Articolo Riciclo Il mondo del riciclo
Come riadoperare le vecchie macchine da cucire freccegiovedì 18 settembre 2014      


Le vecchie macchine da cucire potrebbero all'apparenza sembrare inutili e ormai prive di valore, visto che se non sono funzionanti è quasi impossibile ripararle perché i pezzi di ricambio sono in disuso, vediamo quindi come saperle riutilizzare, senza doverle quindi necessariamente gettare via. Con qualche nozione di bricolage e un po di pazienza, la macchina da cucire può diventare un grazioso e decorativo mobile vintage, che darebbe nuovo lustro a un oggetto che sarebbe inutilizzato ma che ci piangerebbe il cuore dar via perché ci evoca lontani ricordi o perché lasciatoci da una vecchia zia o da una nonna a cui eravamo affezionati.

Generalmente i mobili della macchina da cucire sono in legno, e già questo è un bene, poiché ormai, causa la crisi economica sono sempre più rari i mobili in legno. Questo legno può quindi essere riadoperato in una miriade di soluzioni accattivanti. Con un apposito cacciavite possiamo estrarre la cucitrice e salvare l'intero mobile, che come spiegato prima può essere utilizzato come credenza. La parte rimasta vuota può essere sostituita con una tavola che dobbiamo dovutamente riporre sul piano. Il mobile può essere utile sia per il ripostiglio sia per il soggiorno, se vogliamo creare un ambiente vintage, cosa che va molto di moda in questi tempi.

Se si vuole conservare l'intera struttura, macchina compresa, per ricordo e come decoro per la casa, basta riverniciare il tutto con i colori da legno e quelli per il metallo, per ridarle nuova vita. In pratica l'intera struttura va restaurata, cosa che potrebbe essere molto divertente se si fa in famiglia, magari con i propri bambini. In pochi passi eviteremo quindi di gettare via qualcosa che può ancora esserci utile, evitando di inquinare il nostro ambiente e risparmiando qualche soldo per i mobili. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Raccolta differenziata porta a porta, cosa comporta? - giovedì 31 ottobre 2013
In queste settimane il Comune di Roma, come i comuni di tante altre città, ha dato il via all’adeguamento delle sue circoscrizioni alla Pap, raccolta differenziata porta a porta. Un sistema di gestione dei rifiuti che contempla il ritiro dei nostri ........

Come fare un quadro con i rotolini di cartone - lunedì 8 settembre 2014
I rotolini di cartone, al contrario di quanto si possa immaginare, si possono riutilizzare per fare un quadro. Quando finisce lo scottex o la carta igienica si rimane con quei rotolini di cartone che a prima vista sembrano inutili e quindi destinati ........

La settimana del baratto - mercoledì 13 novembre 2013
La prossima settimana da Lunedì 18 a domenica 24 si svolgerà la quinta edizione della settimana del baratto. Questa interessantissima iniziativa vuole ridare valore all’aspetto umano dell’ospitalità liberandolo dal denaro e per questo, in accordo ........

Come impiegare nuovamente le lampadine usate - mercoledì 3 settembre 2014
Perchè gettare via le lampadine usate? Forse perché ormai non ci sono più di alcuna utilità? Niente di più sbagliato, poiché anche l'oggetto più inutile può trasformarsi in qualcosa di utile arricchendo la nostra mente e non facendoci spendere ........

Come ridurre la quantità di rifiuti di plastica - venerdì 25 ottobre 2013
Oggigiorno quello dei troppi rifiuti, e specialmente dei rifiuti generati dal troppo abbondante utilizzo della plastica, genera una quantità di inquinamento tale che il nostro pianeta non è più in grado di risolvere. ........



Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....



 articolo Riciclo Il mondo del riciclo
Come riadoperare le vecchie macchine da cucire freccegiovedì 18 settembre 2014      

Le vecchie macchine da cucire potrebbero all'apparenza sembrare inutili e ormai prive di valore, visto che se non sono funzionanti è quasi impossibile ripararle perché i pezzi di ricambio sono in disuso, vediamo quindi come saperle riutilizzare, senza doverle quindi necessariamente gettare via. Con qualche nozione di bricolage e un po di pazienza, la macchina da cucire può diventare un grazioso e decorativo mobile vintage, che darebbe nuovo lustro a un oggetto che sarebbe inutilizzato ma che ci piangerebbe il cuore dar via perché ci evoca lontani ricordi o perché lasciatoci da una vecchia zia o da una nonna a cui eravamo affezionati.

Generalmente i mobili della macchina da cucire sono in legno, e già questo è un bene, poiché ormai, causa la crisi economica sono sempre più rari i mobili in legno. Questo legno può quindi essere riadoperato in una miriade di soluzioni accattivanti. Con un apposito cacciavite possiamo estrarre la cucitrice e salvare l'intero mobile, che come spiegato prima può essere utilizzato come credenza. La parte rimasta vuota può essere sostituita con una tavola che dobbiamo dovutamente riporre sul piano. Il mobile può essere utile sia per il ripostiglio sia per il soggiorno, se vogliamo creare un ambiente vintage, cosa che va molto di moda in questi tempi.

Se si vuole conservare l'intera struttura, macchina compresa, per ricordo e come decoro per la casa, basta riverniciare il tutto con i colori da legno e quelli per il metallo, per ridarle nuova vita. In pratica l'intera struttura va restaurata, cosa che potrebbe essere molto divertente se si fa in famiglia, magari con i propri bambini. In pochi passi eviteremo quindi di gettare via qualcosa che può ancora esserci utile, evitando di inquinare il nostro ambiente e risparmiando qualche soldo per i mobili. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: