Articolo Benessere Salute
La Curcuma freccevenerdì 7 febbraio 2014      


<b>La Curcuma</b> (conosciuta anche come zafferano delle indie) è molto diffusa ed usata come spezia in molte cucine come quella indiana, medio-orientale, tailandese ed altre nelle zone dell’Asia. In questo articolo scopriremo le sue proprietà tra le quali, anche quelle curative. Famiglia: zingiberaceae Genere: curcuma Specie: C. longa Binomio scientifico: Curcuma longa Dove vive: pianta che cresce spontaneamente in Asia meridionale, dall’India alla Malesia, nelle regioni con clima tropicale e temperature comprese tra i 20° ed i 35°, con elevata piovosità. <br><br>La sua coltivazione si pratica in zone tropicali e subtropicali, in particolar modo in Asia ed Africa. Il primo posto, come produzione mondiale, spetta all’India. Descrizione: è un’erba perenne che può arrivare ad una altezza massima di 1 metro. Le foglie con picciolo allungato, sono grandi e lunghe fino a 45 cm. La radice, è a <b>rizoma</b>, cilindrico e ramificato, di colore giallo o arancione, ed è la parte che viene usata per ottenere la spezia. I fiori, di colore giallo, sono raccolti in una infiorescenza composta da grandi brattee, che vanno dal verde del basso al bianco o viola in alto. Parti usate: si usano i rizomi, che vengono bolliti e successivamente essiccati al sole o in forno.<br><br> Dopo l’essiccazione, vengono schiacciati, fino ad ottenere la polvere. L’ingrediente attivo è la curcumina, di sapore amaro e piccante ed estremamente volatile. Proprietà: alla curcuma, conosciuta ed usata in India da oltre 5.000 anni, vengono attribuite molte proprietà benefiche: antiinfiammatorie, antiossidanti, immunostimolanti ed eupeptiche, coleretiche e colagoghe, antisettiche (dalla medicina ayurvedica). Studi recenti, eseguiti dalla medicina moderna, hanno scoperto anche<b> proprietà antitumorali della curcuma</b>. Sempre da studi, svolti nel recente passato, la curcuma, risulta essere il più potente antinfiammatorio naturale fino ad ora individuato. Il suo consumo, contribuisce, in maniera rilevante, ad indurre l’apoptosi (morte cellulare programmata) delle cellule cancerose ed ad inibire l’angiogenesi. <br><br>Alcune <b>patologie</b>, in cui risulta molto utile l’azione della curcuma, sono: <br><ul><li>quelle tumorali (prostata, intestino, mammella, esofago, reni e polmoni), </li><li>diabete tipo 2, </li><li>l’Alzheimer che contrasta grazie alle proprietà antiossidanti,</li><li> la circolazione sanguigna che viene regolarizzata, </li><li>la cattiva digestione che viene favorita. </li></ul>Usi: la polvere della curcuma, mescolata ad olio di oliva extravergine, o all’olio di lino, ed al pepe nero, può fare da ingrediente aggiunto a minestre e minestroni, verdure cotte, insalate, la dose giornaliera è di mezzo cucchiaino da caffè. Il pepe nero, è fondamentale, per l’assorbimento della curcuma da parte del nostro organismo. La curcuma, viene usata anche come colorante alimentare, infatti si può trovare in bevande, prodotti da forno, formaggi, gelati ed yogurt, salse, gelatine ed altro ancora. La polvere di curcuma, si può aggiungere anche ad una <b>tazza di tè verde</b>. Anticamente, veniva usata anche come colorante per i tessuti, ma con poco successo, perché soggetta a scolorire se esposta al sole. La polvere di curcuma, è uno degli ingredienti del curry, che è una miscela formata da alcune spezie, a cui dà il caratteristico colore giallo intenso. Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Pollo con fagioli e ravanelli
Sciacquare i pezzi di pollo, asciugarli lasciandoli appena umidi e rivestirli con il misto spezie. Scaldare metà olio in un tegame generoso e cuocervi ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Le erbe: Correggiola e Quercia - venerdì 20 dicembre 2013
In questo articolo sulle erbe, vengono trattate la Correggiola (Centinodia) e la Quercia (Farnia). Correggiola: famiglia: Poligonaceae genere: Polygonum specie: Aviculare nome scientifico: Polygonum aviculare Dove vive: la correggiola cresce ........

Le erbe: Finocchio selvatico e Valerianella - mercoledì 11 dicembre 2013
Le erbe trattate in questo articolo, sono il Finocchio selvatico e la Valerianella. Finocchio selvatico: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Foeniculum specie: Officinale nome scientifico: Foeniculum vulgare Dove vive: è una pianta ........

I fiori di Bach - Clematis - martedì 6 maggio 2014
<b>Vitalba (Clematis vitalba) La Clematis Vitalba</b>, è una pianta rampicante, ed è molto diffusa in Italia nell’arco alpino, infatti la Vitalba, delle 7 specie di Clematis spontanee presenti in Italia, è tra le 4 che vivono in queste zone ........

Libera la mente: quando l'amore è vero? - lunedì 9 settembre 2013
Spesso soffermiamo la nostra mente a riflettere sul nostro passato, su tutte le relazioni vissute, sulla curiosità di sapere se quello che abbiamo accanto è realmente l’amore della nostra vita, se mai arriverà, se lo abbiamo già lasciato andare. ........

Lo zucchero bianco raffinato è nocivo per la salute - mercoledì 31 luglio 2013

Lo zucchero bianco è nocivo per la salute, è decisamente da evitare in quanto il processo di raffinazione rende il dolcificante naturale qualcosa di molto diverso da ciò che è in natura, in sostanza  un dolce veleno. Estratto  dalla ........



Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....



 articolo Benessere Salute
La Curcuma freccevenerdì 7 febbraio 2014      

<b>La Curcuma</b> (conosciuta anche come zafferano delle indie) è molto diffusa ed usata come spezia in molte cucine come quella indiana, medio-orientale, tailandese ed altre nelle zone dell’Asia. In questo articolo scopriremo le sue proprietà tra le quali, anche quelle curative. Famiglia: zingiberaceae Genere: curcuma Specie: C. longa Binomio scientifico: Curcuma longa Dove vive: pianta che cresce spontaneamente in Asia meridionale, dall’India alla Malesia, nelle regioni con clima tropicale e temperature comprese tra i 20° ed i 35°, con elevata piovosità. <br><br>La sua coltivazione si pratica in zone tropicali e subtropicali, in particolar modo in Asia ed Africa. Il primo posto, come produzione mondiale, spetta all’India. Descrizione: è un’erba perenne che può arrivare ad una altezza massima di 1 metro. Le foglie con picciolo allungato, sono grandi e lunghe fino a 45 cm. La radice, è a <b>rizoma</b>, cilindrico e ramificato, di colore giallo o arancione, ed è la parte che viene usata per ottenere la spezia. I fiori, di colore giallo, sono raccolti in una infiorescenza composta da grandi brattee, che vanno dal verde del basso al bianco o viola in alto. Parti usate: si usano i rizomi, che vengono bolliti e successivamente essiccati al sole o in forno.<br><br> Dopo l’essiccazione, vengono schiacciati, fino ad ottenere la polvere. L’ingrediente attivo è la curcumina, di sapore amaro e piccante ed estremamente volatile. Proprietà: alla curcuma, conosciuta ed usata in India da oltre 5.000 anni, vengono attribuite molte proprietà benefiche: antiinfiammatorie, antiossidanti, immunostimolanti ed eupeptiche, coleretiche e colagoghe, antisettiche (dalla medicina ayurvedica). Studi recenti, eseguiti dalla medicina moderna, hanno scoperto anche<b> proprietà antitumorali della curcuma</b>. Sempre da studi, svolti nel recente passato, la curcuma, risulta essere il più potente antinfiammatorio naturale fino ad ora individuato. Il suo consumo, contribuisce, in maniera rilevante, ad indurre l’apoptosi (morte cellulare programmata) delle cellule cancerose ed ad inibire l’angiogenesi. <br><br>Alcune <b>patologie</b>, in cui risulta molto utile l’azione della curcuma, sono: <br><ul><li>quelle tumorali (prostata, intestino, mammella, esofago, reni e polmoni), </li><li>diabete tipo 2, </li><li>l’Alzheimer che contrasta grazie alle proprietà antiossidanti,</li><li> la circolazione sanguigna che viene regolarizzata, </li><li>la cattiva digestione che viene favorita. </li></ul>Usi: la polvere della curcuma, mescolata ad olio di oliva extravergine, o all’olio di lino, ed al pepe nero, può fare da ingrediente aggiunto a minestre e minestroni, verdure cotte, insalate, la dose giornaliera è di mezzo cucchiaino da caffè. Il pepe nero, è fondamentale, per l’assorbimento della curcuma da parte del nostro organismo. La curcuma, viene usata anche come colorante alimentare, infatti si può trovare in bevande, prodotti da forno, formaggi, gelati ed yogurt, salse, gelatine ed altro ancora. La polvere di curcuma, si può aggiungere anche ad una <b>tazza di tè verde</b>. Anticamente, veniva usata anche come colorante per i tessuti, ma con poco successo, perché soggetta a scolorire se esposta al sole. La polvere di curcuma, è uno degli ingredienti del curry, che è una miscela formata da alcune spezie, a cui dà il caratteristico colore giallo intenso. Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: