Articolo Materiali Legno
Le proprietà del legno freccedomenica 4 dicembre 2011      


Le caratteristiche del legno sono l'insieme delle sue proprietà. Il legno è l'insieme dei tessuti vegetali che costituiscono la parte interna dei tronchi degli alberi, compreso i rami e le radici. Grazie alla sue doti di resistenza e robustezza, il legno da sempre viene utilizzato dall'uomo come materiale da costruzione nonchè come combustibile, la cui fonte è di fatto rinnovabile. Le particolari proprietà e i diversi caratteri del legno, rappresentano i segni essenziali che vengono presi in considerazione al momento di scegliere quello che più si addice alle nostre esigenze, stabilire quale possa essere il suo utilizzo migliore unitamente agli strumenti più adatti alla sua lavorazione.
Diamo una occhiata alle varie caratteristiche, una per una, in modo da conoscere meglio questo dono della natura.

Fendibilità
La fendibilità del legno è la sua propensione a lasciarsi fendere, nel senso longitudinale rispetto alle sue fibre, se sollecitato dalla pressione di un cuneo. Quanto più l'essenza del legno è a fibra lunga e priva di nodi, tanto più la fessura risulterà essere diritta e regolare.

Attitudine al taglio
L'attitudine del legno al taglio varia notevolmente da essenza ad essenza, ma anche tra pezzi dello stesso tipo di legno. Il tagliente avanza in modo omogeneo e regolare nella direzione delle fibre, mentre, in senso trasversale, incontra una resistenza maggiore e tende a strappare.

Flessibilità
La flessibilità del legno è quella caratteristica per cui esso tende a conservare la forma curva ottenuta per compressione anche dopo il termine dello sforzo. Il grado di elasticità delle fibre è minore nel noce, nell'acero, nel rovere e, in genere, in tutte quelle piante a cuore rosso.

Grado di pulimento
Il grado di pulimento è quella caratteristica essenziale per ottenere superfici pronte alla levigatura e rifinitura di protezione. Garantiscono un ottimo pulimento le essenze dure, quelle semidure e anche quelle esotiche.

Plasticità
La plasticità del legno si verifica sfruttando il potere di compressione delle fibre mediante stampi e controstampi. Si tratta di una proprietà che il falegname può tranquillamente ignorare, visto che non la utilizzerà mai nelle sue lavorazioni.

Porosità
La porosità del legno è in stretto rapporto con il numero e l'ampiezza dei vasi. Quando la porpsità è particolarmente accentuata, le superfici risulteranno difficili da pulire.

Igroscopia
La igroscopia del legno costituisce il potere del legno di assorbire ed espellere l'umidità. Le essenze a struttura grossolana sono certamente le più instabili.

Omogeneità
La omogeneità è quella caratteristica dei legni la cui struttura è tanto densa da eliminare le differenze tra la crescita prinaverile ed autunnale. Una massa legnosa non omogenea risulterà difficile da lavorare.

Ritiro e dilatazione
Il ritiro e la dilatazione sono quei movimenti che il legno compie in modo rilevante dopo il processo di stagionatura ed essiccazione. Successivamente risulterà essere particolarmente sensibile alle differenze di temperatura e umidità ambientali. Il ritiro varia da essenza ad essenza e tampoco avviene in maniera uniforme sulla superficie dello stresso pezzo di legno.

Aspetto, colore e odore
Sono caratteristiche che servono a distinguere le essenze tra loro e che sono un indicatore della salute del legno. La struttura e la venatura hanno particolare pregio e valore estetiche se  il legno viene utilizzato per la costruzione di mobili.

Precauzioni da tener presente
Quando si acquistano tavole o listelli di legno è opportuno prendere l'abitudine di traguardare ogni pezzo puntandolo davanti al viso, in modo da poter controllare facilmente la presenza di eventuali deformazioni o imbarcature.
I punti critici da osservare attentamente soni geberalmente i bordi e le superfici vicine al midollo. I primi tendono a ritirarsi e le seconde tendono invece a fendere.
La conservazione del legno è molto importante, per cui quando si dovrà accatastare il materiale, sarà bene interporre dei listelli di legno in modo da consentire una regolare circolazione dell'aria in modo da evitare la formazione di umidità. Parimenti è sempre bene controllare periodicamente il legno immagazzinato, in modo da prevenira la formazione di insetti.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Aspic di frutta estiva
Lavare e asciugare bene la frutta, eliminare la buccia di cocomero e melone e tagliarne la polta a cubetti. Grattugiare la buccia dell’arancia, eliminare ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Il legno, tipi e caratteristiche di ciascuna essenza - venerdì 18 marzo 2016

Il legno, i vari tipi e le caratteristiche di ciascuna essenza, nozioni importanti per poter scegliere quello giusto in base al lavoro da effettuare. IL legno proveniente da alberi diversi presenta delle caratteristiche morfologiche differenti ........

Il legno dolce - martedì 27 marzo 2018

Il legno dolce, legno ricavato da alcune specie di piante latifoglie quali il pioppo, il tiglio, l’ontano, il salice, la betulla, e da conifere sempreverdi con foglie aghiformi, è leggero, facile da lavorare e relativamente poco costoso, tutte ........

Il truciolare - giovedì 20 dicembre 2012

Il truciolare, un agglomerato in legno, presenta delle caratteristiche molto interessanti, poiché sono prodotti omogenei, non subiscono alterazioni nel tempo, possono essere anche di grandi dimensioni,  e cosa assolutamente da non sottovalutare ........

Le proprietà del legno - domenica 4 dicembre 2011

Le caratteristiche del legno sono l'insieme delle sue proprietà. Il legno è l'insieme dei tessuti vegetali che costituiscono la parte interna dei tronchi degli alberi, compreso i rami e le radici. Grazie alla sue doti di resistenza ........

Il legno dolce - mercoledì 2 novembre 2011

Il così detto legno dolce, che viene ricavato da alcune specie di piante, le latifoglie come il Pioppio, il Tiglio, l'Ontano, il Salice, la Betulla, ........



Ricetta del giorno
Broccoli marinati
Immergere i broccoli in acqua salata in modo che possano assorbire bene l’acqua e quindi asciugarli bene.
Schiacciare 4 spicchi d'aglio con lo schiaccia ....



 articolo Materiali Legno
Le proprietà del legno freccedomenica 4 dicembre 2011      

Le caratteristiche del legno sono l'insieme delle sue proprietà. Il legno è l'insieme dei tessuti vegetali che costituiscono la parte interna dei tronchi degli alberi, compreso i rami e le radici. Grazie alla sue doti di resistenza e robustezza, il legno da sempre viene utilizzato dall'uomo come materiale da costruzione nonchè come combustibile, la cui fonte è di fatto rinnovabile. Le particolari proprietà e i diversi caratteri del legno, rappresentano i segni essenziali che vengono presi in considerazione al momento di scegliere quello che più si addice alle nostre esigenze, stabilire quale possa essere il suo utilizzo migliore unitamente agli strumenti più adatti alla sua lavorazione.
Diamo una occhiata alle varie caratteristiche, una per una, in modo da conoscere meglio questo dono della natura.

Fendibilità
La fendibilità del legno è la sua propensione a lasciarsi fendere, nel senso longitudinale rispetto alle sue fibre, se sollecitato dalla pressione di un cuneo. Quanto più l'essenza del legno è a fibra lunga e priva di nodi, tanto più la fessura risulterà essere diritta e regolare.

Attitudine al taglio
L'attitudine del legno al taglio varia notevolmente da essenza ad essenza, ma anche tra pezzi dello stesso tipo di legno. Il tagliente avanza in modo omogeneo e regolare nella direzione delle fibre, mentre, in senso trasversale, incontra una resistenza maggiore e tende a strappare.

Flessibilità
La flessibilità del legno è quella caratteristica per cui esso tende a conservare la forma curva ottenuta per compressione anche dopo il termine dello sforzo. Il grado di elasticità delle fibre è minore nel noce, nell'acero, nel rovere e, in genere, in tutte quelle piante a cuore rosso.

Grado di pulimento
Il grado di pulimento è quella caratteristica essenziale per ottenere superfici pronte alla levigatura e rifinitura di protezione. Garantiscono un ottimo pulimento le essenze dure, quelle semidure e anche quelle esotiche.

Plasticità
La plasticità del legno si verifica sfruttando il potere di compressione delle fibre mediante stampi e controstampi. Si tratta di una proprietà che il falegname può tranquillamente ignorare, visto che non la utilizzerà mai nelle sue lavorazioni.

Porosità
La porosità del legno è in stretto rapporto con il numero e l'ampiezza dei vasi. Quando la porpsità è particolarmente accentuata, le superfici risulteranno difficili da pulire.

Igroscopia
La igroscopia del legno costituisce il potere del legno di assorbire ed espellere l'umidità. Le essenze a struttura grossolana sono certamente le più instabili.

Omogeneità
La omogeneità è quella caratteristica dei legni la cui struttura è tanto densa da eliminare le differenze tra la crescita prinaverile ed autunnale. Una massa legnosa non omogenea risulterà difficile da lavorare.

Ritiro e dilatazione
Il ritiro e la dilatazione sono quei movimenti che il legno compie in modo rilevante dopo il processo di stagionatura ed essiccazione. Successivamente risulterà essere particolarmente sensibile alle differenze di temperatura e umidità ambientali. Il ritiro varia da essenza ad essenza e tampoco avviene in maniera uniforme sulla superficie dello stresso pezzo di legno.

Aspetto, colore e odore
Sono caratteristiche che servono a distinguere le essenze tra loro e che sono un indicatore della salute del legno. La struttura e la venatura hanno particolare pregio e valore estetiche se  il legno viene utilizzato per la costruzione di mobili.

Precauzioni da tener presente
Quando si acquistano tavole o listelli di legno è opportuno prendere l'abitudine di traguardare ogni pezzo puntandolo davanti al viso, in modo da poter controllare facilmente la presenza di eventuali deformazioni o imbarcature.
I punti critici da osservare attentamente soni geberalmente i bordi e le superfici vicine al midollo. I primi tendono a ritirarsi e le seconde tendono invece a fendere.
La conservazione del legno è molto importante, per cui quando si dovrà accatastare il materiale, sarà bene interporre dei listelli di legno in modo da consentire una regolare circolazione dell'aria in modo da evitare la formazione di umidità. Parimenti è sempre bene controllare periodicamente il legno immagazzinato, in modo da prevenira la formazione di insetti.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: