articolo Il mondo animale
Tartarughe di terra: come prendersene cura freccelunedì 27 ottobre 2014  



Considerate poco impegnative, le tartarughe di terra , sono tra gli animali domestici più diffusi, ma vediamo insieme come prendercene cura. L’idea diffusa nell’immaginario collettivo per cui tartaruga uguale poco impegno non è completamente sbagliata. Rispetto ad altri animali infatti la sua cura necessita di pochi ma essenziali passaggi, ma assicuro che i nostri piccoli sforzi saranno ripagati poiché questo animale è dotato di una grande intelligenza. Si affeziona al loro padrone come qualsiasi altro animale domestico di taglia più grande.

Anzitutto bisogna precisare che la specie più diffusa in Italia è la “Hermanni hermanni” che non supera i 24 centimetri di grandezza. Il luogo ideale per far vivere la nostra tartaruga, sarebbe uno spazio aperto e soleggiato come una porzione di giardino, in alternativa va comunque bene un terraio da sistemare in una zona all’aperto. Bisogna in ambedue i casi creare una zona d’ombra e verificare che la casa della nostra amica tartaruga abbia delle protezioni che la mettano al sicuro da possibili fughe.

La sua alimentazione si basa principalmente sulla verdura ( radicchio, spinaci, rucola ed insalata) e frutta matura( anguria pera, mela, melone) ma anche vermi e lumache sono graditi. Bisogna invece ricordarsi di non far mancare mai l’abbeveratoio con l’acqua e di non dare al nostro animale banane e formaggi perché influiscono a danneggiare il suo guscio. La fase più delicata per in nostro amico è quella del letargo. Ci accorgeremo che questo momento è vicino quando i nostri piccoli amici inizieranno ad avere inappetenza e sonnolenza. Solitamente questo periodo inizia ad ottobre e termina nella primavera successiva.

In questo delicato periodo le tartarughe scelgono da sole il loro “ nascondiglio”, l’importante è che noi controlliamo che ci sia un basso livello di umidità e che sia riparato da eventuali intemperie. Come detto all’inizio e dimostrato, queste creature hanno bisogno di piccole cose ma non dobbiamo mai dimenticarci che hanno bisogno di attenzioni affettive, per questo il consiglio più importante è quello di fare tante coccole.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Filomena  Pavone - vedi tutti gli articoli di Filomena  Pavone



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Vermicelli alla siracusana
Lavare il peperone, eliminare i semi interni, passarlo sulla griglia per abbrustolirlo, dopo di che eliminare la buccia.
Lavare la melanzana, asciugarla ....
Adotta un animale Altri Cani Gatti Il mondo animale Uccelli



Articoli correlati

Spay Day: "giornata della castrazione" di cani, gatti e conigli - venerdì 25 ottobre 2013
La Doris Day Animal League, un'associazione per la salvaguardia dei diritti degli animali con sede a Washington D.C. (USA), nel 1994 creò lo ‘Spay Day USA’. In occasione di tale evento i volontari dell’associazione si dedicarono alla sterilizzazione ........

Tartarughe di terra: come prendersene cura - lunedì 27 ottobre 2014
Considerate poco impegnative, le tartarughe di terra , sono tra gli animali domestici più diffusi, ma vediamo insieme come prendercene cura. L’idea diffusa nell’immaginario collettivo per cui tartaruga uguale poco impegno non è completamente ........

Pulire i denti a Cani e Gatti? Ecco come preservare la loro igiene dentale. - martedì 10 settembre 2013
Dopo i primi sei mesi di vita il vostro cucciolo avrà cambiato tutti i suoi denti da latte. A questo punto lui ha finito il suo lavoro di rosicchiare qualsiasi cosa si trovi a portata di bocca e tocca al padrone prendersi cura del suo igiene dentale. ........

Come allattare un cucciolo di gatto: consigli utili per le balie umane - lunedì 30 settembre 2013
Come ogni anno, soprattutto nei mesi più caldi, ma anche in primavera e autunno, numerosi sono gli allarmi e le richieste di aiuto che i cittadini rivolgono alle strutture competenti per ospitare trovatelli o ai volontari animalisti: “Oddio, ho ........

Lotta alle malattie dei randagi: Lega Pro Animale - giovedì 24 ottobre 2013
Istituita nel 1986, la Lega Pro Animale è un’associazione atta alla sterilizzazione di cani e gatti, con sede a Castel Volturno, comune in provincia di Caserta (Campania). Lo scopo del centro è, come si può leggere sul sito gestito dall’associazione ........

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrà assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....



 articolo Il mondo animale
Tartarughe di terra: come prendersene cura freccelunedì 27 ottobre 2014  

Considerate poco impegnative, le tartarughe di terra , sono tra gli animali domestici più diffusi, ma vediamo insieme come prendercene cura. L’idea diffusa nell’immaginario collettivo per cui tartaruga uguale poco impegno non è completamente sbagliata. Rispetto ad altri animali infatti la sua cura necessita di pochi ma essenziali passaggi, ma assicuro che i nostri piccoli sforzi saranno ripagati poiché questo animale è dotato di una grande intelligenza. Si affeziona al loro padrone come qualsiasi altro animale domestico di taglia più grande.

Anzitutto bisogna precisare che la specie più diffusa in Italia è la “Hermanni hermanni” che non supera i 24 centimetri di grandezza. Il luogo ideale per far vivere la nostra tartaruga, sarebbe uno spazio aperto e soleggiato come una porzione di giardino, in alternativa va comunque bene un terraio da sistemare in una zona all’aperto. Bisogna in ambedue i casi creare una zona d’ombra e verificare che la casa della nostra amica tartaruga abbia delle protezioni che la mettano al sicuro da possibili fughe.

La sua alimentazione si basa principalmente sulla verdura ( radicchio, spinaci, rucola ed insalata) e frutta matura( anguria pera, mela, melone) ma anche vermi e lumache sono graditi. Bisogna invece ricordarsi di non far mancare mai l’abbeveratoio con l’acqua e di non dare al nostro animale banane e formaggi perché influiscono a danneggiare il suo guscio. La fase più delicata per in nostro amico è quella del letargo. Ci accorgeremo che questo momento è vicino quando i nostri piccoli amici inizieranno ad avere inappetenza e sonnolenza. Solitamente questo periodo inizia ad ottobre e termina nella primavera successiva.

In questo delicato periodo le tartarughe scelgono da sole il loro “ nascondiglio”, l’importante è che noi controlliamo che ci sia un basso livello di umidità e che sia riparato da eventuali intemperie. Come detto all’inizio e dimostrato, queste creature hanno bisogno di piccole cose ma non dobbiamo mai dimenticarci che hanno bisogno di attenzioni affettive, per questo il consiglio più importante è quello di fare tante coccole.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Filomena  Pavone - vedi tutti gli articoli di Filomena  Pavone





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: