Articolo Salute Sana alimentazione
Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo freccelunedì 18 agosto 2014      


Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo, ad abbassarlo, riducendo quindi il rischio di malattie cardiovascolari. È noto ormai da tempo che il colesterolo alto è uno dei fattori di rischio per malattie cardiovascolari, quindi infarto e anche ictus, un fattore di rischio oltre tutto  controllabile, tranne per i soggetti interessati da una ipercolesterolemia familiare, che è poi un piccolo disordine genetico contro cui la sola dieta può fare ben poco. Ciò non toglie, che anche per questi soggetti che dovranno in tutti i casi ricorrere alle statine per controllare il colesterolo, una corretta alimentazione non potrà che far un gran bene.  Del resto, non sono necessari particolari sacrifici alimentari per avere ragione di un colesterolo un po’ fuori controllo, perché in fondo basta scegliere gli alimenti giusti e non lasciarsi andare a troppe intemperanze a tavola per risolvere il problema.

In questo i fagioli, come del resto tutti i legumi, possono dare una mano a controllare il colesterolo. Lo dimostra una recente ricerca canadese, pubblicata su  Canadian Medical Association  Journal, ricerca che arriva alla conclusione che una porzione quotidiana di fagioli o di altri legumi è in grado di abbassare il colesterolo del 5%, una percentuale  per nulla trascurabile, soprattutto poi se la si somma  a quanto è possibile ottenere con una dieta corretta ed equilibrata. L’effetto dei legumi si spiega con il fatto che sono particolarmente  ricchi di fibre in grado di ridurre sensibilmente l’assorbimento del colesterolo alimentare.

Ma i legumi non sono solo una risorsa contro i lipidi, sono infatti una fonte di proteine perfettamente alternative a quelle della carne, dette anche proteine nobili,  e inoltre sono indicati nelle diete dimagranti perché si tratta di un alimento a basso indice glicemico, questo sempre grazie all’alto contenuto di fibre. Insomma, i fagioli, al pari di tutti gli altri legumi, sono dei veri amici della salute, per cui sarebbe opportuno prenderli più spesso in considerazione. Secondo gli esperti, visto che in Italia si consuma troppa carne, abitudine che oltre tutto va contro le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, che indica in 5-6 volte al mese il consumo massimo di carne, basterebbe sostituire 3-4 porzioni di carne con fagioli, lenticchie, ceci e piselli per abbassare il rischio cardiovascolare.

Ma non è solo questo il vantaggio, perché così facendo, si farebbe un bel regalo agli animali, all’ambiente, alla salute e anche al borsellino, tutte considerazioni che andrebbero fatte prima di decidere cosa mettere nel piatto. È sempre bene ricordarsi che la buona salute dipende in buona parte dall’alimentazione, da una  buona dose di attività fisica e dalla rinuncia a certe cattive  abitudini, come ad esempio, il fumo di sigaretta.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Il latte che si beve tutti i giorni contiene anche pus, batteri e altre sostanze poco raccomandabili - martedì 26 novembre 2013

Il latte che si beve tutti i giorni contiene anche pus, batteri e altre sostanze poco raccomandabili, solo che non tutti, anzi veramente pochi, ne sono a conoscenza. Quindi, inconsapevolmente, tutti i giorni a colazione si beve qualcosa che ........

Carne, scegliere bene - giovedì 31 ottobre 2013
Sul consumo di carne se ne sentono tante, una cosa che resta ferma è sicuramente l’importanza dello scegliere bene. Da una parte la crisi economica, ma soprattutto i diversi allarmi sulla sicurezza della carne bovina, ovina e ultimamente anche ........

Il Cerfoglio, un’erba aromatica ricca di sapore e di numerose proprietà benefiche - giovedì 1 giugno 2017

Il Cerfoglio, un’erba aromatica annuale ricca di sapore e di numerose proprietà benefiche, a torto poco utilizzata, mentre invece meriterebbe una maggiore attenzione perché in grado di conferire alle pietanze un sapore veramente speciale. Non ........

Additivi alimentari, quali sono quelli cui fare molta attenzione - lunedì 7 aprile 2014

Additivi alimentari, ve ne sono alcuni, anzi una buona fetta, che qualche perplessità la suscitano, perché possono essere anche molto pericolosi per la salute. Quelli ammessi dalla legislazione europea sono più di 300, e per legge devono essere ........

Sono cancerogeni, eppure si mangiano quasi tutti i giorni - martedì 15 dicembre 2015

Sono cancerogeni, eppure si mangiano quasi tutti i giorni, trascurando quella che è una delle strategie migliori per cercare di ridurre al minimo il rischio cancro: la prevenzione. A parte il fumo, su cui si ha il pieno controllo, e le condizioni ........



Ricetta del giorno
Rotolone alla crema
Versare in un pentolino basso, latte, burro e zucchero, sciogliere a fuoco lento e una volta che il composto sarà omogeneo, togliere dal fuoco e lasciare ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo freccelunedì 18 agosto 2014      

Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo, ad abbassarlo, riducendo quindi il rischio di malattie cardiovascolari. È noto ormai da tempo che il colesterolo alto è uno dei fattori di rischio per malattie cardiovascolari, quindi infarto e anche ictus, un fattore di rischio oltre tutto  controllabile, tranne per i soggetti interessati da una ipercolesterolemia familiare, che è poi un piccolo disordine genetico contro cui la sola dieta può fare ben poco. Ciò non toglie, che anche per questi soggetti che dovranno in tutti i casi ricorrere alle statine per controllare il colesterolo, una corretta alimentazione non potrà che far un gran bene.  Del resto, non sono necessari particolari sacrifici alimentari per avere ragione di un colesterolo un po’ fuori controllo, perché in fondo basta scegliere gli alimenti giusti e non lasciarsi andare a troppe intemperanze a tavola per risolvere il problema.

In questo i fagioli, come del resto tutti i legumi, possono dare una mano a controllare il colesterolo. Lo dimostra una recente ricerca canadese, pubblicata su  Canadian Medical Association  Journal, ricerca che arriva alla conclusione che una porzione quotidiana di fagioli o di altri legumi è in grado di abbassare il colesterolo del 5%, una percentuale  per nulla trascurabile, soprattutto poi se la si somma  a quanto è possibile ottenere con una dieta corretta ed equilibrata. L’effetto dei legumi si spiega con il fatto che sono particolarmente  ricchi di fibre in grado di ridurre sensibilmente l’assorbimento del colesterolo alimentare.

Ma i legumi non sono solo una risorsa contro i lipidi, sono infatti una fonte di proteine perfettamente alternative a quelle della carne, dette anche proteine nobili,  e inoltre sono indicati nelle diete dimagranti perché si tratta di un alimento a basso indice glicemico, questo sempre grazie all’alto contenuto di fibre. Insomma, i fagioli, al pari di tutti gli altri legumi, sono dei veri amici della salute, per cui sarebbe opportuno prenderli più spesso in considerazione. Secondo gli esperti, visto che in Italia si consuma troppa carne, abitudine che oltre tutto va contro le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, che indica in 5-6 volte al mese il consumo massimo di carne, basterebbe sostituire 3-4 porzioni di carne con fagioli, lenticchie, ceci e piselli per abbassare il rischio cardiovascolare.

Ma non è solo questo il vantaggio, perché così facendo, si farebbe un bel regalo agli animali, all’ambiente, alla salute e anche al borsellino, tutte considerazioni che andrebbero fatte prima di decidere cosa mettere nel piatto. È sempre bene ricordarsi che la buona salute dipende in buona parte dall’alimentazione, da una  buona dose di attività fisica e dalla rinuncia a certe cattive  abitudini, come ad esempio, il fumo di sigaretta.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: