Articolo Benessere Salute
I fiori di Bach - Beech freccemercoledì 19 marzo 2014      


Faggio (Fagus sylvatica) Il Faggio (Beech) è un albero maestoso, alto, cresce sugli Appennini, sulle Alpi, sui Nebrodi, sulle Madonie e sull’Etna, è completamente assente allo stato naturale in Sardegna, dove è stato introdotto per scopi silvicolturali. Le sue foglie sono larghe e frastagliate, fiorisce in aprile e maggio. Generalmente, si trovano ampie foreste di faggio, e si capisce subito che è faggio, perché il suo tronco è lungo e spoglio, ed in alto, la chioma è così folta da non far passare i raggi solari.

Così è anche il carattere di chi ha bisogno di questo rimedio: la sua mentalità è talmente ristretta, che nessuna cosa positiva riesce a passare attraverso il muro della sua intolleranza.
  • Descrizione di Bach: per tutte le persone che devono imparare a vedere più bellezza in quello che li circonda. Anche se molte cose possono sembrare, a loro, sbagliate, devono trovare quello che c’è di buono per diventare più tolleranti, indulgenti, e capire che le diverse vie prese da ogni individuo, possono portare alla perfezione.
  • Parole chiave: intolleranza; eccessivo senso critico.
  • Profilo: le persone Beech, sono individui altezzosi ed intolleranti, sempre pronti a giudicare ed emettere giudizi negativi inappellabili. Sono molto abili a trovare i difetti altrui, ma, si sentono molto soli, perché non riescono a trovare nessuno che gli vada bene, ed hanno sempre la sensazione, che le altre persone, non possano dare loro niente. Molto spesso sono persone che hanno sofferto molto, e per questo, si sono chiuse in loro stesse, e come difesa, hanno sviluppato un atteggiamento arrogante ed ipercritico. Queste persone, vedono solo il lato peggiore di tutto ciò che le circonda, non riescono a vedere gli aspetti positivi nelle altre persone o nelle varie situazioni. Beech, è il rimedio adatto a chi non sa guardarsi obiettivamente, ed è così prigioniero dei propri difetti, da non riuscire a vederli se non proiettati addosso alle altre persone.
  • Sintomi: incapacità di autocritica; arroganza; ristrettezza di vedute; rigidità mentale e fisica; insoddisfazione; rabbia; severità; solitudine; idealismo eccessivo; intolleranza ai rumori; incapacità di immedesimarsi negli altri; senso di oppressione al petto; male alla schiena ed alle spalle; dolori agli avambracci; strappi muscolari; tendiniti.
  • Frasi tipiche: “Niente va per il verso giusto”; “Non c’è nessuno con cui posso parlare”.
  • Trasformazione: il rimedio Beech, è un valido aiuto per il riequilibrio del nostro giudizio, ci conduce ad esaminare la realtà cogliendo anche i lati positivi e non solo quelli negativi. I nostri difetti li prendiamo in considerazione, li accettiamo, riusciamo ad essere tolleranti con noi stessi e con gli altri. Beech, inoltre, ci stimola a scoprire le ricchezze nascoste nell’animo delle altre persone, ognuno, infatti, ha qualcosa da trasmetterci, tutto sta nel lasciare il nostro cuore aperto e disposto a ricevere.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Muffin al cioccolato
Unire in una ciotola tutti gli ingredienti solidi, quindi la farina, lo zucchero, il cacao magro, il lievito, il bicarbonato e un pizzico di sale, dopo ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Le erbe: Correggiola e Quercia - venerdì 20 dicembre 2013
In questo articolo sulle erbe, vengono trattate la Correggiola (Centinodia) e la Quercia (Farnia). Correggiola: famiglia: Poligonaceae genere: Polygonum specie: Aviculare nome scientifico: Polygonum aviculare Dove vive: la correggiola cresce ........

Le erbe, curarsi e nutrirsi - martedì 26 novembre 2013
Curarsi e nutrirsi con le erbe è possibile, “ogni erba che guarda in su ha una sua virtù”, questo detto popolare esalta le qualità delle piante a crescita spontanea, ma, in natura, ci sono anche piante ed erbe tossiche ed addirittura velenose. ........

Curarsi con l'alloro - lunedì 22 dicembre 2014
L’alloro è una pianta largamente usata in cucina. Pochi sanno che dalle sue bacche e foglie si ottengono ottimi decotti che attenuano i dolori di stomaco, febbre e sintomi di raffreddamento. Quindi è possibile curarsi con l’alloro! L’alloro era ........

I fiori di Bach - Chestnut Bud - mercoledì 16 aprile 2014
Boccioli d’Ippocastano (Aesculus hippocastanum)<b> Il Chestnut Bud</b>, l’ippocastano, viene detto anche castagno d’India. E’ un albero robusto che raggiunge i trenta metri di altezza ed è originario dell’Europa Orientale. La sua chioma ........

Il magnesio, un prodotto che cura quasi tutto e che in pochi conoscono - venerdì 19 luglio 2013

Il magnesio, lo si potrebbe definire la medicina universale, la soluzione per tutti i mali o quasi, solo che  queste sue proprietà sono conosciute da pochi e quindi viene utilizzato raramente. Il cloruro di magnesio, per essere precisi, ........



Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....



 articolo Benessere Salute
I fiori di Bach - Beech freccemercoledì 19 marzo 2014      

Faggio (Fagus sylvatica) Il Faggio (Beech) è un albero maestoso, alto, cresce sugli Appennini, sulle Alpi, sui Nebrodi, sulle Madonie e sull’Etna, è completamente assente allo stato naturale in Sardegna, dove è stato introdotto per scopi silvicolturali. Le sue foglie sono larghe e frastagliate, fiorisce in aprile e maggio. Generalmente, si trovano ampie foreste di faggio, e si capisce subito che è faggio, perché il suo tronco è lungo e spoglio, ed in alto, la chioma è così folta da non far passare i raggi solari.

Così è anche il carattere di chi ha bisogno di questo rimedio: la sua mentalità è talmente ristretta, che nessuna cosa positiva riesce a passare attraverso il muro della sua intolleranza.
  • Descrizione di Bach: per tutte le persone che devono imparare a vedere più bellezza in quello che li circonda. Anche se molte cose possono sembrare, a loro, sbagliate, devono trovare quello che c’è di buono per diventare più tolleranti, indulgenti, e capire che le diverse vie prese da ogni individuo, possono portare alla perfezione.
  • Parole chiave: intolleranza; eccessivo senso critico.
  • Profilo: le persone Beech, sono individui altezzosi ed intolleranti, sempre pronti a giudicare ed emettere giudizi negativi inappellabili. Sono molto abili a trovare i difetti altrui, ma, si sentono molto soli, perché non riescono a trovare nessuno che gli vada bene, ed hanno sempre la sensazione, che le altre persone, non possano dare loro niente. Molto spesso sono persone che hanno sofferto molto, e per questo, si sono chiuse in loro stesse, e come difesa, hanno sviluppato un atteggiamento arrogante ed ipercritico. Queste persone, vedono solo il lato peggiore di tutto ciò che le circonda, non riescono a vedere gli aspetti positivi nelle altre persone o nelle varie situazioni. Beech, è il rimedio adatto a chi non sa guardarsi obiettivamente, ed è così prigioniero dei propri difetti, da non riuscire a vederli se non proiettati addosso alle altre persone.
  • Sintomi: incapacità di autocritica; arroganza; ristrettezza di vedute; rigidità mentale e fisica; insoddisfazione; rabbia; severità; solitudine; idealismo eccessivo; intolleranza ai rumori; incapacità di immedesimarsi negli altri; senso di oppressione al petto; male alla schiena ed alle spalle; dolori agli avambracci; strappi muscolari; tendiniti.
  • Frasi tipiche: “Niente va per il verso giusto”; “Non c’è nessuno con cui posso parlare”.
  • Trasformazione: il rimedio Beech, è un valido aiuto per il riequilibrio del nostro giudizio, ci conduce ad esaminare la realtà cogliendo anche i lati positivi e non solo quelli negativi. I nostri difetti li prendiamo in considerazione, li accettiamo, riusciamo ad essere tolleranti con noi stessi e con gli altri. Beech, inoltre, ci stimola a scoprire le ricchezze nascoste nell’animo delle altre persone, ognuno, infatti, ha qualcosa da trasmetterci, tutto sta nel lasciare il nostro cuore aperto e disposto a ricevere.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: