Articolo Salute Sana alimentazione
Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo freccelunedì 18 agosto 2014      


Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo, ad abbassarlo, riducendo quindi il rischio di malattie cardiovascolari. È noto ormai da tempo che il colesterolo alto è uno dei fattori di rischio per malattie cardiovascolari, quindi infarto e anche ictus, un fattore di rischio oltre tutto  controllabile, tranne per i soggetti interessati da una ipercolesterolemia familiare, che è poi un piccolo disordine genetico contro cui la sola dieta può fare ben poco. Ciò non toglie, che anche per questi soggetti che dovranno in tutti i casi ricorrere alle statine per controllare il colesterolo, una corretta alimentazione non potrà che far un gran bene.  Del resto, non sono necessari particolari sacrifici alimentari per avere ragione di un colesterolo un po’ fuori controllo, perché in fondo basta scegliere gli alimenti giusti e non lasciarsi andare a troppe intemperanze a tavola per risolvere il problema.

In questo i fagioli, come del resto tutti i legumi, possono dare una mano a controllare il colesterolo. Lo dimostra una recente ricerca canadese, pubblicata su  Canadian Medical Association  Journal, ricerca che arriva alla conclusione che una porzione quotidiana di fagioli o di altri legumi è in grado di abbassare il colesterolo del 5%, una percentuale  per nulla trascurabile, soprattutto poi se la si somma  a quanto è possibile ottenere con una dieta corretta ed equilibrata. L’effetto dei legumi si spiega con il fatto che sono particolarmente  ricchi di fibre in grado di ridurre sensibilmente l’assorbimento del colesterolo alimentare.

Ma i legumi non sono solo una risorsa contro i lipidi, sono infatti una fonte di proteine perfettamente alternative a quelle della carne, dette anche proteine nobili,  e inoltre sono indicati nelle diete dimagranti perché si tratta di un alimento a basso indice glicemico, questo sempre grazie all’alto contenuto di fibre. Insomma, i fagioli, al pari di tutti gli altri legumi, sono dei veri amici della salute, per cui sarebbe opportuno prenderli più spesso in considerazione. Secondo gli esperti, visto che in Italia si consuma troppa carne, abitudine che oltre tutto va contro le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, che indica in 5-6 volte al mese il consumo massimo di carne, basterebbe sostituire 3-4 porzioni di carne con fagioli, lenticchie, ceci e piselli per abbassare il rischio cardiovascolare.

Ma non è solo questo il vantaggio, perché così facendo, si farebbe un bel regalo agli animali, all’ambiente, alla salute e anche al borsellino, tutte considerazioni che andrebbero fatte prima di decidere cosa mettere nel piatto. È sempre bene ricordarsi che la buona salute dipende in buona parte dall’alimentazione, da una  buona dose di attività fisica e dalla rinuncia a certe cattive  abitudini, come ad esempio, il fumo di sigaretta.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Torta di pere caramellate
Sbucciare le pere, tagliarle a metà e togliere il torsolo, quindi tagliarle a fette piuttosto spesse e bagnarle con il limone. Nel frattempo accendere ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Tutti i colori della salute! - martedì 5 novembre 2013
La salute si colora di vitamine, proteine, proprietà nutritive che solitamente affollano la nostra tavola. Saper riconoscere i principi nutritivi e medicamentosi degli alimenti è importante per condurre una vita sana partendo da un'alimentazione ........

Micosi delle unghie - sabato 7 settembre 2013
La micosi delle unghie è un’ infezione causata dai funghi dermatofiti, dai lieviti o dalle muffe,che aggrediscono la lamina dell’unghia. Possono colpire le unghie delle mani così come anche quelle dei piedi, aggredendo una o più unghie. I funghi ........

Il Curry, una miscela di spezie dalle fantastiche proprietà curative - giovedì 3 aprile 2014

Il curry è una miscela di spezie di origine indiana dalle fantastiche proprietà curative, perfetta nelle preparazioni di riso, ma anche nella pasta, e tanti altri eccellenti piatti. Oltre al sapore, la sua forza è ........

Rucola, proprietà, benefici e come coltivarla - mercoledì 5 luglio 2017

Rucola, proprietà, benefici e come coltivarla, per averla sempre fresca tutto l’anno, o quasi, anche sul balcone di casa. La Rucola, o rughetta, è una erbacea appartenente alla famiglia delle brassicaceae, la stessa dei cavoli e dei broccoli, ........

Sette porzioni di frutta e verdura al giorno allungano la vita - lunedì 14 aprile 2014

Sette porzioni di frutta e verdura al giorno allungano la vita, riducono sensibilmente il rischio di morte. Lo dice un recente studio condotto dai ricercatori dell’University College di Londra, pubblicato sul Journal of Epidemiology e Community ........



Ricetta del giorno
Polpettine di fagioli
Lessare le patate, sbucciarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e metterle da parte. Lessare nel frattempo i fagioli, tritare il porro, sgocciolare ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo freccelunedì 18 agosto 2014      

Colesterolo, i fagioli e i legumi in genere aiutano a contenerlo, ad abbassarlo, riducendo quindi il rischio di malattie cardiovascolari. È noto ormai da tempo che il colesterolo alto è uno dei fattori di rischio per malattie cardiovascolari, quindi infarto e anche ictus, un fattore di rischio oltre tutto  controllabile, tranne per i soggetti interessati da una ipercolesterolemia familiare, che è poi un piccolo disordine genetico contro cui la sola dieta può fare ben poco. Ciò non toglie, che anche per questi soggetti che dovranno in tutti i casi ricorrere alle statine per controllare il colesterolo, una corretta alimentazione non potrà che far un gran bene.  Del resto, non sono necessari particolari sacrifici alimentari per avere ragione di un colesterolo un po’ fuori controllo, perché in fondo basta scegliere gli alimenti giusti e non lasciarsi andare a troppe intemperanze a tavola per risolvere il problema.

In questo i fagioli, come del resto tutti i legumi, possono dare una mano a controllare il colesterolo. Lo dimostra una recente ricerca canadese, pubblicata su  Canadian Medical Association  Journal, ricerca che arriva alla conclusione che una porzione quotidiana di fagioli o di altri legumi è in grado di abbassare il colesterolo del 5%, una percentuale  per nulla trascurabile, soprattutto poi se la si somma  a quanto è possibile ottenere con una dieta corretta ed equilibrata. L’effetto dei legumi si spiega con il fatto che sono particolarmente  ricchi di fibre in grado di ridurre sensibilmente l’assorbimento del colesterolo alimentare.

Ma i legumi non sono solo una risorsa contro i lipidi, sono infatti una fonte di proteine perfettamente alternative a quelle della carne, dette anche proteine nobili,  e inoltre sono indicati nelle diete dimagranti perché si tratta di un alimento a basso indice glicemico, questo sempre grazie all’alto contenuto di fibre. Insomma, i fagioli, al pari di tutti gli altri legumi, sono dei veri amici della salute, per cui sarebbe opportuno prenderli più spesso in considerazione. Secondo gli esperti, visto che in Italia si consuma troppa carne, abitudine che oltre tutto va contro le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, che indica in 5-6 volte al mese il consumo massimo di carne, basterebbe sostituire 3-4 porzioni di carne con fagioli, lenticchie, ceci e piselli per abbassare il rischio cardiovascolare.

Ma non è solo questo il vantaggio, perché così facendo, si farebbe un bel regalo agli animali, all’ambiente, alla salute e anche al borsellino, tutte considerazioni che andrebbero fatte prima di decidere cosa mettere nel piatto. È sempre bene ricordarsi che la buona salute dipende in buona parte dall’alimentazione, da una  buona dose di attività fisica e dalla rinuncia a certe cattive  abitudini, come ad esempio, il fumo di sigaretta.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: