articolo Adotta un animale
Adottare un animale, una prova d’amore freccelunedì 12 agosto 2013  



Adottare un animale è una vera prova d’amore, la volontà di offrire a un altro essere vivente quel po’ di amore e attenzioni alle quali ha diritto, anche se non si tratta di un umano.  I canili, i rifugi gestiti dalle associazioni di volontariato e anche le strade del Paese, sono pieni per lo più di cani e gatti abbandonati, che vivono chiusi in una gabbia, i più fortunati che in tutti i casi possono contare su di un tetto e una pappa sicura, o di stenti i più sfortunati che passano la loro esistenza per strada, tra mille pericoli e oggetto spesso di sevizie a altro da parte di uomini, ma che dico, di esseri indegni di essere considerati tali.

Quando si decide di condividere la propria esistenza con un cane, gatto o qualsiasi altro animale, la soluzione migliore è senza dubbio l’adozione, evitando di comprare cani nei negozi specializzati o direttamente presso gli allevatori.  Non fa nulla se quasi sempre si tratterà di un meticcio, il classico bastardino dalle diverse dimensioni, l’importante non è certamente il pedigree, l’albero genealogico tanto per intenderci, la purezza della razza o altro, ma la simpatia, il cuore, la dolcezza, gli occhi.

Del resto, quando si inizia una relazione sentimentale tra umani, relazione che potrebbe portare ad una unione definitiva, non si guarda certamente il pedigree, non si chiede lo stato di famiglia, non si chiede la cartella clinica, ma ci si innamora, e basta. Lo stesso, a maggior ragione, dovrebbe valere quando si adotta un cane, perché in effetti l’adozione è come una unione di fatto, come un matrimonio o una convivenza, e probabilmente molto di più.

Un cane, un gatto, è per sempre, non esiste il divorzio, non esiste una separazione consensuale e nemmeno quella pratica a dir poco oscena che vige tra i potenti o le star, il contratto prematrimoniale. Un animale che si adotta dipenderà poi in tutto e per tutto dal suo amico umano, sarà legato a lui a filo doppio, come suol dirsi, e non sarà mai lui a rompere questo legame, dal momento che ripagherà l’uomo con tutto il suo affetto e fedeltà, sentimenti che solo un cane è in grado di avere così profondi, sinceri e disinteressati.

Soprattutto un cane è sempre li, prono ad ascoltare senza dar segni di insofferenza, a perdonare anche le cattiverie peggiori, a consolare nei momenti del bisogno, ad accontentarsi di quel che il suo punto di riferimento umano (padrone è un termine che non mi piace) è in grado di dargli.
Quindi quando e se si decide di adottare un cane, e questo vale per tutti gli altri animali, bisogna ricordarsi che non si torna indietro, che l’unione è per sempre, accada quel che accada. Certo, bisognerà riempire qualche scartoffia,  dimostrare di essere una persona affidabile che non vuole un cane come giocattolo per il figlio, giocattolo che poi, alla prima occasione, verrà portato in canile o, molto peggio, abbandonato legato al guard rail. Ma una volta completate le formalità necessarie, si potrà essere certi di aver trovato un amico sincero, uno che non tradirà mai.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrà assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....
Adotta un animale Altri Cani Gatti Il mondo animale Uccelli



Articoli correlati

Adottare un animale, una prova d’amore - lunedì 12 agosto 2013

Adottare un animale è una vera prova d’amore, la volontà di offrire a un altro essere vivente quel po’ di amore e attenzioni alle quali ha diritto, anche se non si tratta di un umano.  I canili, i rifugi gestiti dalle associazioni di volontariato ........

Flora, cagnolina giovanissima mammina e i suoi due cuccioli superstiti - giovedì 26 settembre 2013
La storia di Flora è una storia che si ripete troppe volte, ogni anno, nel nostro paese. E’ una storia di abbandono, è una storia di crudeltà e sofferenza, di cui tanti, troppi pet, ogni estate, diventano loro malgrado protagonisti. E’ la storia ........

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....



 articolo Adotta un animale
Adottare un animale, una prova d’amore freccelunedì 12 agosto 2013  

Adottare un animale è una vera prova d’amore, la volontà di offrire a un altro essere vivente quel po’ di amore e attenzioni alle quali ha diritto, anche se non si tratta di un umano.  I canili, i rifugi gestiti dalle associazioni di volontariato e anche le strade del Paese, sono pieni per lo più di cani e gatti abbandonati, che vivono chiusi in una gabbia, i più fortunati che in tutti i casi possono contare su di un tetto e una pappa sicura, o di stenti i più sfortunati che passano la loro esistenza per strada, tra mille pericoli e oggetto spesso di sevizie a altro da parte di uomini, ma che dico, di esseri indegni di essere considerati tali.

Quando si decide di condividere la propria esistenza con un cane, gatto o qualsiasi altro animale, la soluzione migliore è senza dubbio l’adozione, evitando di comprare cani nei negozi specializzati o direttamente presso gli allevatori.  Non fa nulla se quasi sempre si tratterà di un meticcio, il classico bastardino dalle diverse dimensioni, l’importante non è certamente il pedigree, l’albero genealogico tanto per intenderci, la purezza della razza o altro, ma la simpatia, il cuore, la dolcezza, gli occhi.

Del resto, quando si inizia una relazione sentimentale tra umani, relazione che potrebbe portare ad una unione definitiva, non si guarda certamente il pedigree, non si chiede lo stato di famiglia, non si chiede la cartella clinica, ma ci si innamora, e basta. Lo stesso, a maggior ragione, dovrebbe valere quando si adotta un cane, perché in effetti l’adozione è come una unione di fatto, come un matrimonio o una convivenza, e probabilmente molto di più.

Un cane, un gatto, è per sempre, non esiste il divorzio, non esiste una separazione consensuale e nemmeno quella pratica a dir poco oscena che vige tra i potenti o le star, il contratto prematrimoniale. Un animale che si adotta dipenderà poi in tutto e per tutto dal suo amico umano, sarà legato a lui a filo doppio, come suol dirsi, e non sarà mai lui a rompere questo legame, dal momento che ripagherà l’uomo con tutto il suo affetto e fedeltà, sentimenti che solo un cane è in grado di avere così profondi, sinceri e disinteressati.

Soprattutto un cane è sempre li, prono ad ascoltare senza dar segni di insofferenza, a perdonare anche le cattiverie peggiori, a consolare nei momenti del bisogno, ad accontentarsi di quel che il suo punto di riferimento umano (padrone è un termine che non mi piace) è in grado di dargli.
Quindi quando e se si decide di adottare un cane, e questo vale per tutti gli altri animali, bisogna ricordarsi che non si torna indietro, che l’unione è per sempre, accada quel che accada. Certo, bisognerà riempire qualche scartoffia,  dimostrare di essere una persona affidabile che non vuole un cane come giocattolo per il figlio, giocattolo che poi, alla prima occasione, verrà portato in canile o, molto peggio, abbandonato legato al guard rail. Ma una volta completate le formalità necessarie, si potrà essere certi di aver trovato un amico sincero, uno che non tradirà mai.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: