articolo Altri
Insetticidi naturali: le coccinelle freccemartedì 17 settembre 2013  



La coccinella è un grazioso insettino della famiglia dei coleotteri. Il corpo è smussato, quasi a forma di ellisse ed è solitamente rossa e nera a scacchi, ma spesso si possono trovare anche di altri colori tutti vivaci e gioiosi. Solitamente una coccinella è molto piccola e la sua forma si aggira dai 5 agli 8 millimetri di lunghezza per una larghezza di 5 millimetri. L’animaletto ha la testa, l’antenna e le zampe di colore nero, mentre il dorso, di quelle che possiamo tranquillamente trovare in giardino è solitamente rosso a macchie nere, ma si possono anche trovare gialle a macchie nere o arancioni a macchie nere. Altri colori sono più rari.

Questi insetti sono privi di pungiglione, graziosi, simpatici e completamente innocui per i bambini, per questa ragione sono viste con simpatia e considerate in alcune culture di buon augurio. L’uccisione di una coccinella nelle culture orientali può significare un evento nefasto portatrice di sfortuna. Se siete in viaggio in questi luoghi state ben attenti a non ucciderle, neanche per sbaglio. I colori vivaci dell’insettino non servono solo a renderlo accattivante ma anche e soprattutto ad allontanare i predatori, in quanto i colori accesi sono sintomo di veleno per gli animali che per questa ragione lasceranno in pace le coccinelle.

Effettivamente questi animaletti sono tossici per piccoli predatori come uccellini e lucertole, in quanto una piccola dose di veleno c’è, ma è totalmente innocua per gli esseri umani che potrebbero addirittura mangiarsele senza effettivamente soffrire dolori di stomaco. L’azione di una coccinella è molto apprezzata in campo agricolo, in quanto mangiano i parassiti degli alberi da frutto, fornendo un servizio di insetticida naturale e ecologico che non solo danneggia la pianta ma neanche l’uomo. Inoltre mangiano talmente tanti parassiti che alcuni agricoltori le utilizzano proprio per sostituire i prodotti chimici e rendere la frutta più gustoso e meno nociva.

Le coccinelle depongono le loro uova tra le piante e questi si schiudono dopo circa una settimana. La piccola larva ha da subito facilità nei movimenti avendo sei zampette. Le specie conosciute di questo coleottero sono circa 4500. Queste si adattano a tutte le foglie del mondo e per questa ragione si possono trovare ovunque. In ogni parte del mondo dove viaggiamo possiamo infatti trovare questi graziosi insettini che abbelliscono il paesaggio e la flora locale con i loro colori accesi. Nel 1999 le coccinelle sono state protagoniste di un progetto spaziale lanciato da degli studenti universitari cileni, i quali hanno lanciato nello spazio questi insetti per fare delle prove su come si comportano piante, parassiti e appunto coccinelle in mancanza di gravità o con gravità ridotta.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....
Adotta un animale Altri Cani Gatti Il mondo animale Uccelli



Articoli correlati

Zanzare: a cosa servono, piccole curiosità - mercoledì 29 ottobre 2014
Quanti di voi, soprattutto nel periodo estivo, dopo l’ennesima puntura si saranno chiesti a cosa servono le zanzare? Secondo me tutti quanti ci siamo domandati se ci sia una funzione in natura oltre a quella di pungerci continuamente. Quante ........

Animali nei condomini, nessun regolamento può vietarli - mercoledì 24 luglio 2013
Via libera per gatti e cani in appartamento. E’ di giugno scorso l’integrazione del codice civile attraverso la norma 220/212 che stabilisce all’art. 1138 che “le norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere ........

La vita delle api - mercoledì 4 settembre 2013
Forse non ci siamo mai interessati alla vita e all'attività delle api, soprattutto per paura dei loro pungiglioni. Tuttavia l'importanza economica delle api è dovuta ai loro prodotti, e ai servizi che svolgono. Anche se le api producono il miele, ........

Come far accoppiare una cavia - lunedì 16 settembre 2013
La cavia è un roditore molto simpatico, dolce e socievole, per questa ragione piacciono molto ai bambini e vengono quindi regalati dai genitori ai loro figli in modo da fargli avere degli animaletti simpatici e che vivono in gabbia, ........

Un riccio in giardino è sempre il benvenuto - giovedì 23 maggio 2013

Il riccio, uno dei più desiderabili e attraenti visitatori del giardino, vive abbastanza numeroso nella maggior parte degli spazi verdi, solo che il più delle volte passa inosservato. Ha pochi nemici che, oltre tutto, difficilmente incontra ........

Ricetta del giorno
Frittata con pecorino toscano e pistacchi
Iniziare con lo sgusciare i pistacchi, tritarli sul tagliere con il coltello e metterli da parte.
Rompere le uova in una ciotola, unire sale, ....



 articolo Altri
Insetticidi naturali: le coccinelle freccemartedì 17 settembre 2013  

La coccinella è un grazioso insettino della famiglia dei coleotteri. Il corpo è smussato, quasi a forma di ellisse ed è solitamente rossa e nera a scacchi, ma spesso si possono trovare anche di altri colori tutti vivaci e gioiosi. Solitamente una coccinella è molto piccola e la sua forma si aggira dai 5 agli 8 millimetri di lunghezza per una larghezza di 5 millimetri. L’animaletto ha la testa, l’antenna e le zampe di colore nero, mentre il dorso, di quelle che possiamo tranquillamente trovare in giardino è solitamente rosso a macchie nere, ma si possono anche trovare gialle a macchie nere o arancioni a macchie nere. Altri colori sono più rari.

Questi insetti sono privi di pungiglione, graziosi, simpatici e completamente innocui per i bambini, per questa ragione sono viste con simpatia e considerate in alcune culture di buon augurio. L’uccisione di una coccinella nelle culture orientali può significare un evento nefasto portatrice di sfortuna. Se siete in viaggio in questi luoghi state ben attenti a non ucciderle, neanche per sbaglio. I colori vivaci dell’insettino non servono solo a renderlo accattivante ma anche e soprattutto ad allontanare i predatori, in quanto i colori accesi sono sintomo di veleno per gli animali che per questa ragione lasceranno in pace le coccinelle.

Effettivamente questi animaletti sono tossici per piccoli predatori come uccellini e lucertole, in quanto una piccola dose di veleno c’è, ma è totalmente innocua per gli esseri umani che potrebbero addirittura mangiarsele senza effettivamente soffrire dolori di stomaco. L’azione di una coccinella è molto apprezzata in campo agricolo, in quanto mangiano i parassiti degli alberi da frutto, fornendo un servizio di insetticida naturale e ecologico che non solo danneggia la pianta ma neanche l’uomo. Inoltre mangiano talmente tanti parassiti che alcuni agricoltori le utilizzano proprio per sostituire i prodotti chimici e rendere la frutta più gustoso e meno nociva.

Le coccinelle depongono le loro uova tra le piante e questi si schiudono dopo circa una settimana. La piccola larva ha da subito facilità nei movimenti avendo sei zampette. Le specie conosciute di questo coleottero sono circa 4500. Queste si adattano a tutte le foglie del mondo e per questa ragione si possono trovare ovunque. In ogni parte del mondo dove viaggiamo possiamo infatti trovare questi graziosi insettini che abbelliscono il paesaggio e la flora locale con i loro colori accesi. Nel 1999 le coccinelle sono state protagoniste di un progetto spaziale lanciato da degli studenti universitari cileni, i quali hanno lanciato nello spazio questi insetti per fare delle prove su come si comportano piante, parassiti e appunto coccinelle in mancanza di gravità o con gravità ridotta.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: