articolo Il mondo animale
Perché scegliere di adottare un animale disabile o anziano! freccevenerdì 20 settembre 2013  



Adottare un animale disabile… perché? Nel momento in cui si decide di fare entrare in famiglia un nuovo amico a 4 zampe, inizia l’annoso e divertente momento della scelta….. quale cane o gatto decido di far diventare parte della famiglia? La mentalità comune, vuoi per ignoranza, vuoi per i messaggi spesso fuorvianti che provengono dai media, porta la famiglia italiana ad orientarsi sulla scelta di animali di razza (che impediscono a cani o gatti meticci di uscire da canili e gattili e ricevere l’amore di una vera famiglia) o, comunque, “belli e sani”.

Ovvio che a tutti noi fa piacere veder scorazzare per casa un batuffolo miagolante e abbaiante, dalle fattezze perfette e di giovanissima età….. ma perché non orientarsi, invece, nella scelta di un cane o un gatto non più giovane o, magari, perché no…..portatore di handicap? Accogliere un cane o un gatto non più giovanissimo o, comunque, segnato da malformazioni fisiche, va al di là della scelta comune di prendere con se un animale bello, sano e giovane, e arriva ad essere non solo un atto di coraggio e dedizione, ma di amore vero e incondizionato.

La convivenza con un animale portatore di handicap è ormai possibilissima, anche grazie ai numerosissimi ausili che vengono proposti per aiutare il nostro animali “diversamente abili” nelle sue movimentazioni e attività quotidiane. I cosiddetti “carrellini”, che aiutano a deambulare cani con malformazioni o paralisi degli arti anteriori o posteriori, e, addirittura, dei praticissimi e comodi “passeggini”, molto simili a quelli per bambini, che consentono al padrone di un animale disabile, di portarlo a passeggio senza fatica per se stesso o per il proprio amico a 4 zampe! Certo, la cura e la gestione di un animale “diversamente abile” è un po’ più laboriosa e difficoltosa rispetto a quella di un animale “normale”…..ma come non accorgersi con quanto amore e fedeltà questi animali ricambiano i propri padroni?

Di come si attaccano a coloro che gli hanno dato una possibilità? Di come li si vede rifiorire, dopo averli adottati ed ospitati in famiglia, rispetto a com’erano quando di una famiglia non avevano mai avuto conosciuto l’affetto? Volete mettere la soddisfazione e l’orgoglio di poter dire di aver fatto rinascere (nel vero senso della parola) e di aver dato una nuova possibilità ad animali che non avevano speranza alcuna di conoscere il calore e l’amore di una famiglia? Non è da trascurare poi il fatto che, come avanzano le conoscenze e le cure nella medicina “umana”, stessa cosa vale per la medicina veterinaria; oggi come oggi è possibile farsi aiutare, nella cura e nella gestione di un animale disabile, da medici altamente qualificate e da terapie e supporti modernissimi e in continua evoluzione!

Pensateci….. come si dice: “Il gioco vale la candela!”….in questo caso: “Un animale disabile che ti ama, vale il piccolo sacrificio di volerlo curare!”. Siti utili da consultare: Oscar Dog – sito dedicato ai cani disabili: http://www.oscardog.it/adozioni.php Carrellinidisabili – sito dedicato ai carrellini per cani con handicap: http://www.carrellinidisabili.it/home.html Diversamente Gatto – Associazione dedicata ai gatti diversamente abili: http://diversamentegatto.wordpress.com/
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Veronica  Innominati - vedi tutti gli articoli di Veronica  Innominati



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Caponata di verdure
Scolare e sciacquare i capperi sotto acqua corrente. Lavare le melanzane, eliminare il picciolo e ridurle a dadini non troppo piccoli. Eliminare i piccioli ....
Adotta un animale Altri Cani Gatti Il mondo animale Uccelli



Articoli correlati

Spay Day: "giornata della castrazione" di cani, gatti e conigli - venerdì 25 ottobre 2013
La Doris Day Animal League, un'associazione per la salvaguardia dei diritti degli animali con sede a Washington D.C. (USA), nel 1994 creò lo ‘Spay Day USA’. In occasione di tale evento i volontari dell’associazione si dedicarono alla sterilizzazione ........

La Pet Therapy - giovedì 26 settembre 2013
La Pet Therapy nasce nel 1953 in America ad opera del neuropsichiatra Boris Levinson, quando, n suo piccolo paziente autistico, chiamò per nome il suo cane, egli comprese che, grazie a quell'animale, il bambino era stato in grado di proiettare ........

La dieta del....gatto! - venerdì 4 ottobre 2013
Il gatto predilige una dieta ricca di proteine e grassi e povera di zuccheri e fibra; il suo metabolismo riesce a trasformare le proteine in energia e glucosio. Gli elementi nutrizionali essenziali sono la taurina e l'arginia, acido arachidonico, ........

Come allevare un pesce rosso - lunedì 9 settembre 2013
Come allevare un pesce rosso è una domanda che in pochi si pongono. È infatti comune regalare questo animale ai bambini pensando che siano poco impegnativi. Il pesce rosso in effetti è meno esigente di altri animali, ma necessita, come tutti gli ........

Perché scegliere di adottare un animale disabile o anziano! - venerdì 20 settembre 2013
Adottare un animale disabile… perché? Nel momento in cui si decide di fare entrare in famiglia un nuovo amico a 4 zampe, inizia l’annoso e divertente momento della scelta….. quale cane o gatto decido di far diventare parte della famiglia? La ........

Ricetta del giorno
Vermicelli alla siracusana
Lavare il peperone, eliminare i semi interni, passarlo sulla griglia per abbrustolirlo, dopo di che eliminare la buccia.
Lavare la melanzana, asciugarla ....



 articolo Il mondo animale
Perché scegliere di adottare un animale disabile o anziano! freccevenerdì 20 settembre 2013  

Adottare un animale disabile… perché? Nel momento in cui si decide di fare entrare in famiglia un nuovo amico a 4 zampe, inizia l’annoso e divertente momento della scelta….. quale cane o gatto decido di far diventare parte della famiglia? La mentalità comune, vuoi per ignoranza, vuoi per i messaggi spesso fuorvianti che provengono dai media, porta la famiglia italiana ad orientarsi sulla scelta di animali di razza (che impediscono a cani o gatti meticci di uscire da canili e gattili e ricevere l’amore di una vera famiglia) o, comunque, “belli e sani”.

Ovvio che a tutti noi fa piacere veder scorazzare per casa un batuffolo miagolante e abbaiante, dalle fattezze perfette e di giovanissima età….. ma perché non orientarsi, invece, nella scelta di un cane o un gatto non più giovane o, magari, perché no…..portatore di handicap? Accogliere un cane o un gatto non più giovanissimo o, comunque, segnato da malformazioni fisiche, va al di là della scelta comune di prendere con se un animale bello, sano e giovane, e arriva ad essere non solo un atto di coraggio e dedizione, ma di amore vero e incondizionato.

La convivenza con un animale portatore di handicap è ormai possibilissima, anche grazie ai numerosissimi ausili che vengono proposti per aiutare il nostro animali “diversamente abili” nelle sue movimentazioni e attività quotidiane. I cosiddetti “carrellini”, che aiutano a deambulare cani con malformazioni o paralisi degli arti anteriori o posteriori, e, addirittura, dei praticissimi e comodi “passeggini”, molto simili a quelli per bambini, che consentono al padrone di un animale disabile, di portarlo a passeggio senza fatica per se stesso o per il proprio amico a 4 zampe! Certo, la cura e la gestione di un animale “diversamente abile” è un po’ più laboriosa e difficoltosa rispetto a quella di un animale “normale”…..ma come non accorgersi con quanto amore e fedeltà questi animali ricambiano i propri padroni?

Di come si attaccano a coloro che gli hanno dato una possibilità? Di come li si vede rifiorire, dopo averli adottati ed ospitati in famiglia, rispetto a com’erano quando di una famiglia non avevano mai avuto conosciuto l’affetto? Volete mettere la soddisfazione e l’orgoglio di poter dire di aver fatto rinascere (nel vero senso della parola) e di aver dato una nuova possibilità ad animali che non avevano speranza alcuna di conoscere il calore e l’amore di una famiglia? Non è da trascurare poi il fatto che, come avanzano le conoscenze e le cure nella medicina “umana”, stessa cosa vale per la medicina veterinaria; oggi come oggi è possibile farsi aiutare, nella cura e nella gestione di un animale disabile, da medici altamente qualificate e da terapie e supporti modernissimi e in continua evoluzione!

Pensateci….. come si dice: “Il gioco vale la candela!”….in questo caso: “Un animale disabile che ti ama, vale il piccolo sacrificio di volerlo curare!”. Siti utili da consultare: Oscar Dog – sito dedicato ai cani disabili: http://www.oscardog.it/adozioni.php Carrellinidisabili – sito dedicato ai carrellini per cani con handicap: http://www.carrellinidisabili.it/home.html Diversamente Gatto – Associazione dedicata ai gatti diversamente abili: http://diversamentegatto.wordpress.com/
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Veronica  Innominati - vedi tutti gli articoli di Veronica  Innominati





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: