articolo Salute Sana alimentazione
Il Melograno, amico della salute, proprietà e benefici freccemercoledì 24 gennaio 2018

Il Melograno, un frutto amico della salute, ricco di tante proprietà nutrizionali e benefiche per l’organismo, che ha il solo difetto di essere presente solo per poco tempo sui banchi di frutta. È un frutto tipicamente autunnale-invernale, originario dell’Asia occidentale, ma oggi largamente coltivato in tutte le zone a clima mite, anche se è in grado di superare agevolmente anche qualche inverno particolarmente freddo, certamente non glaciale. È ricco di importanti sostanze nutritive essenziali per il buon funzionamento dell’organismo: vitamina C, perfetta nel periodo invernale per combattere le malattie da raffreddamento e per rinvigorire il sistema immunitario, calcio, ferro, potassio e altre ancora. Ne esistono diverse varietà: zuccherine, agrodolci e acide. Nei nostri climi vengono coltivate quasi esclusivamente le varietà dolci.

Le proprietà benefiche di questo frutto, o almeno parte di esse, erano note anche nell’antichità: in particolare la buccia veniva utilizzata per combattere l’intestino pigro. Povero di grassi e del tutto privo di colesterolo, il Melograno conta solo 65Kcal per 100 grammi di prodotto, per cui è particolarmente indicato nelle diete ipocaloriche. Oltre alle sostanza citate in precedenza, il Melograno è ricco di vitamina K, magnesio, carboidrati, grassi insaturi e antiossidanti.

La vitamina C di cui è ricco, come del resto un po’ tutti gli agrumi, aiuta anche a fissare il ferro presente anch’esso nel frutto, ferro che si sa è indispensabile per l’emoglobina, precursore dei globuli rossi. Tutte queste sostanze di cui è ricco lo rendono un vero amico della salute, perché gli conferiscono delle interessanti proprietà benefiche. Vediamo di cosa si tratta.

  • Amico del cuore; il Melograno ha proprietà anticoagulanti per cui aiuta a prevenire patologie cardiovascolari. Va tuttavia assunto con una certa cautela da chi già si sottopone a terapia anticoagulante in quanto i due effetti potrebbero sommarsi. Inoltre il melograno aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue, con gran beneficio per il sistema cardiovascolare.
  • Ha proprietà antitumorali; grazie ai tanti polifenoli e tannini di cui è ricco, il Melograno svolge un’azione preventiva contro l’insorgenza dei tumori, in particolare quello al seno e quello alla prostata, come messo in evidenza da recenti studi.
  • Migliora e regolarizza la pressione sanguigna in quanto contribuisce a mantenere la giusta fluidità del sangue, riducendo il rischio cardiovascolare in generale, così come infarto e ictus.
  • Migliora la digestione, combatte i parassiti intestinali e la stitichezza, a tutto vantaggio del buon funzionamento dell’intestino e, si sa, quando questo funziona a dovere, l’organismo tutto ne beneficia.
  • Il Melograno è ricchissimo di antiossidanti, i nemici dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche della comparsa di numerose patologie, in primis quelle degenerative.
  • Previene l’Alzheimer; recenti studi sembrano confermare che un consumo abituale di melograno aiuti a prevenire la comparsa di questa terribile malattia degenerativa, questo grazie alle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che proteggono i tessuti connettivi.

Il Melograno si può assumere sia consumandone i chicchi freschi sia sotto forma di spremuta. A parte questo, il melograno trova anche diverse utilizzazioni in cucina in un gran numero di ricette, sia primi piatti, in particolare risotti, sia con piatti di carne e pesce, perfetto poi in abbinamento con formaggi stagionati come il grana, il pecorino e il gorgonzola, e naturalmente in varie ricette di dolci.

In definitiva il melograno è uno di quei frutti che non dovrebbe mai mancare in tavola, nei mesi in cui è possibile reperirlo. La sola controindicazione, o forse è meglio definirla cautela nel suo utilizzo, per coloro che già si sottopongono a terapia anticoagulante.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:



 



Houstonia
Houstonia: genere di 50 specie di piante sempreverdi, perenni, rustiche, adatte per le zone fresche e umide dei giardini rocciosi.
La Houstonia si pianta in marzo-aprile in terreno umido, non ........

Camellia (Camelia)

Camellia (Camelia), genere di 80 specie di alberi e arbusti sempreverdi, generalmente rustici, da coltivarsi sia in serra che all’aperto. Crescono bene in posizione protetta e in terreni privi di calcare, tendenzialmente ........

Hesperis

Hesperis, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni e biennali, rustiche, adatte a i terreni umidi. La specie descritta è perenne, ma per lo più poco longeva.
Si pianta tra ottobre e marzo, quando le condizioni climatiche ........

Lamarckia

Lamarckia, genere comprendente una sola specie erbacea, annuale, diffusa allo stato spontaneo nei paesi del bacino del Mediterraneo. Può essere utlizzata nelle bordure annuali e miste. Le infiorescenze possono essere seccate ........

Helictotrichon

Helictotrichon, genere di 94 specie di piante erbacee perenni, sempreverdi, delicate o rustiche. La specie descritta è perenne ed è adatta per le bordure erbacee e miste.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile, i qualsiasi ........

 

 

Ricetta del giorno
Risotto alle castagne
Fare soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio in una padella antiaderente. Sminuzzare le castagne finemente e metterle da parte.
Aggiungere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Pontederia

Pontederia, genere di 4 specie di piante acquatiche, perenni, appartenenti alla famiglia delle Pontedariaceae. La specie descritta si coltiva ai margini di stagni e laghetti e nelle vasche.
Si piantano in aprile-maggio, ........

Cypripedium
La Cypripedium (scarpetta di Venere) fa parte delle Orchidaceae, è originaria dell'Europa, Italia, Asia America settentrionale, comprende 50 specie di orchidee rizomatose prevalentemente terrestri, rustiche, ........

Thalia

Thalia, genere di 11 specie di piante originarie delle regioni temperato-calde e subtropicali dell’America settentrionale e dell’Africa, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae. Si tratta di piante erbacee, rizomatose,  ........

Browallia

Browallia, genere di 6 specie di piante annuali, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Solanacee, originarie dell’America Meridionale. Hanno fiori numerosi simili a quelli delle viole e foglie spesso molto decorative ........

Halimium

Halimium, genere di 14 specie di arbusti sempreverdi, semirustici e rustici, diffusi nelle regioni meridionali, affini alle specie Cistus. Si coltivano nei grandi giardini rocciosi, particolarmente in quelli posti  ........

Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....


 articolo Salute Sana alimentazione
Il Melograno, amico della salute, proprietà e benefici freccemercoledì 24 gennaio 2018

Il Melograno, un frutto amico della salute, ricco di tante proprietà nutrizionali e benefiche per l’organismo, che ha il solo difetto di essere presente solo per poco tempo sui banchi di frutta. È un frutto tipicamente autunnale-invernale, originario dell’Asia occidentale, ma oggi largamente coltivato in tutte le zone a clima mite, anche se è in grado di superare agevolmente anche qualche inverno particolarmente freddo, certamente non glaciale. È ricco di importanti sostanze nutritive essenziali per il buon funzionamento dell’organismo: vitamina C, perfetta nel periodo invernale per combattere le malattie da raffreddamento e per rinvigorire il sistema immunitario, calcio, ferro, potassio e altre ancora. Ne esistono diverse varietà: zuccherine, agrodolci e acide. Nei nostri climi vengono coltivate quasi esclusivamente le varietà dolci.

Le proprietà benefiche di questo frutto, o almeno parte di esse, erano note anche nell’antichità: in particolare la buccia veniva utilizzata per combattere l’intestino pigro. Povero di grassi e del tutto privo di colesterolo, il Melograno conta solo 65Kcal per 100 grammi di prodotto, per cui è particolarmente indicato nelle diete ipocaloriche. Oltre alle sostanza citate in precedenza, il Melograno è ricco di vitamina K, magnesio, carboidrati, grassi insaturi e antiossidanti.

La vitamina C di cui è ricco, come del resto un po’ tutti gli agrumi, aiuta anche a fissare il ferro presente anch’esso nel frutto, ferro che si sa è indispensabile per l’emoglobina, precursore dei globuli rossi. Tutte queste sostanze di cui è ricco lo rendono un vero amico della salute, perché gli conferiscono delle interessanti proprietà benefiche. Vediamo di cosa si tratta.

  • Amico del cuore; il Melograno ha proprietà anticoagulanti per cui aiuta a prevenire patologie cardiovascolari. Va tuttavia assunto con una certa cautela da chi già si sottopone a terapia anticoagulante in quanto i due effetti potrebbero sommarsi. Inoltre il melograno aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue, con gran beneficio per il sistema cardiovascolare.
  • Ha proprietà antitumorali; grazie ai tanti polifenoli e tannini di cui è ricco, il Melograno svolge un’azione preventiva contro l’insorgenza dei tumori, in particolare quello al seno e quello alla prostata, come messo in evidenza da recenti studi.
  • Migliora e regolarizza la pressione sanguigna in quanto contribuisce a mantenere la giusta fluidità del sangue, riducendo il rischio cardiovascolare in generale, così come infarto e ictus.
  • Migliora la digestione, combatte i parassiti intestinali e la stitichezza, a tutto vantaggio del buon funzionamento dell’intestino e, si sa, quando questo funziona a dovere, l’organismo tutto ne beneficia.
  • Il Melograno è ricchissimo di antiossidanti, i nemici dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi anche della comparsa di numerose patologie, in primis quelle degenerative.
  • Previene l’Alzheimer; recenti studi sembrano confermare che un consumo abituale di melograno aiuti a prevenire la comparsa di questa terribile malattia degenerativa, questo grazie alle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che proteggono i tessuti connettivi.

Il Melograno si può assumere sia consumandone i chicchi freschi sia sotto forma di spremuta. A parte questo, il melograno trova anche diverse utilizzazioni in cucina in un gran numero di ricette, sia primi piatti, in particolare risotti, sia con piatti di carne e pesce, perfetto poi in abbinamento con formaggi stagionati come il grana, il pecorino e il gorgonzola, e naturalmente in varie ricette di dolci.

In definitiva il melograno è uno di quei frutti che non dovrebbe mai mancare in tavola, nei mesi in cui è possibile reperirlo. La sola controindicazione, o forse è meglio definirla cautela nel suo utilizzo, per coloro che già si sottopongono a terapia anticoagulante.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: