Articolo Benessere Salute
Le erbe: Veronica (acquatica) e Bardana freccelunedì 13 gennaio 2014      


In questo articolo tratteremo erbe come la Veronica e la Bardana. Veronica: famiglia: Scrophulariaceae genere: Veronica specie: Beccabunga (L.) Binomio scientifico: Veronica beccabunga Dove vive: si trova comunemente nelle paludi, nei fossi non inquinati, nelle limpide acque delle sorgenti, in luoghi umidi, sulle sponde, nelle sorgive, in pianura ed in montagna fino a 2500 m di altitudine. Descrizione: è un’erba acquatica, perenne, ermafrodita, glabra, la sua altezza va dai 20 ai 60 cm.

Il fusto è cilindrico, allungato, fistoloso, carnoso, prostrato, strisciante e galleggiante sull’acqua, molto ramificato ed arrossato. Le radici bianche che fuoriescono dal fusto e penetrano nell’acqua. Le foglie sono carnose, ovali lanceolate, di colore verde scuro. I fiori ermafroditi, piccolissimi azzurrognoli. Parti usate: si raccolgono i teneri ciuffi che escono dall’acqua, in primavera, prima della fioritura.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla veronica acquatica, sono vitaminiche, digestive, aperitive, toniche, remineralizzanti, espettoranti ed antispasmodiche.
  • Per uso esterno: il suo succo, è molto indicato in casi di rossore e croste della pelle e del cuoio capelluto ( in questo caso si usa assieme allo shampoo ).
  • Succo: il succo di veronica, si ottiene pestando i ciuffi nel mortaio e poi si stringono in un panno in modo da far uscire il succo, che va usato al momento, altrimenti entra in fermentazione. Come remineralizzante, prenderne 20 g al mattino, prima di colazione.
  • In cucina: consumata cruda in insalata, da sola o con altre erbe di stagione, usata anche per aromatizzare salse.
Bardana: famiglia: Compositae ( Asteraceae ) genere: Arctium specie: Lappa (L.) Binomio scientifico: Arctium lappa Dove vive: abbastanza comune in tutta la penisola italiana, ma è assente in Sicilia. Nelle Alpi, in entrambi i versanti è presente ovunque. Si può trovare fino ai 1100 m s.l.m, nei prati incolti, lungo le siepi e nei boschi. Descrizione: pianta erbacea biennale. La radice è grossa e fittonante. Fusto eretto pubescente, ramificato e spesso arrossato. Foglie grandi alterne, ovali o cuoriformi con bordo dentato ed ondulato. Fiori di tipo tubuloso di colore violetto, in capolini con brattee uncinate a formare un riccio di aculei. Parti usate: si usa la radice raccolta nel primo anno di vita della pianta, si raccoglie in primavera e si mette ad essiccare al sole. Viene conservata in scatole di latta o in vasi di vetro, ben chiusi.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla bardana, sono depurative, diuretiche, sudorifere. E’ molto efficace contro le malattie della pelle quali: acne, sfoghi e infiammazioni cutanee.
  • Decotto: 50 g di radice fresca o essiccata in 1 l di acqua, portare a ebollizione e tenere per 10 minuti. Se ne bevono due tazze al giorno, una alla mattina a digiuno, e l’altra alla sera prima di cena. In cucina: la radice fresca, si può aggiungere alle minestre. Si possono consumare anche le foglie ed i semi. I gambi crudi, ma presi da una pianta giovane e privati della corteccia esterna.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Asparagi alla milanese
Raschiare i gambi degli asparagi della pellicola esterna, pareggiare le estremità, in modo che risultino tutti della stessa lunghezza, lavarli, legarli ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Cottura giusta, Dipende da cosa mangiamo - giovedì 26 settembre 2013
Molto spesso in cucina ci limitiamo a cuocere, anzichè scegliere la cottura più giusta per ciò che prepariamo. Durante la cottura le caratteristiche dei cibi vengono modificate non solo a livello di consistenza e sapore, ma anche per quanto riguarda ........

Curare la candida - domenica 6 ottobre 2013

Curare la candida è importante ma occorre sapere chela candida appartiene alla famiglia di funghi, che vivono nel nostro organismo nel tratto gastro-intestinale in quantità piuttosto basse. Nel nostro corpo la candida è presente sotto forma ........

Le erbe: Capelli di Mais (Granoturco) ed Alloro - venerdì 3 gennaio 2014
In questo articolo tratteremo le seguenti erbe: i Capelli di Mais e l’Alloro. Capelli di Mais: famiglia: Graminaceae genere: Zea specie: Mays Zea mays Dove vive: è una pianta annuale che si coltiva in pianura ed in collina. L’altezza del ........

Aloe Vera... Elisir Quotidiano! - martedì 24 settembre 2013
Tutti noi conosciamo l'Aloe Vera, come pianta o come principio di qualche crema. Ma vi siete mai chieste come mai l'utilizzo di questa pianta sia così diffuso? L'Aloe Vera infatti, nel commercio di oggi giorno viene prodotto sotto qualsiasi formato ........

Libera la mente: quando l'amore è vero? - lunedì 9 settembre 2013
Spesso soffermiamo la nostra mente a riflettere sul nostro passato, su tutte le relazioni vissute, sulla curiosità di sapere se quello che abbiamo accanto è realmente l’amore della nostra vita, se mai arriverà, se lo abbiamo già lasciato andare. ........



Ricetta del giorno
Broccoli al vapore con speck e olive
Iniziare con il mettere a bollire due dita d’acqua nella pentola con l’inserto per la cottura a vapore quindi passare a dividere le cimette dei broccoli ....



 articolo Benessere Salute
Le erbe: Veronica (acquatica) e Bardana freccelunedì 13 gennaio 2014      

In questo articolo tratteremo erbe come la Veronica e la Bardana. Veronica: famiglia: Scrophulariaceae genere: Veronica specie: Beccabunga (L.) Binomio scientifico: Veronica beccabunga Dove vive: si trova comunemente nelle paludi, nei fossi non inquinati, nelle limpide acque delle sorgenti, in luoghi umidi, sulle sponde, nelle sorgive, in pianura ed in montagna fino a 2500 m di altitudine. Descrizione: è un’erba acquatica, perenne, ermafrodita, glabra, la sua altezza va dai 20 ai 60 cm.

Il fusto è cilindrico, allungato, fistoloso, carnoso, prostrato, strisciante e galleggiante sull’acqua, molto ramificato ed arrossato. Le radici bianche che fuoriescono dal fusto e penetrano nell’acqua. Le foglie sono carnose, ovali lanceolate, di colore verde scuro. I fiori ermafroditi, piccolissimi azzurrognoli. Parti usate: si raccolgono i teneri ciuffi che escono dall’acqua, in primavera, prima della fioritura.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla veronica acquatica, sono vitaminiche, digestive, aperitive, toniche, remineralizzanti, espettoranti ed antispasmodiche.
  • Per uso esterno: il suo succo, è molto indicato in casi di rossore e croste della pelle e del cuoio capelluto ( in questo caso si usa assieme allo shampoo ).
  • Succo: il succo di veronica, si ottiene pestando i ciuffi nel mortaio e poi si stringono in un panno in modo da far uscire il succo, che va usato al momento, altrimenti entra in fermentazione. Come remineralizzante, prenderne 20 g al mattino, prima di colazione.
  • In cucina: consumata cruda in insalata, da sola o con altre erbe di stagione, usata anche per aromatizzare salse.
Bardana: famiglia: Compositae ( Asteraceae ) genere: Arctium specie: Lappa (L.) Binomio scientifico: Arctium lappa Dove vive: abbastanza comune in tutta la penisola italiana, ma è assente in Sicilia. Nelle Alpi, in entrambi i versanti è presente ovunque. Si può trovare fino ai 1100 m s.l.m, nei prati incolti, lungo le siepi e nei boschi. Descrizione: pianta erbacea biennale. La radice è grossa e fittonante. Fusto eretto pubescente, ramificato e spesso arrossato. Foglie grandi alterne, ovali o cuoriformi con bordo dentato ed ondulato. Fiori di tipo tubuloso di colore violetto, in capolini con brattee uncinate a formare un riccio di aculei. Parti usate: si usa la radice raccolta nel primo anno di vita della pianta, si raccoglie in primavera e si mette ad essiccare al sole. Viene conservata in scatole di latta o in vasi di vetro, ben chiusi.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla bardana, sono depurative, diuretiche, sudorifere. E’ molto efficace contro le malattie della pelle quali: acne, sfoghi e infiammazioni cutanee.
  • Decotto: 50 g di radice fresca o essiccata in 1 l di acqua, portare a ebollizione e tenere per 10 minuti. Se ne bevono due tazze al giorno, una alla mattina a digiuno, e l’altra alla sera prima di cena. In cucina: la radice fresca, si può aggiungere alle minestre. Si possono consumare anche le foglie ed i semi. I gambi crudi, ma presi da una pianta giovane e privati della corteccia esterna.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: