articolo Il mondo animale
DDL Lorenzin: diritti degli animali più tutelati. Sagre più controllate. freccemartedì 13 agosto 2013  



I diritti degli animali vengono violati troppo spesso, e parecchie volte questo avviene proprio nelle manifestazioni popolari, nelle sagre, nelle gare, nei palii. Manifestazioni che, dietro il concetto di tradizione, nascondono il pretesto di poter usare a mero oggetto gli animali che vi sono costretti, con tanto di danni fisici e morali su di loro. Le proteste degli amanti degli animali sono diventate nel tempo sempre più intense e frequenti, sintomo di una società che si sensibilizza sempre più al problema (basti pensare anche al numero costantemente crescente di vegetariani e vegani).

Importantissima è stata dunque la mossa legislativa del ddl Lorenzin, approvata lo scorso luglio e che prevede controlli maggiori all’interno di questi discutibili spettacoli di ‘divertimento’. Innanzitutto le manifestazioni devono essere autorizzate solo dopo il nullaosta della commissione comunale o provinciale per la vigilanza, con tanto di pareri dell’asl. I requisiti minimi a cui attenersi saranno redatti a 90 giorni dall’entrata in vigore della legge dal Ministero dell’Interno e da quello della Salute, e riguarderanno l’incolumità pubblica e il benessere degli animali impiegati nelle manifestazioni.

Inoltre, si auspica ad un maggior rigore dei fantini, considerando che sarà vietata la partecipazione di coloro che hanno riportato condanne per maltrattamento e uccisione di animali, o che hanno partecipato a manifestazioni non autorizzate o a scommesse clandestine. Altra stretta è prevista per i fantini che hanno riportato condanne per l’utilizzo di sostanze stupefacenti, con tanto di test da effettuare nelle 4 ore precedenti la manifestazione.

Ma non solo sagre
: il ddl in questione prevede ordinanze che regolano la responsabilità di chi ospita animali da compagnia, il randagismo, la questione di esche e bocconi avvelenati, l’implementazione di sistemi informatizzati che gestiscano dati inerenti le malattie animali e le informazioni sulla sicurezza alimentare. Inoltre il decreto prevede la riunificazione del sistema di identificazione degli equidi, in realtà già esistente ma troppo ricco di lacune. Altro obiettivo del ddl è approvare l’evoluzione di un regolamento di polizia veterinaria per affrontare in modo più adeguato le malattie di animali da allevamento.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgia  Martino - vedi tutti gli articoli di Giorgia  Martino



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Orecchiette con cime di rapa e tofu
Lavate le cime di rapa, tagliatele a pezzettini e lessatele in acqua salata bollente. Nel frattempo in una padella fate soffriggere un cucchiaio di olio ....
Adotta un animale Altri Cani Gatti Il mondo animale Uccelli



Articoli correlati

Nuovi animali domestici: la blatta-cyborg - martedì 8 ottobre 2013
Nuovi animali domestici? In questo mondo, dove il controllo è alla base di tutto e ci sentiamo sempre meno liberi di agire, invece di cercare di spezzare le nostre catene, la soluzione sembra essere quella di controllare gli altri. È così che ........

World Rhino Day: quando il rispetto per gli animali va oltre i pet! - lunedì 23 settembre 2013
22 Settembre 2013: una data da ricordare per gli amanti degli animali. World Rhino Day, quando un intero pianeta, in un unico giorno uguale per tutti, scende in piazza in difesa di chi non ha voce. E non parliamo di cani e gatti, i cosiddetti ........

Le galline ovaiole negli allevamenti intensivi - giovedì 17 ottobre 2013
Le galline ovaiole sono galline il cui triste destino è segnato sin dalla loro nascita, visto che vengono selezionate per produrre uova in modo costante e senza tregua. Queste sono le galline ovaiole degli allevamenti intensivi, considerate non ........

Stop alla caccia in Piemonte, Sardegna e Lazio: fioccano ricorsi e sospensioni - venerdì 20 settembre 2013
Sospensione del calendario venatorio: è notizia di questi ultimi giorni, sicuramente accolta con plauso dal mondo ambientalista e animalista e con raccapriccio da parte del mondo venatorio, lo stop alla caccia nelle regioni di Piemonte, Sardegna ........

Gli allevamenti intensivi - mercoledì 11 settembre 2013
Un'altra negazione molto evidente dei diritti animali sono indubbiamente gli allevamenti intensivi. Questi posssono essere benissimo paragonati a dei e propri lager, che impediscono agli animali stessi, l'appagamento dei loro bisogni primari, ........

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....



 articolo Il mondo animale
DDL Lorenzin: diritti degli animali più tutelati. Sagre più controllate. freccemartedì 13 agosto 2013  

I diritti degli animali vengono violati troppo spesso, e parecchie volte questo avviene proprio nelle manifestazioni popolari, nelle sagre, nelle gare, nei palii. Manifestazioni che, dietro il concetto di tradizione, nascondono il pretesto di poter usare a mero oggetto gli animali che vi sono costretti, con tanto di danni fisici e morali su di loro. Le proteste degli amanti degli animali sono diventate nel tempo sempre più intense e frequenti, sintomo di una società che si sensibilizza sempre più al problema (basti pensare anche al numero costantemente crescente di vegetariani e vegani).

Importantissima è stata dunque la mossa legislativa del ddl Lorenzin, approvata lo scorso luglio e che prevede controlli maggiori all’interno di questi discutibili spettacoli di ‘divertimento’. Innanzitutto le manifestazioni devono essere autorizzate solo dopo il nullaosta della commissione comunale o provinciale per la vigilanza, con tanto di pareri dell’asl. I requisiti minimi a cui attenersi saranno redatti a 90 giorni dall’entrata in vigore della legge dal Ministero dell’Interno e da quello della Salute, e riguarderanno l’incolumità pubblica e il benessere degli animali impiegati nelle manifestazioni.

Inoltre, si auspica ad un maggior rigore dei fantini, considerando che sarà vietata la partecipazione di coloro che hanno riportato condanne per maltrattamento e uccisione di animali, o che hanno partecipato a manifestazioni non autorizzate o a scommesse clandestine. Altra stretta è prevista per i fantini che hanno riportato condanne per l’utilizzo di sostanze stupefacenti, con tanto di test da effettuare nelle 4 ore precedenti la manifestazione.

Ma non solo sagre
: il ddl in questione prevede ordinanze che regolano la responsabilità di chi ospita animali da compagnia, il randagismo, la questione di esche e bocconi avvelenati, l’implementazione di sistemi informatizzati che gestiscano dati inerenti le malattie animali e le informazioni sulla sicurezza alimentare. Inoltre il decreto prevede la riunificazione del sistema di identificazione degli equidi, in realtà già esistente ma troppo ricco di lacune. Altro obiettivo del ddl è approvare l’evoluzione di un regolamento di polizia veterinaria per affrontare in modo più adeguato le malattie di animali da allevamento.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgia  Martino - vedi tutti gli articoli di Giorgia  Martino





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: