Articolo Benessere Salute
Le erbe: Sedano, Prezzemolo e Carciofo freccegiovedì 19 dicembre 2013      


In questo articolo, tratteremo erbe come il Sedano, il Prezzemolo ed il Carciofo. Sedano: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Apium specie: Graveolens nome scientifico: Apium graveolens Dove vive: si coltiva negli orti e nei campi, di tutto il territorio nazionale, come pianta aromatica ad uso culinario. Descrizione: le due varietà più utilizzate, sono il “sedano da costa” dove si utilizzano i piccioli fogliari lunghi e carnosi ed il “sedano rapa”del quale si utilizza la radice. Entrambi hanno le stesse proprietà. Parti usate: le foglie per il sedano da costa e la radice per il sedano rapa.
  • Proprietà: è molto utile nei casi di reumatismo, renella ed obesità. Gli si attribuiscono proprietà digestive e stimolanti del sistema nervoso.
  • In cucina: le foglie del primo e la radice del secondo, si consumano in insalata, o, aggiunti a minestre e brodi, e nella preparazione di intingoli.
Prezzemolo: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Petroselinum specie: Crispum nome scientifico: Petroselinum crispum Dove vive: è, tra le piante aromatiche più diffuse e più usate in cucina. Cresce, in modo spontaneo, nei boschi e nei prati in zone con clima temperato. Si coltiva in terreni soleggiati e caldi. Teme il freddo. Descrizione: è una pianta erbacea biennale ed è originaria delle zone mediterranee. Le foglie sono frastagliate ai margini. I fiori, a gruppi di cinquanta, formano una ombrella, hanno cinque petali bianchi, a volte giallastri o azzurro-violetto. La radice, robusta, a fittone, bianco giallastra. Parti usate: le foglie fresche o conservate.
  • Proprietà: stimolanti, stimolanti del fegato e vitaminiche, se si usano le foglie fresche. Diuretiche e depurative se le foglie vengono aggiunte nelle minestre o nei sughi.
  • Tossicità: per l’uso in cucina delle foglie fresche, non ci sono problemi, mentre la tossicità, è sicura con l’estrazione dell’olio essenziale e dei suoi eventuali derivati. Per questo, le persone che soffrono di insufficienza epatica o renale e le donne in gravidanza, devono evitare di consumare il prezzemolo ad alte dosi.
Carciofo: famiglia: Compositae genere: Cynara specie: Scolymus nome scientifico: Cynara scolymus Dove vive: è una pianta coltivata e si trova negli orti e nei campi. Descrizione: il carciofo è una pianta erbacea perenne, arriva ad altezze fino a 1,5 m, le foglie sono palmate, allungate e intagliate, dentate e spinose. I fiori sono riuniti in un capolino, di colore azzurro-violaceo. Parti usate: le foglie e la radice.
  • Proprietà: il carciofo, ha proprietà diuretiche e stimolanti le funzioni del fegato e del pancreas.
  • Decotto: un pugno di foglie di carciofo in un litro di acqua, bollite per 10 minuti. Se ne beve una tazza, prima dei pasti principali, ogni giorno. Oltre che stimolante della digestione e delle funzioni di fegato e pancreas, è usato anche nei casi di diabete.
  • Succo: un cucchiaio di succo, diluito in acqua o vino, ha le stesse proprietà del decotto.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Pollo con fagioli e ravanelli
Sciacquare i pezzi di pollo, asciugarli lasciandoli appena umidi e rivestirli con il misto spezie. Scaldare metà olio in un tegame generoso e cuocervi ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

La Curcuma - venerdì 7 febbraio 2014
<b>La Curcuma</b> (conosciuta anche come zafferano delle indie) è molto diffusa ed usata come spezia in molte cucine come quella indiana, medio-orientale, tailandese ed altre nelle zone dell’Asia. In questo articolo scopriremo le sue proprietà ........

L'Acerola - martedì 18 febbraio 2014
L'Acerola, conosciuta anche come ciliegia delle Indie Occidentali o ciliegia Barbados o ciliegia delle Antille. L’acerola è una pianta poco nota in occidente, e, solo negli ultimi anni, si sta diffondendo il suo consumo in Europa, in questi paesi, ........

Effetti benefici del tempo: tutto quello che dimentichi e a cui non dai importanza - domenica 8 settembre 2013
“Se gestito bene, di tempo ne abbiamo tantissimo”: il Tempo! Cos’è realmente il tempo? Il tempo è forse il nostro gestore di emozioni, di scelte, alle volte è nostro amico, altre il nemico più perfido che ci sia: quante occasioni perdiamo perché ........

Malattie infantili 2: conoscenze, riconoscimenti ed approfondimenti - domenica 6 ottobre 2013
Già nell’articolo precedente che trovate in fondo alla pagina siamo entrati a conoscenza con le malattie infantili più comuni, ma non sono solo quelle: all’appello mancavano anche pertosse, quarta malattia, quinta malattia e sesta malattia, diventate ........

Cos'è il benessere - mercoledì 30 ottobre 2013
Si parla sempre di benessere,sembra essere diventato il tema principale della società contemporanea,ma non sempre si è in grado di capire a pieno cosa si intenda con questa “fantomatica” parola. Infatti tante le domande che ci assalgono : “cos’è?, ........



Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....



 articolo Benessere Salute
Le erbe: Sedano, Prezzemolo e Carciofo freccegiovedì 19 dicembre 2013      

In questo articolo, tratteremo erbe come il Sedano, il Prezzemolo ed il Carciofo. Sedano: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Apium specie: Graveolens nome scientifico: Apium graveolens Dove vive: si coltiva negli orti e nei campi, di tutto il territorio nazionale, come pianta aromatica ad uso culinario. Descrizione: le due varietà più utilizzate, sono il “sedano da costa” dove si utilizzano i piccioli fogliari lunghi e carnosi ed il “sedano rapa”del quale si utilizza la radice. Entrambi hanno le stesse proprietà. Parti usate: le foglie per il sedano da costa e la radice per il sedano rapa.
  • Proprietà: è molto utile nei casi di reumatismo, renella ed obesità. Gli si attribuiscono proprietà digestive e stimolanti del sistema nervoso.
  • In cucina: le foglie del primo e la radice del secondo, si consumano in insalata, o, aggiunti a minestre e brodi, e nella preparazione di intingoli.
Prezzemolo: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Petroselinum specie: Crispum nome scientifico: Petroselinum crispum Dove vive: è, tra le piante aromatiche più diffuse e più usate in cucina. Cresce, in modo spontaneo, nei boschi e nei prati in zone con clima temperato. Si coltiva in terreni soleggiati e caldi. Teme il freddo. Descrizione: è una pianta erbacea biennale ed è originaria delle zone mediterranee. Le foglie sono frastagliate ai margini. I fiori, a gruppi di cinquanta, formano una ombrella, hanno cinque petali bianchi, a volte giallastri o azzurro-violetto. La radice, robusta, a fittone, bianco giallastra. Parti usate: le foglie fresche o conservate.
  • Proprietà: stimolanti, stimolanti del fegato e vitaminiche, se si usano le foglie fresche. Diuretiche e depurative se le foglie vengono aggiunte nelle minestre o nei sughi.
  • Tossicità: per l’uso in cucina delle foglie fresche, non ci sono problemi, mentre la tossicità, è sicura con l’estrazione dell’olio essenziale e dei suoi eventuali derivati. Per questo, le persone che soffrono di insufficienza epatica o renale e le donne in gravidanza, devono evitare di consumare il prezzemolo ad alte dosi.
Carciofo: famiglia: Compositae genere: Cynara specie: Scolymus nome scientifico: Cynara scolymus Dove vive: è una pianta coltivata e si trova negli orti e nei campi. Descrizione: il carciofo è una pianta erbacea perenne, arriva ad altezze fino a 1,5 m, le foglie sono palmate, allungate e intagliate, dentate e spinose. I fiori sono riuniti in un capolino, di colore azzurro-violaceo. Parti usate: le foglie e la radice.
  • Proprietà: il carciofo, ha proprietà diuretiche e stimolanti le funzioni del fegato e del pancreas.
  • Decotto: un pugno di foglie di carciofo in un litro di acqua, bollite per 10 minuti. Se ne beve una tazza, prima dei pasti principali, ogni giorno. Oltre che stimolante della digestione e delle funzioni di fegato e pancreas, è usato anche nei casi di diabete.
  • Succo: un cucchiaio di succo, diluito in acqua o vino, ha le stesse proprietà del decotto.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: