Articolo Gatti Curiosità
I gattili d'Italia freccegiovedì 14 novembre 2013      


A differenza di termini come canile, ovile, covile e porcile, in italiano la parola gattile è recentissima, entrata nel GRADIT (il Grande dizionario italiano dell’uso) soltanto nel 1984, e non si è ancora affermata; molti programmi di correzione automatica, infatti, lo considerano ancora un errore, come ad esempio Microsoft Office Word 2007. La recente coniazione del termine e l’uso ancora limitato che se ne fa sono dovuti al tardo sviluppo di tale struttura ed alla sua scarsa diffusione sul nostro territorio.

Tuttavia negli ultimi anni sono sorti molteplici rifugi per la popolazione felina ed il fenomeno, con ogni probabilità, è destinato ad espandersi. Il termine gattile ha assunto una certa importanza ed un sostanzioso rilievo in seguito al Cat Pride del 22 febbraio 2003, organizzato dalle associazioni ARCA ed Animalisti Italiani. In occasione di tale manifestazione si chiedeva, oltre all’istituzione di un gattile comunale, un maggiore rispetto per la popolazione felina e per le gattare (le persone che si prendono cura dei gatti senza dimora), l’istituzione di un pronto soccorso veterinario, protezione per i randagi. Altro obiettivo era richiedere la piena applicazione della Legge Regionale 34/97, che prevede la sterilizzazione gratuita dei randagi presso le ASL.

Essa è correlata alla legge 281 del 1991, l’unica che sostiene economicamente i gattili; ne consegue che, a parte la sterilizzazione, tutte le altre spese sono a carico dei volontari. È bene fare una distinzione tra gattile, oasi felina e colonia felina: il primo è propriamente una struttura dalla quale gli ospiti non possono uscire, il che è invece possibile nel secondo caso; si parla di colonie, invece, quando un gruppo di gatti si riunisce da sé nei posti dove una o più gattare forniscono loro il cibo. Diamo ora un elenco di alcuni dei più importanti gattili presenti sul nostro territorio:
  • Rifugio per Gatti “Cinni”. Si tratta del primo gattile d’Italia, sito a sud di Arezzo (Toscana) e fondato dal veterinario dell’AISPA (Anglo-Italian Society for Protection of Animals) Malcom Holliday e da sua sorella Bunny. Si occupa prevalentemente del soccorso e dell’assistenza a gatti randagi ed è fornito di ambulatorio, sala operatoria, diversi recinti, zona di quarantena ed anche di un parco dove vi sono alcuni esemplari che per particolari motivi non sono inseriti nel programma di adozione del centro.
  • Casa Stella”. Nato nel 2009, si trova a Ferrara, in Emilia-Romagna, e dal 1° giungo dell’anno corrente è gestito dall’Associazione “A Coda Alta” Onlus Ferrara, impegnata nell’adozione di animali abbandonati. È rilevante il fatto che Casa Stella si occupa anche del censimento delle colonie feline nell’area comunale;
  • Il Gattile di Messina”, nell’omonima città siciliana;
  • Associazione “Il Gattile”. È stato fondato nel 1996 a Trieste, il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia, ed è in rapporti di collaborazione con l’AISPA. All’inaugurazione presiedette la notissima astrofisica Margherita Hack;
  • Gattolandia” a Cusano Milanino (MI). Possiede un ampio spazio verde, il cosiddetto Gatto Parco, che ospita i gatti della struttura;
  • Il Gattile Rifugio “Ancona”, nell’omonimo capoluogo delle Marche.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Emanuele  Vuono - vedi tutti gli articoli di Emanuele  Vuono



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Bavarese alla frutta
Fate ammorbidire in acqua fredda per circa 20 minuti i fogli di gelatina, metteteli senza strizzarli in un tegame nel quale aggiungete un bicchiere di ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Una casa da gatti, un paradiso per i felini - mercoledì 19 marzo 2014

Una casa da gatti, un vero paradiso per i felini, facile da realizzare, soprattutto per un bravo fai-da-te, uno che con sega, pialla, scalpello e trapano sa come destreggiarsi. Esempi in giro per il mondo non ne mancano e le foto allegate ne ........

Addestrare un cucciolo di gatto - mercoledì 11 settembre 2013
Cosa vuol dire addestrare un cucciolo di gatto? Forse insegnargli il riporto, o saltare a comando? Io credo sia molto di più! A mio parere, è la meraviglia di camminare per una via piena di persone, col proprio adorato gattino tranquillo sulla ........

Le gattare… queste sconosciute! - giovedì 19 settembre 2013
Gattare… tutti ne parlano, pochi le conoscono e ne capiscono l’attività! In moltissime città italiane, in primis nella Capitale, non è raro imbattersi, durante una passeggiata in centro o in periferia, in simpatiche signore o ragazze che, armate ........

Il gatto-elicottero - venerdì 18 ottobre 2013
Sempre per la serie degli animali-cyborg, vi presentiamo questa volta il gatto-elicottero! Fortunatamente non si tratta di un giocattolo prodotto in massa, come era invece la povera blatta-cyborg di cui abbiamo parlato in un articolo precedente, ........

Il Ragdoll - mercoledì 22 ottobre 2014
Lui, il Ragdoll, è il gatto più buono del mondo, assolutamente incapace di graffiare o di mordere, lui è un compagno discreto che non da mai problemi. Questo non fa certo del Ragdoll un peluche perchè è capacissimo di rivelare agilità e doti ........



Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....



 articolo Gatti Curiosità
I gattili d'Italia freccegiovedì 14 novembre 2013      

A differenza di termini come canile, ovile, covile e porcile, in italiano la parola gattile è recentissima, entrata nel GRADIT (il Grande dizionario italiano dell’uso) soltanto nel 1984, e non si è ancora affermata; molti programmi di correzione automatica, infatti, lo considerano ancora un errore, come ad esempio Microsoft Office Word 2007. La recente coniazione del termine e l’uso ancora limitato che se ne fa sono dovuti al tardo sviluppo di tale struttura ed alla sua scarsa diffusione sul nostro territorio.

Tuttavia negli ultimi anni sono sorti molteplici rifugi per la popolazione felina ed il fenomeno, con ogni probabilità, è destinato ad espandersi. Il termine gattile ha assunto una certa importanza ed un sostanzioso rilievo in seguito al Cat Pride del 22 febbraio 2003, organizzato dalle associazioni ARCA ed Animalisti Italiani. In occasione di tale manifestazione si chiedeva, oltre all’istituzione di un gattile comunale, un maggiore rispetto per la popolazione felina e per le gattare (le persone che si prendono cura dei gatti senza dimora), l’istituzione di un pronto soccorso veterinario, protezione per i randagi. Altro obiettivo era richiedere la piena applicazione della Legge Regionale 34/97, che prevede la sterilizzazione gratuita dei randagi presso le ASL.

Essa è correlata alla legge 281 del 1991, l’unica che sostiene economicamente i gattili; ne consegue che, a parte la sterilizzazione, tutte le altre spese sono a carico dei volontari. È bene fare una distinzione tra gattile, oasi felina e colonia felina: il primo è propriamente una struttura dalla quale gli ospiti non possono uscire, il che è invece possibile nel secondo caso; si parla di colonie, invece, quando un gruppo di gatti si riunisce da sé nei posti dove una o più gattare forniscono loro il cibo. Diamo ora un elenco di alcuni dei più importanti gattili presenti sul nostro territorio:
  • Rifugio per Gatti “Cinni”. Si tratta del primo gattile d’Italia, sito a sud di Arezzo (Toscana) e fondato dal veterinario dell’AISPA (Anglo-Italian Society for Protection of Animals) Malcom Holliday e da sua sorella Bunny. Si occupa prevalentemente del soccorso e dell’assistenza a gatti randagi ed è fornito di ambulatorio, sala operatoria, diversi recinti, zona di quarantena ed anche di un parco dove vi sono alcuni esemplari che per particolari motivi non sono inseriti nel programma di adozione del centro.
  • Casa Stella”. Nato nel 2009, si trova a Ferrara, in Emilia-Romagna, e dal 1° giungo dell’anno corrente è gestito dall’Associazione “A Coda Alta” Onlus Ferrara, impegnata nell’adozione di animali abbandonati. È rilevante il fatto che Casa Stella si occupa anche del censimento delle colonie feline nell’area comunale;
  • Il Gattile di Messina”, nell’omonima città siciliana;
  • Associazione “Il Gattile”. È stato fondato nel 1996 a Trieste, il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia, ed è in rapporti di collaborazione con l’AISPA. All’inaugurazione presiedette la notissima astrofisica Margherita Hack;
  • Gattolandia” a Cusano Milanino (MI). Possiede un ampio spazio verde, il cosiddetto Gatto Parco, che ospita i gatti della struttura;
  • Il Gattile Rifugio “Ancona”, nell’omonimo capoluogo delle Marche.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Emanuele  Vuono - vedi tutti gli articoli di Emanuele  Vuono





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: