Articolo Benessere Salute
Le erbe: Sedano, Prezzemolo e Carciofo freccegiovedì 19 dicembre 2013      


In questo articolo, tratteremo erbe come il Sedano, il Prezzemolo ed il Carciofo. Sedano: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Apium specie: Graveolens nome scientifico: Apium graveolens Dove vive: si coltiva negli orti e nei campi, di tutto il territorio nazionale, come pianta aromatica ad uso culinario. Descrizione: le due varietà più utilizzate, sono il “sedano da costa” dove si utilizzano i piccioli fogliari lunghi e carnosi ed il “sedano rapa”del quale si utilizza la radice. Entrambi hanno le stesse proprietà. Parti usate: le foglie per il sedano da costa e la radice per il sedano rapa.
  • Proprietà: è molto utile nei casi di reumatismo, renella ed obesità. Gli si attribuiscono proprietà digestive e stimolanti del sistema nervoso.
  • In cucina: le foglie del primo e la radice del secondo, si consumano in insalata, o, aggiunti a minestre e brodi, e nella preparazione di intingoli.
Prezzemolo: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Petroselinum specie: Crispum nome scientifico: Petroselinum crispum Dove vive: è, tra le piante aromatiche più diffuse e più usate in cucina. Cresce, in modo spontaneo, nei boschi e nei prati in zone con clima temperato. Si coltiva in terreni soleggiati e caldi. Teme il freddo. Descrizione: è una pianta erbacea biennale ed è originaria delle zone mediterranee. Le foglie sono frastagliate ai margini. I fiori, a gruppi di cinquanta, formano una ombrella, hanno cinque petali bianchi, a volte giallastri o azzurro-violetto. La radice, robusta, a fittone, bianco giallastra. Parti usate: le foglie fresche o conservate.
  • Proprietà: stimolanti, stimolanti del fegato e vitaminiche, se si usano le foglie fresche. Diuretiche e depurative se le foglie vengono aggiunte nelle minestre o nei sughi.
  • Tossicità: per l’uso in cucina delle foglie fresche, non ci sono problemi, mentre la tossicità, è sicura con l’estrazione dell’olio essenziale e dei suoi eventuali derivati. Per questo, le persone che soffrono di insufficienza epatica o renale e le donne in gravidanza, devono evitare di consumare il prezzemolo ad alte dosi.
Carciofo: famiglia: Compositae genere: Cynara specie: Scolymus nome scientifico: Cynara scolymus Dove vive: è una pianta coltivata e si trova negli orti e nei campi. Descrizione: il carciofo è una pianta erbacea perenne, arriva ad altezze fino a 1,5 m, le foglie sono palmate, allungate e intagliate, dentate e spinose. I fiori sono riuniti in un capolino, di colore azzurro-violaceo. Parti usate: le foglie e la radice.
  • Proprietà: il carciofo, ha proprietà diuretiche e stimolanti le funzioni del fegato e del pancreas.
  • Decotto: un pugno di foglie di carciofo in un litro di acqua, bollite per 10 minuti. Se ne beve una tazza, prima dei pasti principali, ogni giorno. Oltre che stimolante della digestione e delle funzioni di fegato e pancreas, è usato anche nei casi di diabete.
  • Succo: un cucchiaio di succo, diluito in acqua o vino, ha le stesse proprietà del decotto.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

I fiori di Bach - Gentian - giovedì 19 giugno 2014
<b>Genzianella autunnale (Gentiana amarella)</b> La pianta della Genzianella, Gentian, cresce sui prati e sui pascoli delle zone submontane ed alpine italiane. La sua caratteristica infatti, è quella di crescere solo in alto, in posti dove ........

Le erbe: Capelli di Mais (Granoturco) ed Alloro - venerdì 3 gennaio 2014
In questo articolo tratteremo le seguenti erbe: i Capelli di Mais e l’Alloro. Capelli di Mais: famiglia: Graminaceae genere: Zea specie: Mays Zea mays Dove vive: è una pianta annuale che si coltiva in pianura ed in collina. L’altezza del ........

Le erbe: Stevia - lunedì 20 gennaio 2014
In questo articolo, trattiamo un’erba che sta tornando in uso, dopo tanti anni di silenzio, infatti, nel 2011 in Europa ne è stata autorizzata la sua commercializzazione, la Stevia rebaudiana.Parliamo di ritorno, perché, fino agli anni ’50, in ........

Sette soluzioni per sette tipi di insonnia - martedì 3 settembre 2013
È ora di dormire, così vi accingete ad abbracciare il vostro orsacchiotto di peluche. Ma vi girate e rigirate per ore e ore, e la sveglia sfiora le 2 e le 3 di notte con molta facilità. Comincia dunque il panico, e ci si chiede: “Come farò a lavorare ........

Rimedi naturali per combattere la febbre - martedì 10 dicembre 2013
La febbre è un meccanismo di risposta del nostro organismo agli attacchi esterni (infezioni, intossicazioni ecc.); qualora la febbre dovesse persistere per più giorni o raggiungere i 40° C consultate un medico. Comunque, ci sono dei rimedi naturali ........



Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....



 articolo Benessere Salute
Le erbe: Sedano, Prezzemolo e Carciofo freccegiovedì 19 dicembre 2013      

In questo articolo, tratteremo erbe come il Sedano, il Prezzemolo ed il Carciofo. Sedano: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Apium specie: Graveolens nome scientifico: Apium graveolens Dove vive: si coltiva negli orti e nei campi, di tutto il territorio nazionale, come pianta aromatica ad uso culinario. Descrizione: le due varietà più utilizzate, sono il “sedano da costa” dove si utilizzano i piccioli fogliari lunghi e carnosi ed il “sedano rapa”del quale si utilizza la radice. Entrambi hanno le stesse proprietà. Parti usate: le foglie per il sedano da costa e la radice per il sedano rapa.
  • Proprietà: è molto utile nei casi di reumatismo, renella ed obesità. Gli si attribuiscono proprietà digestive e stimolanti del sistema nervoso.
  • In cucina: le foglie del primo e la radice del secondo, si consumano in insalata, o, aggiunti a minestre e brodi, e nella preparazione di intingoli.
Prezzemolo: famiglia: Umbelliferae (Apiaceae) genere: Petroselinum specie: Crispum nome scientifico: Petroselinum crispum Dove vive: è, tra le piante aromatiche più diffuse e più usate in cucina. Cresce, in modo spontaneo, nei boschi e nei prati in zone con clima temperato. Si coltiva in terreni soleggiati e caldi. Teme il freddo. Descrizione: è una pianta erbacea biennale ed è originaria delle zone mediterranee. Le foglie sono frastagliate ai margini. I fiori, a gruppi di cinquanta, formano una ombrella, hanno cinque petali bianchi, a volte giallastri o azzurro-violetto. La radice, robusta, a fittone, bianco giallastra. Parti usate: le foglie fresche o conservate.
  • Proprietà: stimolanti, stimolanti del fegato e vitaminiche, se si usano le foglie fresche. Diuretiche e depurative se le foglie vengono aggiunte nelle minestre o nei sughi.
  • Tossicità: per l’uso in cucina delle foglie fresche, non ci sono problemi, mentre la tossicità, è sicura con l’estrazione dell’olio essenziale e dei suoi eventuali derivati. Per questo, le persone che soffrono di insufficienza epatica o renale e le donne in gravidanza, devono evitare di consumare il prezzemolo ad alte dosi.
Carciofo: famiglia: Compositae genere: Cynara specie: Scolymus nome scientifico: Cynara scolymus Dove vive: è una pianta coltivata e si trova negli orti e nei campi. Descrizione: il carciofo è una pianta erbacea perenne, arriva ad altezze fino a 1,5 m, le foglie sono palmate, allungate e intagliate, dentate e spinose. I fiori sono riuniti in un capolino, di colore azzurro-violaceo. Parti usate: le foglie e la radice.
  • Proprietà: il carciofo, ha proprietà diuretiche e stimolanti le funzioni del fegato e del pancreas.
  • Decotto: un pugno di foglie di carciofo in un litro di acqua, bollite per 10 minuti. Se ne beve una tazza, prima dei pasti principali, ogni giorno. Oltre che stimolante della digestione e delle funzioni di fegato e pancreas, è usato anche nei casi di diabete.
  • Succo: un cucchiaio di succo, diluito in acqua o vino, ha le stesse proprietà del decotto.
Si raccomanda sempre la consultazione con il medico od il fitoterapista, prima di iniziare una cura a base di erbe. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Filippini - vedi tutti gli articoli di Luca  Filippini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: