Articolo Salute Sana alimentazione
Sette porzioni di frutta e verdura al giorno allungano la vita freccelunedì 14 aprile 2014      


Sette porzioni di frutta e verdura al giorno allungano la vita, riducono sensibilmente il rischio di morte. Lo dice un recente studio condotto dai ricercatori dell’University College di Londra, pubblicato sul Journal of Epidemiology e Community Health. Lo studio in questione ha preso in esame le abitudini alimentari di oltre 65mila persone tra il 2011 e il 2013, quindi uno studio decisamente attendibile vista la vasta platea di soggetti presi in considerazione. Secondo tale studio, chi mangia 7 o più porzioni di frutta e verdura al giorno riduce del 42% il rischio di morte e, nello specifico, il rischio collegato a morte per cancro si riduce del 25%, mentre quello per malattie cardiovascolari si riduce del 31%.

Questi risultati sono senza dubbio  sorprendenti, e lasciano intendere, almeno così sostengono i vegetariani, che l’uomo non è un animale carnivoro, anzi tutt’altro, visto che alcune sue caratteristiche dimostrano il contrario, a partire dalla dentatura che non è adatta alla masticazione della carne, tanto è vero che questa va cotta e ridotta in condizioni tali da essere estremamente morbida. Ma  anche il fatto che l’assunzione di grassi animali alla fine si dimostra essere certamente poco salutare, sembrerebbe essere una ulteriore dimostrazione del fatto che l’uomo è un animale essenzialmente erbivoro, visto oltre tutto che i vegetali sono in grado di assicurargli tutto il necessario per il perfetto funzionamento dell’organismo.

A parte queste considerazioni che potrebbero non trovare d’accordo  un certo numero di persone, è innegabile, visti anche i risultati della ricerca, che il mondo vegetale è un amico della salute. Le proteine vegetali, di cui sono ricchi in particolar modo i legumi, sono perfettamente in grado di sostituire quelle di origine animale, quindi della carne, così come frutta e verdura, senza tralasciare ovviamente la frutta secca,  contengono tutte le vitamine e i Sali minerali di cui l’organismo ha bisogno. Senza contare poi che, sempre frutta e verdura, ma anche altri alimenti di origine vegetale come il cioccolato e lo stesso vino, sono ricchi di antiossidanti, antinfiammatori, antibiotici, antisettici, tutte sostanze del tutto naturali, che si ritrovano solo nel mondo vegetale e certamente non nei prodotti di origine animale.

Quello tuttavia che sorprende nella ricerca è che i maggiori vantaggi derivano dalle verdure, mentre la frutta che si riteneva avere le stesse proprietà, pur garantendo gli stessi effetti benefici, ne apporta in quantità minore. Ovviamente la ricerca è in un certo senso condizionata dalle abitudini alimentari tipiche del Regno Unito, ben diverse dalle nostre, ma ciò non toglie che è di rilevante importanza aumentare il consumo di frutta e verdura, preferendo in particolar modo i prodotti stagionali, tipici delle rispettive regioni, anche perché la loro reperibilità è certamente facilitata.

Per raggiungere il limite delle 7 porzioni, limite minimo visto che non esiste un limite  massimo, e visto inoltre che più se ne mangia meglio è, è bene cominciare a consumare frutta e verdura sin dalla colazione del mattino, proseguendo via via con lo spuntino, il pranzo, la merenda e la cena. Cambiare abitudini alimentari non è difficile, anche perché si possono realizzare degli eccellenti piatti anche senza ricorrere alla carne o ad alimenti ricchi di grassi animali. Con qualche spezia in più, quasi tutte dotate di eccellenti proprietà, è facile realizzare delle gustose pietanze, che oltre tutto sono decisamente salutari.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

I cibi per non ammalarsi mai. Scopriamo quali sono - venerdì 24 ottobre 2014

I cibi per non ammalarsi mai, per poter contare su di una buona salute e, al tempo stesso, per poter puntare su di una più che buona aspettativa di vita. Ormai è chiaro a tutti che l’alimentazione è ciò che determina lo stato di salute di ciascuno ........

Diabete di tipo 2, lo si può prevenire con i pistacchi - mercoledì 11 giugno 2014

Diabete di tipo 2, lo si può prevenire con i pistacchi, la frutta secca che un tempo era considerata nemica della salute e che invece, ormai da qualche anno, la ricerca ha abbondantemente rivalutato, al pari di noci, mandorle e altre leccornie ........

In semi oleosi, amici della salute: proprietà e utilizzo nella dieta - venerdì 26 febbraio 2016

In semi oleosi, amici della salute, davvero preziosi per mantenersi in buona salute, perché dotati di straordinarie proprietà che ci aiutano a restare sempre in forma. Rappresentano un modo eccellente per difendersi da tanti malanni e patologie ........

L'allattamento artificiale - martedì 8 ottobre 2013
L’allattamento artificiale è spesso vissuto come una condanna, un ostacolo al contatto più intimo con il proprio bambino. Ne deriva il senso di inadeguatezza, la preoccupazione di non poter dare il meglio al proprio figlio, nonchè un vero e proprio ........

Le fonti di proteine alternative alla carne - venerdì 1 agosto 2014

Le proteine alternative alla carne, conoscere quali sono è importante per coloro che decidono di assumere carne, bianca o rossa ha poca importanza, raramente, come del resto consiglia la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, che ........



Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Sette porzioni di frutta e verdura al giorno allungano la vita freccelunedì 14 aprile 2014      

Sette porzioni di frutta e verdura al giorno allungano la vita, riducono sensibilmente il rischio di morte. Lo dice un recente studio condotto dai ricercatori dell’University College di Londra, pubblicato sul Journal of Epidemiology e Community Health. Lo studio in questione ha preso in esame le abitudini alimentari di oltre 65mila persone tra il 2011 e il 2013, quindi uno studio decisamente attendibile vista la vasta platea di soggetti presi in considerazione. Secondo tale studio, chi mangia 7 o più porzioni di frutta e verdura al giorno riduce del 42% il rischio di morte e, nello specifico, il rischio collegato a morte per cancro si riduce del 25%, mentre quello per malattie cardiovascolari si riduce del 31%.

Questi risultati sono senza dubbio  sorprendenti, e lasciano intendere, almeno così sostengono i vegetariani, che l’uomo non è un animale carnivoro, anzi tutt’altro, visto che alcune sue caratteristiche dimostrano il contrario, a partire dalla dentatura che non è adatta alla masticazione della carne, tanto è vero che questa va cotta e ridotta in condizioni tali da essere estremamente morbida. Ma  anche il fatto che l’assunzione di grassi animali alla fine si dimostra essere certamente poco salutare, sembrerebbe essere una ulteriore dimostrazione del fatto che l’uomo è un animale essenzialmente erbivoro, visto oltre tutto che i vegetali sono in grado di assicurargli tutto il necessario per il perfetto funzionamento dell’organismo.

A parte queste considerazioni che potrebbero non trovare d’accordo  un certo numero di persone, è innegabile, visti anche i risultati della ricerca, che il mondo vegetale è un amico della salute. Le proteine vegetali, di cui sono ricchi in particolar modo i legumi, sono perfettamente in grado di sostituire quelle di origine animale, quindi della carne, così come frutta e verdura, senza tralasciare ovviamente la frutta secca,  contengono tutte le vitamine e i Sali minerali di cui l’organismo ha bisogno. Senza contare poi che, sempre frutta e verdura, ma anche altri alimenti di origine vegetale come il cioccolato e lo stesso vino, sono ricchi di antiossidanti, antinfiammatori, antibiotici, antisettici, tutte sostanze del tutto naturali, che si ritrovano solo nel mondo vegetale e certamente non nei prodotti di origine animale.

Quello tuttavia che sorprende nella ricerca è che i maggiori vantaggi derivano dalle verdure, mentre la frutta che si riteneva avere le stesse proprietà, pur garantendo gli stessi effetti benefici, ne apporta in quantità minore. Ovviamente la ricerca è in un certo senso condizionata dalle abitudini alimentari tipiche del Regno Unito, ben diverse dalle nostre, ma ciò non toglie che è di rilevante importanza aumentare il consumo di frutta e verdura, preferendo in particolar modo i prodotti stagionali, tipici delle rispettive regioni, anche perché la loro reperibilità è certamente facilitata.

Per raggiungere il limite delle 7 porzioni, limite minimo visto che non esiste un limite  massimo, e visto inoltre che più se ne mangia meglio è, è bene cominciare a consumare frutta e verdura sin dalla colazione del mattino, proseguendo via via con lo spuntino, il pranzo, la merenda e la cena. Cambiare abitudini alimentari non è difficile, anche perché si possono realizzare degli eccellenti piatti anche senza ricorrere alla carne o ad alimenti ricchi di grassi animali. Con qualche spezia in più, quasi tutte dotate di eccellenti proprietà, è facile realizzare delle gustose pietanze, che oltre tutto sono decisamente salutari.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: