqua salata in modo che possano assorbire bene l’acqua e quindi asciugarli bene.
Schiacciare 4 spicchi d'aglio con lo schiaccia ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

È vero che il latte fa male? - mercoledì 16 dicembre 2015

È vero che il latte fa male? Come al solito, quando si tratta di questioni del genere, esistono due fazioni, ovvero i favorevoli e i contrari, e infatti non tutti gli esperti sono d’accordo su questo argomento. Eppure il latte vaccino è uno ........

Vaccinazione antinfluenzale: chi deve farla e perché - lunedì 18 novembre 2013

La campagna di vaccinazione antinfluenzale è iniziata in questi giorni in tutto il Paese in particolar modo per i soggetti a rischio, per i quali vaccinarsi non è solo raccomandato, ma è quasi un obbligo. A causa della vicenda  dei vaccini ........

Cortisone, le alternative naturali più efficaci - mercoledì 24 settembre 2014

Il Cortisone, o meglio, i farmaci al cortisone sono comunemente utilizzati per curare alcune patologie, come le allergie, le infiammazioni, ma anche i dolori reumatici in quanto questi sono  la conseguenza di uno stato infiammatorio.  ........

La tisana alle bacche di Acai per restare giovani e mantenersi in forma - venerdì 21 aprile 2017

Per restare giovani e mantenersi in forma ecco la tisana alle bacche di Acai, piccoli frutti di colore blu simili ai mirtilli provenienti dal Sud America, e come i mirtilli le bacche di Acai sono ricche di molte proprietà benefiche che le rendono ........

5 Caffè al giorno salvano la vita - mercoledì 16 dicembre 2015

5 caffè al giorno salvano la vita, ridurrebbero il rischio di morte prematura. Secondo una ricerca condotta dall’Harvard University, ricerca che ha seguito per 30 anni la storia clinica di 200mila pazienti volontari, 160mila donne e ........



Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....



 articolo Salute Salute
Le bibite gassate e zuccherate fanno invecchiare al pari del fumo freccemercoledì 5 novembre 2014      

Le bibite gassate e zuccherate fanno invecchiare al pari del fumo,  come  dimostra un recente studio condotto dai ricercatori dell’University of California di San Francisco, pubblicato sull’American Journal of Public Health. Che le bibite gassate e zuccherate fossero dannose per la salute è ormai noto da tempo, perché rappresentano un vero attentato  alla forma fisica e ai livelli degli zuccheri nel sangue. Ma nonostante la ricerca scientifica lo abbia ormai dimostrato da diversi anni, se ne continuano a consumare in quantità eccessiva, quasi come se il problema non sussistesse.

Ora, grazie alla ricerca citata in precedenza, si è aggiunto anche un altro motivo più che valido per evitare di consumare tali bevande. Infatti sembra che possano accelerare il processo di invecchiamento cellulare, in sostanza avere lo stesso effetto dei radicali liberi che semmai si cerca di contrastare con una alimentazione adeguata, senza poi rendersi conto che si vanificano gli sforzi fatti bevendo anche solo una lattina al giorno di queste bevande. Eppure di alternative dissetanti ne esistono in abbondanza, a partire semmai da un bel bicchiere di acqua e limone, oppure da tante bibite centrifugate che è possibile con poca spesa fare in casa, bibite che rappresentano un pieno di salute.

Tornando alla ricerca in oggetto, i loro autori hanno analizzato campioni del DNA di circa 5000 soggetti volontari tra i 20 e i 65 anni e hanno potuto constatare che  coloro che erano soliti bere un paio di lattine al giorno di bevande gassate e zuccherate presentavano delle variazioni del DNA che corrispondevano ad un invecchiamento di circa 5 anni, invecchiamento che si riduceva a 2 per coloro che invece erano soliti consumare una sola lattina di tali bevande nel corso della giornata. In sostanza, un invecchiamento precoce equiparabile a quanto avviene nei fumatori.

A mostrare la mutazione erano i telomeri, la parte finale dei cromosomi che svolgono una funzione di protezione. Tali telomeri si presentavano più corti del normale e una condizione del genere più esporre il DNA stesso a mutazioni ben più gravi, privo come è di parte della sua protezione naturale. Del resto, è noto ormai da tempo che l’invecchiamento cellulare, o anche solo una qualsiasi mutazione del DNA, può esporre il soggetto alla comparsa di un tumore, cosa che del resto capita anche  in presenza di troppi radicali liberi.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: