Articolo Benessere Salute
Le erbe: Veronica (acquatica) e Bardana freccelunedì 13 gennaio 2014      


In questo articolo tratteremo erbe come la Veronica e la Bardana. Veronica: famiglia: Scrophulariaceae genere: Veronica specie: Beccabunga (L.) Binomio scientifico: Veronica beccabunga Dove vive: si trova comunemente nelle paludi, nei fossi non inquinati, nelle limpide acque delle sorgenti, in luoghi umidi, sulle sponde, nelle sorgive, in pianura ed in montagna fino a 2500 m di altitudine. Descrizione: è un’erba acquatica, perenne, ermafrodita, glabra, la sua altezza va dai 20 ai 60 cm.

Il fusto è cilindrico, allungato, fistoloso, carnoso, prostrato, strisciante e galleggiante sull’acqua, molto ramificato ed arrossato. Le radici bianche che fuoriescono dal fusto e penetrano nell’acqua. Le foglie sono carnose, ovali lanceolate, di colore verde scuro. I fiori ermafroditi, piccolissimi azzurrognoli. Parti usate: si raccolgono i teneri ciuffi che escono dall’acqua, in primavera, prima della fioritura.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla veronica acquatica, sono vitaminiche, digestive, aperitive, toniche, remineralizzanti, espettoranti ed antispasmodiche.
  • Per uso esterno: il suo succo, è molto indicato in casi di rossore e croste della pelle e del cuoio capelluto ( in questo caso si usa assieme allo shampoo ).
  • Succo: il succo di veronica, si ottiene pestando i ciuffi nel mortaio e poi si stringono in un panno in modo da far uscire il succo, che va usato al momento, altrimenti entra in fermentazione. Come remineralizzante, prenderne 20 g al mattino, prima di colazione.
  • In cucina: consumata cruda in insalata, da sola o con altre erbe di stagione, usata anche per aromatizzare salse.
Bardana: famiglia: Compositae ( Asteraceae ) genere: Arctium specie: Lappa (L.) Binomio scientifico: Arctium lappa Dove vive: abbastanza comune in tutta la penisola italiana, ma è assente in Sicilia. Nelle Alpi, in entrambi i versanti è presente ovunque. Si può trovare fino ai 1100 m s.l.m, nei prati incolti, lungo le siepi e nei boschi. Descrizione: pianta erbacea biennale. La radice è grossa e fittonante. Fusto eretto pubescente, ramificato e spesso arrossato. Foglie grandi alterne, ovali o cuoriformi con bordo dentato ed ondulato. Fiori di tipo tubuloso di colore violetto, in capolini con brattee uncinate a formare un riccio di aculei. Parti usate: si usa la radice raccolta nel primo anno di vita della pianta, si raccoglie in primavera e si mette ad essiccare al sole. Viene conservata in scatole di latta o in vasi di vetro, ben chiusi.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla bardana, sono depurative, diuretiche, sudorifere. E’ molto efficace contro le malattie della pelle quali: acne, sfoghi e infiammazioni cutanee.
  • Decotto: 50 g di radice fresca o essiccata in 1 l di acqua, portare a ebollizione e tenere per 10 minuti. Se ne bevono due tazze al giorno, una alla mattina a digiuno, e l’altra alla sera prima di cena. In cucina: la radice fresca, si può aggiungere alle minestre. Si possono consumare anche le foglie ed i semi. I gambi crudi, ma presi da una pianta giovane e privati della corteccia esterna.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Le erbe: Stevia - lunedì 20 gennaio 2014
In questo articolo, trattiamo un’erba che sta tornando in uso, dopo tanti anni di silenzio, infatti, nel 2011 in Europa ne è stata autorizzata la sua commercializzazione, la Stevia rebaudiana.Parliamo di ritorno, perché, fino agli anni ’50, in ........

Malattie infantili 2: conoscenze, riconoscimenti ed approfondimenti - domenica 6 ottobre 2013
Già nell’articolo precedente che trovate in fondo alla pagina siamo entrati a conoscenza con le malattie infantili più comuni, ma non sono solo quelle: all’appello mancavano anche pertosse, quarta malattia, quinta malattia e sesta malattia, diventate ........

Olio di sedano: le proprietà terapeutiche - mercoledì 10 dicembre 2014
Olio di sedano. Se si hanno piccoli problemi di pelle, capelli o altro, non occorre necessariamente rivolgersi all'industria chimica, perché anche la natura può fare la sua parte fornendo, spesso gratuitamente, una serie di rimedi biologici, ........

Le erbe: Avena ed Ortica - martedì 24 dicembre 2013
Le erbe trattate in questo articolo, sono l’Avena e l’Ortica. Avena: famiglia: Graminaceae genere: Avena specie: Sativa Avena sativa (Avena comune) Dove vive: l’avena viene coltivata nei campi dalla pianura e fino ai monti. Seminata ad inizio ........

Ma è davvero biologico - lunedì 28 ottobre 2013
Capita spesso che ci si chieda se ciò che acquistiamo per biologico lo sia davvero. Magari al supermercato stiamo lì a guardare l’etichetta, il colore, l’odore per giustificare il prezzo più alto e convincerci che in fondo ne vale la pena. Poi, ........



Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....



 articolo Benessere Salute
Le erbe: Veronica (acquatica) e Bardana freccelunedì 13 gennaio 2014      

In questo articolo tratteremo erbe come la Veronica e la Bardana. Veronica: famiglia: Scrophulariaceae genere: Veronica specie: Beccabunga (L.) Binomio scientifico: Veronica beccabunga Dove vive: si trova comunemente nelle paludi, nei fossi non inquinati, nelle limpide acque delle sorgenti, in luoghi umidi, sulle sponde, nelle sorgive, in pianura ed in montagna fino a 2500 m di altitudine. Descrizione: è un’erba acquatica, perenne, ermafrodita, glabra, la sua altezza va dai 20 ai 60 cm.

Il fusto è cilindrico, allungato, fistoloso, carnoso, prostrato, strisciante e galleggiante sull’acqua, molto ramificato ed arrossato. Le radici bianche che fuoriescono dal fusto e penetrano nell’acqua. Le foglie sono carnose, ovali lanceolate, di colore verde scuro. I fiori ermafroditi, piccolissimi azzurrognoli. Parti usate: si raccolgono i teneri ciuffi che escono dall’acqua, in primavera, prima della fioritura.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla veronica acquatica, sono vitaminiche, digestive, aperitive, toniche, remineralizzanti, espettoranti ed antispasmodiche.
  • Per uso esterno: il suo succo, è molto indicato in casi di rossore e croste della pelle e del cuoio capelluto ( in questo caso si usa assieme allo shampoo ).
  • Succo: il succo di veronica, si ottiene pestando i ciuffi nel mortaio e poi si stringono in un panno in modo da far uscire il succo, che va usato al momento, altrimenti entra in fermentazione. Come remineralizzante, prenderne 20 g al mattino, prima di colazione.
  • In cucina: consumata cruda in insalata, da sola o con altre erbe di stagione, usata anche per aromatizzare salse.
Bardana: famiglia: Compositae ( Asteraceae ) genere: Arctium specie: Lappa (L.) Binomio scientifico: Arctium lappa Dove vive: abbastanza comune in tutta la penisola italiana, ma è assente in Sicilia. Nelle Alpi, in entrambi i versanti è presente ovunque. Si può trovare fino ai 1100 m s.l.m, nei prati incolti, lungo le siepi e nei boschi. Descrizione: pianta erbacea biennale. La radice è grossa e fittonante. Fusto eretto pubescente, ramificato e spesso arrossato. Foglie grandi alterne, ovali o cuoriformi con bordo dentato ed ondulato. Fiori di tipo tubuloso di colore violetto, in capolini con brattee uncinate a formare un riccio di aculei. Parti usate: si usa la radice raccolta nel primo anno di vita della pianta, si raccoglie in primavera e si mette ad essiccare al sole. Viene conservata in scatole di latta o in vasi di vetro, ben chiusi.
  • Proprietà: le proprietà riconosciute alla bardana, sono depurative, diuretiche, sudorifere. E’ molto efficace contro le malattie della pelle quali: acne, sfoghi e infiammazioni cutanee.
  • Decotto: 50 g di radice fresca o essiccata in 1 l di acqua, portare a ebollizione e tenere per 10 minuti. Se ne bevono due tazze al giorno, una alla mattina a digiuno, e l’altra alla sera prima di cena. In cucina: la radice fresca, si può aggiungere alle minestre. Si possono consumare anche le foglie ed i semi. I gambi crudi, ma presi da una pianta giovane e privati della corteccia esterna.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: