articolo Giardino Piante
Piante rampicanti per la copertura di muri o cancellate in ombra freccelunedì 8 gennaio 2018

Piante rampicanti per la copertura di muri, cancellate, pilastri, colonne o pergolati sempre o quasi in ombra. Questo tipo d decorazione richiede una accurata selezione tra le varie piante rampicanti e tappezzanti perché, se non si utilizzano le specie adatte, i risultati saranno decisamente scarsi. Come piante rampicanti e tappezzanti s’intendono sia quelle che si attaccano da sole con ventose o altre appendici al supporto, come la Vite del Canada o l’Edera, sia quelle con lunghi rami flessibili che devono essere fissati, come il Caprifoglio.

Le più conosciute ed utilizzate sono l’Edera e la Vite del Canada, anche se per le varietà di Edera a foglie screziate è necessaria una leggera insolazione per ottenere una bella colorazione del fogliame. Esiste comunque una scelta abbastanza ampia di arbusti rampicanti, con fogliame e fiori ornamentali, che possono crescere bene anche in piena ombra e assicurare un eccellente risultato. Vediamone alcuni.

Actinidia: è una liana con grandi foglie lanuginose che produce deliziosi frutti commestibili, i kiwi. Viene impiegata per la decorazione di muri, pergolati e tronchi d’albero. Se la si coltiva ai fini della fruttificazione, bisogna piantarla in posizione leggermente soleggiata e alternare un esemplare maschile ogni 5-6 femminili. I rami volubili crescono fino a 6-8 m e devono essere fissati ai supporti.

Akebia quinata: è un arbusto rampicante poco conosciuto adatto per la decorazione di graticci. I rami raggiungono anche i 5 m di lunghezza e devono essere diretti e fissati ai supporti; le foglie caduche sono composte da 5 foglioline allungate; i fiori sbocciano in primavera e sono piccoli, violetti, riuniti in grappoli, pendenti cui seguono piccoli frutti di colore violetto. Richiede un terreno leggero e sabbioso.

Aristolochia: è un arbusto rampicante vigoroso e rustico che ben si adatta anche al clima più rigido delle regioni settentrionali e che può essere utilizzato per la decorazione di muri e pergolati. Le foglie sono grandi, cuoriformi, e i fiori sono a forma di pipa ricurva, più originali che decorativi. I rami si arrotolano da soli attorno ai supporti, ma è sempre meglio controllarne la crescita e guidarli nella direzione voluta così che si distribuiscano in modo omogeneo. Non ha particolari esigenze in fatto di terreno che comunque deve essere ben drenato.

Camelia: è un arbusto ornamentale sempreverde di cui esistono diverse varietà più o meno rustiche. Teme sempre i cambiamenti bruschi di temperatura, per cui nelle zone in cui il clima è abbastanza rigido è bene piantarla in una posizione esposta a nord, dove il disgelo avviene più lentamente. Fiorisce tra marzo ed aprile a seconda delle varietà e del clima. Alcune varietà raggiungono dimensioni considerevoli e possono essere impiegate per la decorazione di pergolati ai quali vanno fissate. Predilige i terreni acidi e non sopporta quelli calcarei.

Caprifoglio: è un arbusto sarmentoso con lunghi rami flessibili, piccole foglie e fiori generalmente color bianco-crema sfumati di rosa, intensamente profumati. Si tratta di una pianta vigorosa di rapido accrescimento, che raggiunge facilmente i 2,5 m di altezza e che viene impiegata per decorare muri. Può essere anche potata drasticamente, tuttavia ha un difetto da tener presente: può diventare invadente dato che si riproduce con estrema facilità per mezzo di polloni.  Si adatta ad ogni tipo di terreno e anche a esposizioni in piena ombra, anche se per ottenere una bella fioritura è preferibile la mezz’ombra.

Cerlastrus: è un arbusto rampicante con grandi foglie ovali, caduche. I fiori verdastri sono poco interessanti, ma vengono seguiti da bacche rosse molto ornamentali. Si arrampica spontaneamente e può essere utilizzata per la decorazione di muri e pergolati. Una volta attecchito, richiede poche attenzioni. Preferisce terreni freschi e leggeri e cresce bene sia al sole che in piena ombra.

Gelsomino di San Giuseppe: è un arbusto sarmentoso originario della Cina, con rami verdi, lunghi 2-3 m e foglie caduche composte da 3 foglioline. Fiorisce tra novembre e aprile, quando la pianta è ancora priva di foglie. I rami vanno attaccati ai supporti man mano che si sviluppano per evitare che si aggroviglino in maniera disordinata. Si adatta ad ogni tipo di terreno, anche roccioso o calcareo, ma teme i venti freddi.

kerria: è un arbusto deciduo, con sottili e lunghe ramificazioni verde chiaro. Cresce facilmente in ogni tipo di terreno e con qualunque esposizione, quindi anche all’ombra e sotto gli alberi. Può essere fissato al muro o ad altri tipi di supporto. Le foglie sono finemente dentellate e i fiori, piccoli, semplici o doppi, sono distribuiti su tutta la lunghezza dei rami. Non ha particolari esigenze in fatto di terreno, e cresce vigoroso se piantato in terreno fertile. Per l’abbondanza di polloni che produce viene utilizzato anche per fissare i terreni in pendenza, tuttavia questa caratteristica va considerata attentamente in quanto la pianta diventa invadente con estrema facilità. Dopo la fioritura bisogna tagliare alla base i rami più vecchi di 3 anni.

Ortensia: la ben nota Hydrangea che nella sua varietà Petiolaris è un arbusto rampicante che si attacca da solo a muri e graticci. Si tratta di un arbusto deciduo con fiori riuniti in corimbi appiattiti lunghi 18-25 cm, che sbocciano in maggio-giugno. Per la sua abbondante fioritura è una pianta di grande effetto ornamentale adatta a formare cortine verdi anche in piena ombra.

Piracanta: è una pianta abitualmente coltivata in gruppo o assieme ad altre piante in aiuole esposte al sole, ma può anche essere utilizzata per la decorazione di muri esposti a mezz’ombra. L’esposizione, così come la potatura, influisce sulla fruttificazione, costituita da bacche di colori accesi, che poi alla fine sono l’aspetto più ornamentale di questa pianta.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:



 



Jasminum (Gelsomino)

Jasminum (Gelsomino), genere di 300 specie di piante rampicanti e arbustive, a foglie sempreverdi e decidue, rustiche o delicate, appartenenti alla famiglia delle Oleaceae. Sono adatte per coprire il terreno nei giardini ........

Jacaranda

Jacaranda, genere di 50 specie di arbusti o alberi appartenenti alla famiglia delle Bignoniaceae, diffusi allo stato spontaneo nell’America centrale e meridionale. La specie descritta, delicata, può  essere coltivata ........

Celastrus (Celastro)

Celastrus, genere comprendente una trentina di specie di arbusti a foglie caduche e sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Celastracee, con fusti volubili alti fino a 7-12 m. I fiori, piccoli, bianco-verdastri, poco ........

Angelica

Angelica, pianta erbacea perenne, rustica, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, spontanea in Europa e in Asia. L’Angelica si pianta in marzo-aprile in terreni ricchi di sostanza organica, umidi, e in posizione ........

Howea (Kentia)

Howea (Kentia), ghenere di 2 specie di palme da appartamento o da serra, appartenenti alla famiglia delle Palmae. L’altezza e le dimensioni delle foglie si riferiscono a esemplari coltivati in appartamento o in serra.
Si ........

 

 

Ricetta del giorno
Caponata di verdure
Scolare e sciacquare i capperi sotto acqua corrente. Lavare le melanzane, eliminare il picciolo e ridurle a dadini non troppo piccoli. Eliminare i piccioli ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Shortia

Shortia, genere di 8-9 specie di piante erbacee, perenni, sempreverdi, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Diapensiaceae. Le specie descritte sono adatte per le zone fresche del giardino roccioso.
Crescono bene ........

Sansevieria

Sansevieria, genere di 60 specie di piante perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Liliacese, di cui si coltivano 2 specie dalle foglie molto ornamentali, in appartamento, alla temperatura  minima invernale ........

Baptisia

Baptisia, genere di 35 piante erbacee, perenni, erette, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Papilionaceae, utilizzabili in particolar modo per le bordure miste. Solo la specie descritta è comunemente coltivata.
Si ........

Amarillide (Amaryllis)

L' Amarillide (Amaryllis) è originaria del sud Africa ed è una erbacea bulbosa con grosso bulbo a forma di pera; durante la fioritura raggiunge l'altezza di 70-80 cm.
le foglie sono nastriformi ........

Malcolmia

Malcolmia, genere di 35 specie di piante erbacee, per la maggior parte annuali. La specie descritta può essere impiegata nel primo piano delle bordure e nei giardini rocciosi.
Può essere coltivara in qualsiasi terreno ........

Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....


 articolo Giardino Piante
Piante rampicanti per la copertura di muri o cancellate in ombra freccelunedì 8 gennaio 2018

Piante rampicanti per la copertura di muri, cancellate, pilastri, colonne o pergolati sempre o quasi in ombra. Questo tipo d decorazione richiede una accurata selezione tra le varie piante rampicanti e tappezzanti perché, se non si utilizzano le specie adatte, i risultati saranno decisamente scarsi. Come piante rampicanti e tappezzanti s’intendono sia quelle che si attaccano da sole con ventose o altre appendici al supporto, come la Vite del Canada o l’Edera, sia quelle con lunghi rami flessibili che devono essere fissati, come il Caprifoglio.

Le più conosciute ed utilizzate sono l’Edera e la Vite del Canada, anche se per le varietà di Edera a foglie screziate è necessaria una leggera insolazione per ottenere una bella colorazione del fogliame. Esiste comunque una scelta abbastanza ampia di arbusti rampicanti, con fogliame e fiori ornamentali, che possono crescere bene anche in piena ombra e assicurare un eccellente risultato. Vediamone alcuni.

Actinidia: è una liana con grandi foglie lanuginose che produce deliziosi frutti commestibili, i kiwi. Viene impiegata per la decorazione di muri, pergolati e tronchi d’albero. Se la si coltiva ai fini della fruttificazione, bisogna piantarla in posizione leggermente soleggiata e alternare un esemplare maschile ogni 5-6 femminili. I rami volubili crescono fino a 6-8 m e devono essere fissati ai supporti.

Akebia quinata: è un arbusto rampicante poco conosciuto adatto per la decorazione di graticci. I rami raggiungono anche i 5 m di lunghezza e devono essere diretti e fissati ai supporti; le foglie caduche sono composte da 5 foglioline allungate; i fiori sbocciano in primavera e sono piccoli, violetti, riuniti in grappoli, pendenti cui seguono piccoli frutti di colore violetto. Richiede un terreno leggero e sabbioso.

Aristolochia: è un arbusto rampicante vigoroso e rustico che ben si adatta anche al clima più rigido delle regioni settentrionali e che può essere utilizzato per la decorazione di muri e pergolati. Le foglie sono grandi, cuoriformi, e i fiori sono a forma di pipa ricurva, più originali che decorativi. I rami si arrotolano da soli attorno ai supporti, ma è sempre meglio controllarne la crescita e guidarli nella direzione voluta così che si distribuiscano in modo omogeneo. Non ha particolari esigenze in fatto di terreno che comunque deve essere ben drenato.

Camelia: è un arbusto ornamentale sempreverde di cui esistono diverse varietà più o meno rustiche. Teme sempre i cambiamenti bruschi di temperatura, per cui nelle zone in cui il clima è abbastanza rigido è bene piantarla in una posizione esposta a nord, dove il disgelo avviene più lentamente. Fiorisce tra marzo ed aprile a seconda delle varietà e del clima. Alcune varietà raggiungono dimensioni considerevoli e possono essere impiegate per la decorazione di pergolati ai quali vanno fissate. Predilige i terreni acidi e non sopporta quelli calcarei.

Caprifoglio: è un arbusto sarmentoso con lunghi rami flessibili, piccole foglie e fiori generalmente color bianco-crema sfumati di rosa, intensamente profumati. Si tratta di una pianta vigorosa di rapido accrescimento, che raggiunge facilmente i 2,5 m di altezza e che viene impiegata per decorare muri. Può essere anche potata drasticamente, tuttavia ha un difetto da tener presente: può diventare invadente dato che si riproduce con estrema facilità per mezzo di polloni.  Si adatta ad ogni tipo di terreno e anche a esposizioni in piena ombra, anche se per ottenere una bella fioritura è preferibile la mezz’ombra.

Cerlastrus: è un arbusto rampicante con grandi foglie ovali, caduche. I fiori verdastri sono poco interessanti, ma vengono seguiti da bacche rosse molto ornamentali. Si arrampica spontaneamente e può essere utilizzata per la decorazione di muri e pergolati. Una volta attecchito, richiede poche attenzioni. Preferisce terreni freschi e leggeri e cresce bene sia al sole che in piena ombra.

Gelsomino di San Giuseppe: è un arbusto sarmentoso originario della Cina, con rami verdi, lunghi 2-3 m e foglie caduche composte da 3 foglioline. Fiorisce tra novembre e aprile, quando la pianta è ancora priva di foglie. I rami vanno attaccati ai supporti man mano che si sviluppano per evitare che si aggroviglino in maniera disordinata. Si adatta ad ogni tipo di terreno, anche roccioso o calcareo, ma teme i venti freddi.

kerria: è un arbusto deciduo, con sottili e lunghe ramificazioni verde chiaro. Cresce facilmente in ogni tipo di terreno e con qualunque esposizione, quindi anche all’ombra e sotto gli alberi. Può essere fissato al muro o ad altri tipi di supporto. Le foglie sono finemente dentellate e i fiori, piccoli, semplici o doppi, sono distribuiti su tutta la lunghezza dei rami. Non ha particolari esigenze in fatto di terreno, e cresce vigoroso se piantato in terreno fertile. Per l’abbondanza di polloni che produce viene utilizzato anche per fissare i terreni in pendenza, tuttavia questa caratteristica va considerata attentamente in quanto la pianta diventa invadente con estrema facilità. Dopo la fioritura bisogna tagliare alla base i rami più vecchi di 3 anni.

Ortensia: la ben nota Hydrangea che nella sua varietà Petiolaris è un arbusto rampicante che si attacca da solo a muri e graticci. Si tratta di un arbusto deciduo con fiori riuniti in corimbi appiattiti lunghi 18-25 cm, che sbocciano in maggio-giugno. Per la sua abbondante fioritura è una pianta di grande effetto ornamentale adatta a formare cortine verdi anche in piena ombra.

Piracanta: è una pianta abitualmente coltivata in gruppo o assieme ad altre piante in aiuole esposte al sole, ma può anche essere utilizzata per la decorazione di muri esposti a mezz’ombra. L’esposizione, così come la potatura, influisce sulla fruttificazione, costituita da bacche di colori accesi, che poi alla fine sono l’aspetto più ornamentale di questa pianta.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: